#Buccinasco: cinque anni di buon governo delle risorse

Buccinasco – Nei cinque anni di governo l’attenzione alle risorse del Comune è stata particolarmente curata, grazie ad una gestione attenta che ha permesso di diminuire i costi fissi dell’Ente. A Buccinasco non ci sono sprechi, il costo del personale è tra i più bassi del territorio e, grazie a nuovi appalti, sono diminuite anche le spese per utenze e forniture.

A questo va aggiunto l’impegno per contrastare l’evasione fiscale, grazie all’accordo stipulato con l’Agenzia delle Entrate, alle verifiche puntuali sulle aree fabbricabili e ai controlli di routine. Dal 2013 al 2016 il Comune ha recuperato oltre un milione di euro (1.047.196,92), con una notevole crescita negli anni 2015 e 2016.

A fronte di servizi di qualità e una spesa per il sociale sempre in aumento, tributi locali e tariffe dei servizi a domanda individuale sono i più bassi fra i Comuni del nostro territorio delle nostre stesse dimensioni (numero abitanti).

L’addizionale comunale all’Irpef a Buccinasco varia a seconda del reddito da 0,45% a 0,8% con una media di 0,5%. La legge di stabilità 2014 ha previsto l’abolizione definitiva dell’Imposta Municipale Propria (IMU) per l’abitazione principale. Resta per tutte le altre fattispecie: Buccinasco ha le aliquote più basse della zona e favorisce chi ha contratti d’affitto regolarmente registrati.

Annunci

4 thoughts on “#Buccinasco: cinque anni di buon governo delle risorse

  1. Sembra quasi un rito catartico, quello del Vicesindaco, nell’apparire il tuttologo per la Città .
    Ha le capacità davvero per valutare i veri bisogni dei cittadini?
    Ha professione conoscenza delle singole pieghe che ogni disciplina può celare?
    Mah!
    Epperò, pare quasi sempre pavoneggiarsi nell’esprimere i suoi duri giudizi, verso gli altri “competitors” e non solo, anche contro coloro che timidamente potrebbero contraddirlo
    Entra a gamba tesa con ‘annotazioni antropologiche, che lasciano il tempo che trovano non avendone la cultura.
    Non gliene frega un c…. di quello di cui discutono gli altri! E’ pieno di sè, il suo mantra è: mai entrare nel vero merito, apparire sempre, buttarla in caciara, alzare il tono della voce e possibilmente dare del “cretino” (minimo) a chi non si allinea ai suoi giudizi.
    Crede di essere “il Messia” mandato a redimere i “le pecche” e i peccatori della città.
    .Senza di Lui “il diluvio” incomberà su di Noi e “Lasciate ogni speranza voi che non mi votate” (Sic!)

    Penso che un “bagno d’umiltà” non possa farLe che del bene; sia come cittadino, sia per le sue ostentate velleità di sindaco; per farsi accettare da parte di coloro che sono ancora restii nei suoi confronti.
    Parole a vuoto!
    Continui così!
    Tiri dritto per la sua strada
    Il modo migliore per perdere.

    “Da un cittadino malpensante”

    El pret de Ratanà (Monumentale della città campo 20 tomba 93 lato ovest)

  2. el pret de ratanà, che dicevi di me prima del voto delle primarie? Mi fai scompisciare dal ridere… e mica è finita, pensa a quando dirò a tutti chi sei 🙂

  3. Le primarie erano scontate. Dal “basso calibro” dei partecipanti
    “E mica è finita”.. sue testuali parole.
    Moh! Viene il difficile.
    Ne vedremo delle belle… o delle brutte?
    Mah!
    Saremo spettatori in prima fila allo “Spettacolo”.
    Ci faccia scompisciare anche a Noi

    Gia!

    El pret de Ratanà (Monumentale della città campo 20 tomba 93 lato ovest)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...