#Buccinasco: IMPOSSIBILE (PER NOI) GIRARE LA TESTA E FAR FINTA DI NIENTE

persoPrendo atto con piacere e orgoglio personale che, le forze politiche di maggioranza presenti in consiglio comunale, hanno presentato un ordine del giorno, che sarà discusso e approvato il 13 luglio 2016, relativo alla presenza della criminalità organizzata sul nostro territorio, ed in particolare rispetto all’apertura di esercizi ed attività commerciali gestiti direttamente da esponenti di queste “famiglie”. 

Siamo al governo di questo comune e controlliamo il nostro territorio, purtroppo gli strumenti che la legge ci concede sono pochi, ma non ci sfugge nulla e faremo TUTTO QUANTO IN NOSTRO POTERE PER PROTEGGERE LA NOSTRA BUCCINASCO.

Non ci preoccupa, come non ci ha mai preoccupato, l’ignavia e l’omertà di “altri” che mettono la testa sotto la sabbia, per paura o per interesse, al nostro fianco c’è lo Stato e i cittadini onesti.

Rino Pruiti
Vice del Sindaco & Assessore.
Buccinasco MI


Ecco il testo dell’ordine del giorno che sarà posto in votazione:

La presenza della criminalità organizzata sul territorio del Comune risale agli anni ’70. Per Buccinasco, ma non solo, la presenza di famiglie legate alla ‘ndrangheta si è rivelata una patologia che ha pesato sulla vita sociale, politica ed economica.

Come non ricordare i sequestri di persona, i numerosi episodi di corruzione diffusi in tutta la Lombardia legati alla grossa disponibilità di risorse economiche, la violenza e le minacce rivolte ai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e agli operatori economici.

Alcune esponenti di queste famiglie sono in carcere con lunghe pene detentive da scontare. I loro figli e parenti abitano e vivono nel Comune di Buccinasco e hanno avviato iniziative commerciali aprendo bar e negozi nel centro della città.

Come sono state finanziate queste iniziative commerciali? La cittadinanza chiede trasparenza e chiarezza sulla provenienza delle risorse finanziarie che hanno permesso di avviare attività che necessitano di investimenti significativi.

Nessuno ha il diritto di escludere a priori che le persone possano liberamente scegliere di vivere diversamente rispetto alle testimonianze che hanno avuto nella loro famiglia o a scelte sbagliate fatte in passato. Ma occorre fare in modo che tutto sia realizzato nella massima trasparenza.

Per quanto precede il Consiglio Comunale di Buccinasco impegna l’Amministrazione Comunale

1) a utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione, e per quanto di sua competenza, per monitorare e vigilare al fine di rilevare la presenza di fortune economiche di provenienza incerta;

2) a segnalare alle autorità competenti (Agenzia delle Entrate, Banca d’Italia, Prefettura, Forze dell’Ordine, Procura di Milano) operazioni economiche e finanziarie che evidenzino anomalie e possano essere motivo di sospetto, secondo gli indicatori previsti dal Decreto del Ministero dell’Interno del 25 settembre 2015.

Auspichiamo in ogni caso che da parte di queste famiglie, in particolare tra i più giovani, possa essere intrapreso un doveroso percorso di riscatto rispetto ai tanti problemi generati alla collettività cittadina chiaramente vittima dell’ingombrante presenza di attività illegali e desiderosa di un rafforzamento del senso di sicurezza collettivo e di civile convivenza.

Cittadinanza e forze politiche presenti in Consiglio Comunale, continueranno a vigilare e contrastare con tutte le energie l’eventuale rifiorire della presenza di attività figlie di comportamenti criminosi.

I consiglieri comunali: Rosa Palone – Alberto Peronaci – Elisa Capanna – Carlo Benedetti – Angelo Spedale – Matteo Carbonera – Stefano Parmesani – Paola Sturdà – Grazia Campese – Simone Mercuri 

9 thoughts on “#Buccinasco: IMPOSSIBILE (PER NOI) GIRARE LA TESTA E FAR FINTA DI NIENTE

  1. Sono d’accordo al 100%. Chiederei però dove sono tutti i famosi rappresentanti dell’antimafia militante come Libera o Avviso Pubblico o altri? Dove sono i famosi giornalisti di inchiesta?

  2. Vicedelsindaco. Questo ordine del giorno,

    “E’ una proposta che non si può rifiutare!”

    Ma non vedo in calce la firma del sindaco (Chierichetto)?
    Che sia in ferie? Bloccato sulla Salerno Reggio Calabria? In un pilone?
    A saperlo

    Taracchi!

    Qui le mafie hanno perso!

    “Gia! Ma le prove?”
    ” Mangano!”

  3. Pingback: #Buccinasco: IMPOSSIBILE (PER NOI) GIRARE LA TESTA E FAR FINTA DI NIENTE - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  4. Fa riflettere vedere pochissimi commenti su questo argomento. Dove sono le opposizioni? Sono sempre pronte a far polemiche stupide e inconsistenti e su questi argomenti si dileguano con la codina tra le gambe!
    Nelle urne sarà indispensabile ricordare chi lotta per un mondo migliore e i soliti populisti inconcludenti.

  5. Già, la “chiave di lettura” per capire cosa succede nell’organizzazione della vita sociale, ci sono denunce di minacce?, quanti esercizi commerciali sono stati aperti e quanti chiusi, segnali di presenze criminali oltre alla farmacia derubata c’è qualcosa o qualcuno che registra e quindi aggiorna la “chiave”?, Luigi

  6. Luigi come aggiorno la “chiave” senza farmi denunciare per calunnia? Come posso dire quali sono gli esercizi commerciali a rischio (che poi tutti conoscono lo stesso), se nemmeno forze dell’ordine e giornalisti e prefettura non dicono nulla?

  7. Rino certamente le mie domande non erano rivolte a te al e al tuo operato sia dal punto di vista della critica sia dal punto di vista dell’esposizione mediatica, ci mancherebbe altro, e il tuo blog è uno strumento importante per tenere viva l’attenzione su un problema che è vitale per una società civile degna di questo nome, e tu già lo fai e ne avanza. Ma come si fa a interessare il cittadino medio che ha un lavoro, un appartamento, vive in un comune dove di tutto si può dire, fuori che colluda con la ndragheta o altro, ecco dove bisognerebbe aggiornare la “chiave”, la paura?, la percezione e non solo di un malaffare che lega alcuni settori della politica alla criminalità organizzata, non a Buccinasco certamente, e le associazioni dei commercianti, dei piccoli artigiani e quelle della società civile di Buccinasco, come ragionano su questo problema, e le associazioni militanti come le chiama Mary 66, che ci sono anche nella nostra città, si può aiutare le forze dell’ordine e la Magistratura in qualche modo?, questo volevo dire.
    La finisco veramente: i cinesi mi sono simpatici e stanno comprando quasi tutto il commercio non solo a Buccinasco; qualcuno sa dirci qualcosa?, sui finanziamenti intendo, la domanda non è rivolta direttamente a tè Rino. Luigi.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...