#Buccinasco: la “buona scuola”

labuonascuola350Buccinasco 23 nov. 2015 – Come abbiamo sempre detto le strutture scolastiche per noi hanno la priorità, anche se l’insopportabile e demenziale burocrazia, unita alla cronica mancanza di personale, ci stanno rallentando non poco, quindi abbiamo colto l’opportunità di poter ricevere fondi per programmare studi professionali sulla sicurezza delle scuole, prendendo al “volo” la possibilità dataci dal Ministero che,  con la legge 107/2015 (“La buona scuola”), ha autorizzato la spesa di 40 milioni di euro per quest’anno come finanziamento a fondo perduto ai comuni italiani.

Nel mese di agosto sono stati stabiliti i criteri per l’erogazione, a metà ottobre è stato pubblicato l’avviso pubblico per il finanziamento, oggi, con la delibera di Giunta nr. 224 del 18/11/2015 ci siamo candidati ad ottenere il finanziamento.

Secondo quanto prescrive il bando del governo, se la richiesta di Buccinasco sarà accettata, i lavori di analisi saranno affidati entro il 31 dicembre: con la candidatura è stato previsto anche il co-finanziamento del Comune che ha stanziato circa 12 mila euro (su un totale di 30 mila euro) per le indagini diagnostiche nelle primarie di via degli Alpini e Robbiolo e le secondarie di primo grado Tiziano ed Emilia.

A prescindere dal finanziamento, l’assessorato ai lavori pubblici, procederà a fare quanto necessario per le nostre scuole pubbliche, questo si aggiunge a tutti gli altri lavori già deliberati e finanziati nel 2015.

Rino Pruiti
Vice Sindaco
Assessore Lavori Pubblici
Buccinasco MI
Città Metropolitana

5 thoughts on “#Buccinasco: la “buona scuola”

  1. Pingback: #Buccinasco: la “buona scuola” - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  2. Scusa Rino ma cosa si intende precisamente per indagini diagnostiche?
    Quali sono nel concreto la tipologia di intervento che sarebbero svolte nel caso arrivassero i finanziamenti?
    Grazie per le risposte.

  3. Marco, abbiamo colto l’occasione per farci finanziare degli studi che avremmo comunque dovuto fare per la ristrutturazione. In pratica sono delle analisi tecniche specialistiche che ci diranno il grado di degrado delle coperture, in modo poi da avere questo lavoro già fatto in fase di progetto esecutivo per i lavori.

  4. Grazie per la risposta Rino. Era secondo me utile precisare che la cifra economica sopra indicata di 12.000 euro andrà di fatto ad anticipare le future spese e pertanto sarà funzionale al futuro recupero del patrimonio edilzio scolastico.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...