Q.re #Buccinasco più: (ri)facciamo chiarezza e aggiorniamo su quello che si sta facendo

buccipiuPiù volte abbiamo spiegato e informato sulla storia del Q.re “Buccinasco più“, i tempi sono stati necessariamente lunghi, non sono dipesi dal comune di Buccinasco, abbiamo anche avuto diversi sedicenti politici locali (e non-locali), che hanno cercato di speculare su questa vicenda, a questi si sono aggiunti giornali e altri media (locali e non locali) che hanno raccontato e raccontano un sacco di balle, fatti mai accaduti con ricostruzioni di pura fantasia. Purtroppo, tutto questo è ricaduto e ricade sulla pelle dei nostri concittadini residenti nel quartiere, che è nostro preciso dovere difendere e tutelare.

Facciamo quindi chiarezza e aggiorniamo i cittadini, il testo è lungo ma vale la pena leggerlo, altrimenti non si capirà lo stato dell’arte e come stiamo procedendo. Come vedete la burocrazia la fa da padrona e condiziona tempi e modi della soluzione che stiamo cercando di attuare per il bene di tutti, ma con pazienza e determinazione arriveremo alla soluzione.

Come è noto, questo Comune, con deliberazione di Consiglio comunale n. 16 del 11/5/2004 ha approvato il Programma Integrato di Intervento denominato “via Guido Rossa-via Roma”.

Conformemente a tale deliberazione, in data 6/7/2004 l’ente e la società Finman s.p.a. hanno sottoscritto la convenzione urbanistica per l’attuazione del suddetto Programma Integrato di Intervento (rep. n. 9985, racc. 3844, a rogito Notaio Cortucci di Milano, registrata a Milano il 13/7/2004 al n. 5307 — serie l), in seguito alla quale è stata avviata l’edificazione del quartiere residenziale “Buccinasco Più“.

Il Programma Integrato d’Intervento in oggetto ha previsto, tra le altre disposizioni, anche la futura cessione da parte del soggetto attuatore, società Finman s.p.a., al Comune di Buccinasco di un’area di circa 80.000 mq da destinare a verde pubblico ed in parte ad opere di urbanizzazione primaria e di viabilità.

Il medesimo PII ha previsto inoltre la realizzazione, nel quartiere Buccinasco Più, di una piazza, rientrante nel novero delle aree private da asservire ad uso pubblico, per la quale il soggetto attuatore (per sé e suoi aventi causa) si è obbligato alla manutenzione per i successivi 20 anni (fino al 6/7/2024).

In esito alle indagini disposte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano è stato accertato che su tutta l’area oggetto del PII l’operatore Finman spa ha realizzato, di fatto, una discarica abusiva di rifiuti derivanti da demolizioni civili e da rifiuti industriali.

Stanti i fatti, con ordinanza del Sindaco n. 4 del 4/7/2012 questa Amministrazione ha ingiunto a Finrnan spa la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti entro il termine di 15 giorni. Non avendovi, però, l’operatore ottemperato, il Comune si è trovato nella situazione di dover provvedere direttamente alle operazioni di rimozione e smaltimento, in danno di Finman spa.

Pertanto, con deliberazione di Giunta n. 99 del 22/11/2012, l ‘ Amministrazione ha stabilito di incaricare un legale per porre in essere tutte le iniziative giudiziarie cautelari, di merito ed esecutive, contro la società Finman SpA, al fine di ottenere il recupero delle somme che il Comune si è visto costretto ad anticipare per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati, nonché per la bonifica dell’area stessa.

Quindi, il legale dell’Ente, Avv. Marelli, in nome e per conto del Comune, il 18/1/2013 ha depositato al Tribunale Civile di Milano un ricorso per sequestro conservativo nei confronti della predetta società (RG n. 3652/2013).

Successivamente, la società Finman S.p.a. ha, a sua volta, presentato al medesimo Tribunale Civile di Milano ricorso per l’ammissione al concordato preventivo e, conseguentemente, il Giudice ha dichiarato improcedibile il ricorso per sequestro conservativo depositato dal Comune.

La domanda di concordato preventivo presentata da Finman S.p.a. è stata poi dichiarata inammissibile dal Tribunale di Milano — Sezione Fallimentare e l’ Avv. Marelli, sempre in nome e per conto del Comune, ha proposto un secondo ricorso per sequestro conservativo (RG n. 74179/2013) nei confronti di Finman s.p.a., autorizzato con decreto del Giudice Delegato del Tribunale di Milano- Sez. X civile, in data 30/10/2013 e trascritto sulle conservatorie dei rr.ii. di Milano a cura del notaio dott. Mario Bertelli di Bollate.

In data 3/12/2013 l’Avv. Marelli ha poi iscritto a ruolo (RG n. 83667/12) al Tribunale di Milano il reclamo ex art. 669 terdecies c.p.c. avverso l’ordinanza di rigetto in data 18/11/2013 resa dal Giudice Delegato nel procedimento cautelare per sequestro conservativo RG n. 74179/2013 promosso nei confronti di Finman s.p.a. in liquidazione.

Dopodiché, con sentenza del Tribunale di Milano n. 1143/13, emessa il 5/12/2013 e depositata il 13/12/2013, la società Finman S.p.a. in liquidazione è stata dichiarata fallita (n. 1126/13 RG. Fallimenti) e i Curatori del fallimento hanno avviato la procedura fallimentare ex art. 9 D.Lgs. n. 23/2011.

Nell’aprile del 2014, con delibera GC n. 60 del 1/4/2014, il Comune ha stabilito di insinuarsi al passivo del fallimento e tramite l’ Avv. Marelli ha quindi proposto ricorso per l’arnmissione al passivo.

A seguito dell’ordinanza Sindacale del 4 luglio 2012, vista la sua inottemperanza, gli uffici hanno proceduto a compiere i passaggi di seguito riportati assumendo i relativi impegni di spesa:

1. Con Determinazione n. 635 del 28/09/2012 veniva affidato, a seguito dell’espletamento delle procedure di gara, alla società Lybra Ambiente e Territorio srl, per un importo di € 6.400,00 oltre iva, la redazione del Piano Operativo di Smaltimento Rifiuti dell’area “P.I. Guido Rossa — Area Finman”;

2. Con Determinazione n. 797 del 27/11/2012 veniva affidato, per un importo di € 18.000,00 oltre iva, all’Ing. Luca Del Furia, l’incarico di supporto al RUP per l’esecuzione delle attività tecniche inerenti le opere di rimozione del materiale non conforme nell’aree del P.I.I. di via Guido Rossa;

3. Con Determinazione n. 71 del 07/02/2013 veniva affidato alla società Lybra Ambiente e Territorio srl, per un importo di € 10.000,00 oltre iva, l’incarico per la redazione del Piano di Caratterizzazione (dei rifiuti, del suolo, del sottosuolo e della falda acquifera), la Direzione Lavori e Contabilità delle indagini effettuate e la redazione delle Relazione sulle risultanza;

4. Con Determinazione n. 154 del 18/03/2013 a seguito dell’espletamento delle procedure di gara, veniva affidato alla società ST&A srl, per un importo di € 2.269,80 oltre iva, l’incarico per il Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione delle indagini di caratterizzazione delle aree facenti parte del P.I.I. di via Guido Rossa;

5. Con Determinazione n. 362 del 06/06/2013 a seguito dell’espletamento delle procedure di gara, veniva affidata alla società Doria Servizi Ambientali srl, per un importo di € 22.200,00 oltre iva, l’esecuzione delle opere edili da mettere in essere durante l’esecuzioni delle indagini di caratterizzazione;

6. Con Determinazione n. 363 del 06/06/2013 a seguito dell’espletamento delle procedure di gara, veniva affidata alla società BP SEC srl, per un importo di € 24.844,00 oltre iva, l’esecuzione delle analisi di laboratorio (consistenti nel prelievo e nell’analisi di campioni di suolo, rifiuti, acque sotterranee) nelle del P.I.I. di via Guido Rossa;

7. Con Determinazione n. 673 del 12/11/2013 veniva liquidata ad ARPA Lombardia la somma di € 23.722,90 spettante per l’esecuzione in contraddittorio, con la società incarica dall’Amministrazione comunale BP SEC srl, delle analisi sulle acque di falda presso le aree del P.I.I. di via Guido Rossa;

8. Con Determinazione n. 201 del 09/06/2014 veniva affida alla società BP SEC srl, per un importo di € 460,00 oltre iva, l’esecuzione della seconda campagna di monitoraggio delle acque di falda presso le aree del P.I.I. di via Guido Rossa;

9. Con Determinazione n. 577 del 15/10/2014 veniva affida alla società BP SEC srl, per un importo di € 1.120,00 oltre iva, l’esecuzione delle due campagne annuali di monitoraggio delle acque di falda presso le aree del P.I.I. di via Guido Rossa; (tutto ok per la falda e per la qualità dell’acqua)

10. Con Provvedimento del Responsabile del Settore Ambiente e Controllo del Tenitorio n. 15 del 24/02/2015 l’impegno di spesa assunto con Determinazione n. 577 del 15/10/2014 veniva integrato di € 280,00 a seguito di richiesta, da parte di ARPA Lombardia, di inserimento di un nuovo parametro di valutazione nelle analisi da effettuare durante la campagna monitoraggio acque di falda; (tutto ok per la falda e per la qualità dell’acqua)

11 . Con Provvedimento del Responsabile del Settore Ambiente e Controllo del Territorio n. 16 del 25/02/2015 veniva liquidata ad ARPA Lombardia la somma di € 2.498,00 spettante per l’esecuzione in contraddittorio, con la società incarica dall’Amministrazione comunale BP SEC srl, delle analisi sulle acque di falda presso le aree del P.I.I. di via Guido Rossa;

12. Con Determinazione n. 594 del 13/10/2015 a seguito dell’espletamento delle procedure di gara, è stato affidato all’Ing. Del Furia il servizio di supporto al RUP, per la rimozione del materiale non conforme presso le aree di via Guido Rossa, per un importo di € 39.732,00 oltre iva e oneri previdenziali. Con la procedura di gara indicata è stata individuata una figura professionale il cui compito avrà termine al momento del completamento delle attività di rimozione dei rifiuti;

13. Con Determinazione n. 607 del 19/10/2015 a seguito dell’espletamento procedure di gara, è stata affidata alla società ST&A, per un importo di € 52.497,00 oltre iva e oneri previdenziali, la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dei lavori di rimozione rifiuti/bonifica, integrata da misure di messa in sicurezza permanente, delle aree di via Guido Rossa. Quest’ultima aggiudicazione diventerà efficace con il completamento della verifica della veridicità delle dichiarazioni rilasciate in sede di gara.

Non mancheremo di informare passo passo sull’evolversi della situazione e sulle decisioni che prenderemo. Vi invito a diffidare di tutte le informazioni che non provengano dal Comune o dagli altri Enti pubblici coinvolti direttamente.

Rino Pruiti
Vice del Sindaco
Assessore
Buccinasco MI
Città Metropolitana Milano

11 thoughts on “Q.re #Buccinasco più: (ri)facciamo chiarezza e aggiorniamo su quello che si sta facendo

  1. Pingback: Q.re #Buccinasco più: (ri)facciamo chiarezza e aggiorniamo su quello che si sta facendo - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  2. Vicedelsindaco, sa cosa le dico:
    Con Determinazione n. 5671 Buccinasco più ci sta dissanguando, per arricchire una miriade d’imprese

    Con Determinazione n. 5672 Buccinasco più è la “Gallina dalle uova d’oro” per “qualcuno”

    Con Determinazione n. 5673 Buccinasco più “qui la ‘ndrangheta ha vinto” facendola pagare a tutti Noi

    Per ultimo, Con Provvedimento e determinazione n. 5674, alle prossime elezioni, noi elettori, diremo BASTA! Al vostro improvvisato e pasticciato mandato.

    Una “Buccinasco più” vi seppellirà!

    ” Cittadino se vuoi essere positivo, su Buccinasco più, perdi un elettrone,,, o un Pruitone?
    A saperlo.
    Mah!

  3. Bigbamboo, potresti venire a dare il tuo “fondamentale” contributo di opinione alla prossima assemblea pubblica? Per il resto vediamo dai. Ti aspetto.

  4. Rino: vediamo se ho capito bene.

    FINMAN è la responsabile.
    FINMAN E’ FALLITA, il Comune è nella lunga lista dei creditori, forse all’ultimo posto (al primo ci saranno giustamente i dipendenti e fornitori)
    Tu mi dirai: La LEGGE impone al Comune di intervenire in solido per bonificare la zona COI NOSTRI SOLDI , ovvero di tutti i CITTADINI
    Domande:

    1- il Comune è già proprietario della Piazza? La manutenzione fino al 6/7/2024 chi la fa e chi la paga?
    2- si può sapere cosa c’é scritto sui rogiti dei proprietari che hanno comprato? Ovvero a chi spetta pagare? Chi ha rogitato sapeva di questo problema o il Notaio era sempre quello della FINMAN?
    3- ci potrà essere qualche briciola per il Comune una volta soddisfatti i creditori primari? Sennò mi spiace ma BigBamboo con la sua Determinazione n. 5673 ha ragione !

    Lo so che Buccinasco Più é il tuo feudo dove prendi un sacco di voti e di consensi, ma queste cose devi dircele CHIARAMENTE !!!
    Va bene la storia, ma tra le righe mancano le risposte a quelle 3 domandine….
    Quando è la prox assemblea pubblica su questo argomento?

    Ciao !

  5. Ribenord. Io sono stato il più votato alle ultime elezioni comunali in tutti i seggi di Buccinasco. Il mio “feudo”, quindi, al massimo è tutta la città.

    Le altre domande che fai fanno desumere che non sei informato. Capisco. Appena ho tempo ti rispondo. Il bigbamboo serve x ravvivare il blog. Non è cosa seria…

  6. Ma allora se sei stato il + votato come mai NON sei Sindaco ma solo ViceDelSindaco???
    Forse perchè eri nel Partito, sorry Lista Civica SBAGLIATA ????

  7. polemiche a parte…….se rispondi ai punti 1 e 2 di RobeNORD ci fai un gran servizio di informazione
    grazie

  8. Si, ma teniamo conto che ho già dato le risposte molte volte. Se si cerca nel blog si trova tutto.

    1- il Comune è già proprietario della Piazza? La manutenzione fino al 6/7/2024 chi la fa e chi la paga?
    Il Comune non è proprietario, la piazza è PRIVATA ad uso PUBBLICO, la manutenzione (finchè vige l’attuale convenzione) spetta al super condominio, sia che questo ci sia o non ci sia, per legge c’è di fatto. E’ facoltà del super condominio e del comune, concordare una nuova convenzione.

    2- si può sapere cosa c’é scritto sui rogiti dei proprietari che hanno comprato? Ovvero a chi spetta pagare? Chi ha rogitato sapeva di questo problema o il Notaio era sempre quello della FINMAN?
    Dopo attenta analisi e sentito il notaio (che ha fatto nota scritta), SI, in tutti i rogiti è citata la convenzione, ma anche se così non fosse vale lo stesso la convenzione edilizia. Ai condomini spetta pagare la manutenzione ordinaria e straordinaria della piazza, nulla di più. Infatti rilevo che viene fatta.

    3- ci potrà essere qualche briciola per il Comune una volta soddisfatti i creditori primari? Sennò mi spiace ma BigBamboo con la sua Determinazione n. 5673 ha ragione !
    Non posso saperlo, a occhio direi che sarà dura visto il valore del capitale e i crediti vantati da molti soggetti, noi abbiamo chiesto conto e chiederemo conto legalmente fino all’ultimo.

    Il fatto che in Italia le cose vadano male non è colpa mia, aspetto sempre che riusciate a farmi diventare capo del mondo in modo che io possa fare giustizia.

  9. INAUDITO!!!

    “VICEDELSINDACO VUOL DIVENTARE CAPO DEL MONDO”!!!

    Che sia Pruiti apparso alla Madonna??

    Mah!

  10. grazie per le risposte!

    quindi se non erro i prossimi obiettivi sono:

    bonifica
    modifica/annullamento della “stupida” convenzione (mio parere personale) nella quale è inserita anche la scuola Novaterra e le abitazioni di edilizia “calmierata/agevolata”
    il comune diventi proprietario delle aree (piazza e verde limitrofo)
    riprogettare la piazza con un arredo urbano DIGNITOSO, aumentando i parcheggi
    realizzare un parco nelle aree limitrofe (era stata creata anche una pista ciclabile – se non erro dall’ ERSAF)

    confermi?

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...