#BUCCINASCO Parolacce sulla facciata della chiesa, ma le Belle Arti vietano il restauro

chisettacorriereCorriere della Sera – 20 ottobre 2015- Di Olivia Manola – Per tenere a bada i più arrabbiati, il vicesindaco di Buccinasco ha dovuto persino lanciare un allarme sui social network: «Che a nessuno venga in mente di coprire di propria iniziativa le scritte offensive che imbrattano la chiesetta di San Biagio. Chi lo fa rischia una multa fino a 3 mila euro e una denuncia penale per deturpamento di opere di interesse storico e artistico».

Perché è vero che basterebbe una mano di vernice per coprire le tag e gli insulti che da nove mesi fanno bella mostra di sé sulla facciata, ma è altrettanto vero che la legge lo vieta. Serve il via libera della Soprintendenza alle Belle Arti e al Paesaggio. Senza il nullaosta l’edificio non si può nemmeno sfiorare, nonostante basti un intervento minimo che diversi cittadini e fedeli si sono offerti di fare. Un bel paradosso: liberi i vandali che sono riusciti ad agire indisturbati, sanzionati i volontari che decidessero di sistemare i danni. Ed è qui che la vicenda di questa piccola chiesa del XIII secolo si fa ingarbugliata, in un classico esempio di burocrazia all’italiana. Perché da nove mesi la Soprintendenza si fa attendere.

A messa con imbarazzo

«Abbiamo consegnato la pratica alla Soprintendenza a febbraio. Li abbiamo risentiti ad agosto, dopo decine di telefonate e mail a vuoto. Alla fine hanno riferito di aver perso i documenti del caso. Li abbiamo riconsegnati. Ma non è servito a nulla», spiega il vicesindaco Rino Pruiti. Intanto, la chiesetta, che per una bizzarra scelta urbanistica si trova al centro di una rotonda, continua ad essere frequentata dai fedeli per la messa della domenica e per le altre celebrazioni, con l’imbarazzo di dover accedere alla navata tra gli insulti lasciati dai vandali. A luglio, una coppia di sposi che aveva scelto da tempo di celebrare qui il proprio matrimonio, ha fatto realizzare delle paratie per coprire le scritte in modo che non apparissero nelle foto e nel video delle nozze. «Per la messa di Natale riavremo la nostra chiesetta pulita. Non so come, ma è una promessa che faccio ai cittadini», chiosa il vicesindaco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 thoughts on “#BUCCINASCO Parolacce sulla facciata della chiesa, ma le Belle Arti vietano il restauro

  1. La Soprintendenza che “si perde” i documenti presentati…….non è possibile…questo è uno scontro politico bello e buono….è una cosa che grida vendetta ed è contro la religione cattolica.

    Se era una moschea avevano già stanziato i fondi e rimodernato tutto in nome di Allah…..

  2. Rino non se ne può più, adesso chiamiamo il Gabibbo e le Iene !
    Non siamo capaci di sistemarci la nostra Chiesetta e vogliamo la fermata della MM4, ma per favore !!! Ma mi faccia il piacere…

    Allora o la Soprintendenza si esprime entro 30 gg, facciamo entro 30 Novembre, o la sistemiamo noi costi quello che costi e li denunciamo noi per incapacità e ritardi.
    Se era una moschea era già tutto fatto da tempo.

    E’ ora di dire : BASTA !!!!

    Rino: se non sei parte della soluzione , allora fai parte del problema.

    Ciao

  3. Adesso che la cosa è uscita sul Corriere (pure quello cartaceo, che sicuramente negli uffici delle Belle Arti leggeranno assiduamente) autorizzeranno l’imbiancatura nel giro di poche ore…

    Detto questo, quando è stato imbrattato il Duomo da un imbecille, il Comune di Milano ha fatto pulire il giorno stesso.

    Come hanno potuto farlo se ci vuole l’autorizzazione?

  4. Un Sindaco o Vicesindaco della Lega Nord a Buccinasco convocava i giornalisti e le televisioni e poi in diretta si metteva a riverniciare la Chiesetta e guardando la telecamera ad alta voce esclamava….

    ” E ADESSO MULTATEMI O ARRESTATEMI SE NE SIETE CAPACI,BRANCO DI BUROCRATI MISCREDENTI….” !!

    Ma qui non siamo nemmeno in Lombardia e se lo siamo la mentalità è quella di Don Abbondio….

    Al massimo questi si mettono in ginocchio a pregare…….

  5. Ma quale legalità…e legalità….!!

    Questi che imbrattano ed i loro mandanti vi ridicolizzano ed hanno anche conoscenze fin su alla Sovrintendenza alle belle Arti e fanno sparire i fascicoli con le vostre richieste….è ormai evidente anche ai bambini….

    In questo modo i tempi si allungano e di conseguenza la vostra credibilità ed efficienza è minata alla base come Istituzione che non riesce a risolvere il banale problema…

    Perché qui non siamo in Lombardia……….!!! Volete svegliarvi o no ?

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...