Matteo Renzi & Ministro Stefania Giannini : dove sono gli insegnanti di sostegno ?

renzieNon essere un politico e trovarsi ad amministrare un comune per volere del popolo sovrano è frustrante, oltre che deprimente, non avendo nemmeno un partito a cui chiedere conto la cosa è ancora più triste. Di chi sto parlando? Parlo di me stesso. Come comune stiamo facendo sforzi enormi per aumentare l’attenzione e i servizi verso i soggetti diversamente abili, soprattutto verso i meravigliosi bambini e ragazzi “speciali” che abbiamo la fortuna di avere come studenti nelle nostre scuole PUBBLICHE STATALI.

Lo sforzo del nostro comune, sia in termini di spesa che di risorse umane è senza precedenti, non c’è mai stata un’altra amministrazione nella storia repubblicana di Buccinasco che abbia fatto di più (anche se personalmente credo che si possa fare molto altro ancora).

Purtroppo però NON possiamo sostituirci allo Stato centrale.

Sentiamo parlare di “buona scuola“, sentiamo parlare di migliaia di assunzioni a tempo indeterminato di insegnanti precari, ma poi entrando nelle nostre classi MANCANO GLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO, ancora una volta, le vittime di queste problematiche sono i più deboli, quei bambini che avrebbero bisogno una mano, un sostegno in più. E che, invece, si ritrovano senza nessuno.

Le nomine del ministero della pubblica istruzione tardano ad essere fatte, quindi alcuni bambini non possono iniziare l’inserimento a scuola, ovvero non possono godere del loro diritto-dovere all’istruzione.

Questa mancanza è vergognosa, non mi consola per nulla il fatto che sia una triste “tradizione” italiana.

Senza contare gli altri “diritti negati”, quelli che dovrebbe garantire la “città metropolitana”, la Regione e le ASL di competenza.

Presidente del Consiglio e Ministro Giannini, fate qualcosa SUBITO ! Oppure abdicate e lasciate fare a noi comuni, dandoci le norme e i fondi necessari.

Rino Pruiti
Vice del SIndaco
Buccinasco MI

Annunci

8 thoughts on “Matteo Renzi & Ministro Stefania Giannini : dove sono gli insegnanti di sostegno ?

  1. Se l’Italia fosse un paese FEDERALE caro Rino, avresti risolto i problemi attuali che rivendichi…..!!

    Con le tasse che rimangono sul territorio e NON vanno a Roma per poi essere richieste indietro in minima parte come “elemosina” ci si potrebbero pagare tutti gli insegnanti di sostegno che vuoi ed anche l’asilo parrocchiale SENZA PAGARLO DUE VOLTE tramite le tasse spedite a Roma e le tasse comunali di ben 500.000 euro prelevate ogni anno .

    Quindi ci vuole prima un bel vero FEDERALISMO e poi tutto il resto viene “facile”di conseguenza.
    In questo modo si riducono anche gli sprechi della spesa pubblica…..o no ?

  2. Roberto DM, si… devo confessare che la prima versione di questo post era molto poco istituzionale e faceva nomi e cognomi dei cialtroni che hanno governato l’Italia negli ultimi decenni parlando a vanvera di federalismo senza poi fare nulla, poi ho tolto quei passaggi perchè, in fondo in fondo, sono il vice sindaco di tutti.

  3. Riporto per correttezza l’immediata risposta della deputata Simona Flavia Malpezzi del PD

    Simona Flavia Malpezzi — Carissimo, ho letto con attenzione e visto che sono venuta da voi diverse volte, trovo giusto dare qualche spiegazione. Parto dicendo che comprendo i disagi e le preoccupazioni di chi amministra che però dovrebbe essere abituato a leggere i problemi in modo completo. Quest’anno siamo riusciti ad assumere l’11 percento in più di docenti di sostegno. Non bastano, certo. Ma abbiamo messo sul sostegno quelli che nelle Gae hanno scelto di essere assunti su quei posti e non sulla materia.bsai certamente che non esiste la classe specifica sul sostegno e che quindi molti specializzati hanno scelto di insegnare la loro materia. Legittimo. Abbiamo poi gli specializzati di seconda fascia: a loro abbiamo fatto i contratti a tempo determinato, come previsto, in attesa del concorso. Succede però che in alcune province non ne abbiamo. Colpa di Renzi e Giannini? O colpa di chi per anni non ha voluto mai mettere mani su un sistema che costa? Noi faremo persino il concorso sul sostegno, lo bandiremo entro dicembre. Proviamo a risolvere i problemi e nel frattempo il Miur sta derogando. Rimango a tua disposizione e ti ringrazio per la tua riflessione fatta sicuramente con il cuore.

  4. Vicesindaco di tutti….guarda caso la colpa è sempre di chi ci ha preceduto….10 anni di Centrodestra e 10 anni di Centrosinistra per farla breve….ma da tre anni governano tre Premier diversi non eletti…..e quindi parliamo del presente che del passato ormai è inutile parlare….!!!

    Sei favorevole o contrario ad un vero FEDERALISMO…questo è il punto.

  5. Rino non hai risposto alla domanda di DM.
    Lasciamo perdere lo scaricabarile sul passato per trovare le colpe. C’é un problema, va risolto. Punto.
    Una cosa è certa: questi studenti SPECIALI non possono andare alla scuola privata perché costosa e anche perché non li vogliono, diciamolo chiaramente. Quindi pubblica, e io sono ben contento. Non ci sono insegnanti: il comune li trova in modo autonomo coi soldi del patto di stabilità. Questo per me é una parte del federalismo. Il resto SOLO CHIACCHIERE. Poi la signora Simona Flavia Malpezzi del PD la conosco molto bene, lascio a te i commenti, dopo aver letto i post sulla sua pagina:

    http://simonamalpezzi.com/chi-sono/

    Ma mi faccia il piacere !!!!! Suvvia !!!

  6. Pingback: Matteo Renzi & Ministro Stefania Giannini : dove sono gli insegnanti di sostegno ? - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...