#Buccinasco: Al via i lavori in via Valtellina

alberiBuccinasco (20 luglio 2015) – Saranno 19 le piante nuove che andranno a sostituire le vecchie e arricchire via Valtellina.

I precedenti arbusti che popolavano la via, ridotti ormai a pochi esemplari malati e malridotti, le cui radici hanno danneggiato i tornelli di contenimento e porzioni di manto stradale, saranno sostituiti da piante nuove, in salute e nel completo rispetto delle normative regionali che suggeriscono queste essenze perché adatte al territorio e immuni dal pericolo di contrarre il tarlo asiatico (Cercis Siliquastrum, comunemente chiamato Albero di Giuda).

Non è tutto: non solo nuovi elementi che incrementano il già immenso patrimonio verde di Buccinasco e che daranno esteticamente un’altra visione della via, ma anche interventi per la sistemazione dei marciapiedi, in entrambi i sensi di marcia, che verranno realizzati completamente in autobloccanti.

Nessuna modifica per gli spazi e la successiva viabilità: i marciapiedi avranno le stesse dimensioni dei precedenti malmessi, in modo da poter continuare a sfruttare al meglio lo spazio al ciglio della strada come posteggio. In più, sono previsti interventi di asfaltatura che interesseranno tutta la via, nuove strisce che delimitano le aree di parcheggio, che saranno previste tra gli spazi occupati dagli alberi, come adesso, e nuova segnaletica orizzontale per le strisce pedonali ormai sbiadite.

«Iniziamo ora gli interventi che si concluderanno verso l’inverno – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Rino Pruiti – . Interventi che si erano resi necessari anche per la sicurezza di pedoni e automobilisti in quanto le radici delle vecchie piante avevano guadagnato spazio sollevando parti di strada e creando varchi nei tornelli. Un pericolo che scongiuriamo con i nuovi tornelli più ampi. La via potrà non solo essere più sicura e fruibile, ma anche più bella grazie alle nuove piante che sostituiscono quelle vecchie e malate».

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Advertisements

65 thoughts on “#Buccinasco: Al via i lavori in via Valtellina

  1. ….e dopo aver sistemato la via e ri-piantumato ed asflatato con asfalto nuovo…magari bisognerà rompere di nuovo per la fognatura o la fognatura manca solo nella adiacente via val D’Ossola…?

    In zona non era meglio pensare alla fognatura come per via Romagna….??

    O ci vuole prima l’allagamento???…che tanto non se ne accorge nessuno che la fognatura in via Val d’Ossola non c’è….tranne i proprietari di case……

  2. Roberto DM … la fognatura c’è, sei rimasto indietro, i proprietari al limite si devono attaccare… non svegliare il can che dorme 😉

  3. GRANDE RINO ERANO 50 ANNI CHE ASPETTAVAMO MARCIAPIEDI NUOVI E ASFALTO NUOVO (SE FOSSE POSSIBILE QUANDO TAGLIANO ALBERI PRELEVEREI UN PO DI LEGNA) AVANTI COSI’ FATTI NON PUGNETTE. ROBERTO ABBASSA LO SGUARDO QUANDO PASSA PRUITI

  4. Sono contento per gli abitanti della via e per il decoro della città. Ma perchè qualche tempo fa hai detto che non c’ erano soldi per sostituire le piante ammalate dei nostri viali e che quindi questi erano destinati a diventare vie implumi?

  5. Giuseppe, si ma caso per caso, in questo caso le piante sono in strada, non sul marciapiede e rifaremo anche asfalto insieme ai marciapiedi. In generale confermo che non si ripianterà in quasi tutte le altre situazioni, specialmente per quelle vie adiacenti ai parchi cittadini (non è il caso di via valtellina).

  6. Sì ho capito: tutto il verde confinato nei parchi e le strade sgombre per le fantasie degli assessori al traffico scorrevole.

  7. No Giuseppe, non sono solo mie fantasie ma ragionevoli decisioni. Non siamo a Corsico o a Cesano dove il territorio è cementificato oltre l’80%, qui siamo al 46%, qui abbiamo tante aree verdi, un milione di metri quadrati. Dobbiamo riuscire a mantenerlo e a non abbandonarlo per gli alti costi, evitando anche di consumare suolo. Quasi tutti i quartieri hanno spazi verdi enormi a portata di mano. Avrai notato che quest’anno abbiamo piantato un migliaio di alberelli piccoli e arriveremo a un centinaio di medio grandi… il saldo è decisamente attivo!!!

  8. Ciao “Menomale” quando passa Pruiti io non abbasso mai lo sguardo, anzi io per primo gli vado volentieri incontro,lo saluto e gli parlo pure……!!

    La via Val D’Ossola invece dovrebbe essere fatta a senso unico perché ha una curva molto pericolosa causa “parcheggio selvaggio” a lato strada e per fare una cosa sensata il senso unico dovrebbe iniziare dalle due intersezioni con via Valtellina in modo tale che entrando da via Lario e da via Trieste nei brevissimi tratti prima di intersecare via Valtellina, rimanga il doppio senso di marcia.
    Io il senso unico lo farei dopo lo stop di via Valtellina entrando da via Lario in via val ‘Ossola anche perché i residenti molto spesso ritornano a casa da lì ….ma tutto è fattibile e migliorabile….

  9. Ce l’ hai insegnato tu: dove ci sono piante non si possono fare variazioni urbanistiche. Benissimo.
    Però questo accanimento terapeutico al contrario contro le piante dei viali mi sembra sospetto. Abbiamo visto che il costo di una pianta (1 euro) è irrisorio, dunque non è quello il problema se si rinuncia a modificare tornelli, rifacimenti stradali e studi di fattibilità. Strano, su questo punto sei più irremovibile di un gesuita e mi chiedo il perchè. Siccome sono malpensante, la risposta che mi sono dato deriva dal tuo stesso insegnamento: se le piante schiattano di loro e voi concedete l’ eutanasia, cadono anche i vincoli ed i rimproveri morali dei cittadini. Mi ricordo perfettamente che all’ inizio, la nuova giunta pensava di creare un’ isola pedonale che partiva dalla Chiesetta e attraverso le fabbriche dismesse dietro il Dromokart, giungeva da qualche parte vicino al Comune. Per rendere più godibile la passeggiata tutto intorno dovevano sorgere nuovi negozi (qualcuno fece notare che sarebbero stati solo negozi cinesi), in un momento in cui i pochi negozi di Buccinasco stavano chiudendo. E’ stato il sogno di tutte le giunte quello di creare un centro città, dove un centro non c’ è mai stato ( in tutte le mappe ufficiali il centro di Buccinasco è il Castello al di là della tangenziale). L’ idea credo sia stata accantonata per mancanza di risorse, ma non si sa mai. Però per fare una cosa del genere bisogna stravolgere la viabilità ed ecco che le piante dei viali diventano un intralcio, dunque muoiano pure.
    Adesso ri-dimmi che sono confuso.

  10. Pingback: #Buccinasco: Al via i lavori in via Valtellina - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  11. Giuseppe riassume in poche parole quello che i politicanti di Buccinasco ci hanno sempre “venduto” prima delle elezioni….il “mito” del CENTRO PEDONALE DI BUCCINASCO”……!!

    Io ho sempre sostenuto che si vive benissimo, anzi meglio, senza un CENTRO a Buccinasco ….!!
    Bisogna sfatare i falsi miti improponibili…..e aprire gli occhi alla realtà…..ed il buonsenso di Rino Pruiti mi trova totalmente d’accordo…le piante a Buccinasco stanno benissimo nei giardini privati e nei parchi e non a bordo strada che poi cadono come è successo in via Morandi con un pioppo secolare…..!!!
    In via Greppi sono sparite le robinie a bordo strada fino al semaforo di via Morandi ma grazie al verde esistente dei privati e pubblico non è praticamente cambiato nulla visivamente, anzi si vedono meglio le belle piante che già c’erano ed erano “oscurate” visivamente dalle robinie….e la via greppi si presenta addirittura più ariosa e più bella di prima……..!!

    Avanti tutta così …Vicedelgianbattista…..!!!

  12. Vocedelsindaco, Sotto il Siliquastro, Giuda Iscariota diede il fatidico bacio del tradimento a Gesù e più tardi, travolto dal rimorso, vi si impiccò.
    Sembra che la storia si ripeta. Per i miserabili “30 denari” il nostro vicedelsindaco condanna codesti 19 alberi a morte, purchè curarli. Egli, il paladino, propugnatore del verde cittadino.
    Taracchi dicono che” la Contraddizione” muove il mondo, ma in questo caso un altro “Giuda” è apparso sulla terra.
    Ma gli “Ortotteri penta stellati” gliela faranno passare??
    A saperlo

  13. Biggest Bamboo i pentastellati di Buccinasco sono impegnati nel coltivare i buoni rapporti di vicinato e a seminare la coscienza civica…….poi raccoglieranno quello che hanno seminato….

  14. Roberto DM, le piante lungo le strade non cadono tutti i giorni, e le robinie possono essere sostituite da altre meno problematiche. Poi non è solo una questione di estetica; creano un po’ d’ ombra per chi vuole passeggiare e sarebbero soprattutto le persone anziane ad usufruire di questa concessione. Ma gli anziani non contano nulla, anzi se schiattano fanno felice l’ Inps, migliorano il PIL, e ringiovaniscono il paese (a quando l’ indulgenza plenaria per chi elimina un pensionato?). Nel nostro piccolo bisognerebbe cercare di vivere meglio, tutti, facendo caso alle piccole cose che sembrano insignificanti. Non avete notato che nei parchi la maggior parte delle panchine sono sotto il sole implacabile anzichè sotto le piante?

  15. Giuseppe le panchine non sono sotto le piante perché altrimenti gli uccelli che stanno sulle pante ti mirano in testa…..!!!
    Bisogna sempre vedere il lato positivo delle cose…..al di là delle teorie antigalileiane per brevità di concetto…..del nostro esimio Vicedelgianbattista…..

  16. Roberto:
    “ gli “Ortotteri” pentastellati di Buccinasco sono impegnati nel coltivare i buoni rapporti di vicinato e a seminare la coscienza civica…….poi raccoglieranno quello che hanno seminato”??
    Dice il mio Amico Taracchi:
    CHI SEMINA RACCOGLIE, MA CHI RACCOGLIE SI CHINA… E A QUEL PUNTO È UN ATTIMO!!!
    Gniahoo!!

  17. Gentile Rino, la parola pessimista ti piace proprio!! il sole gira? Credimi a girare è altro sentendo queste risposte.
    Per Giuseppe: a noi cittadini di Buccinasco piace di più il passaggio dei TIR e tutto il traffico proveniente da Milano Corsico Assago. L’Isola pedonale di cui parli è stato uno specchietto per le allodole in tempo di elezioni……Quasi quasi sarebbe da proporre la rimozione del verde intorno alla chiesetta in modo tale da creare più visibilità a tutti i mezzi!!!!!!!

    Luciana F.

  18. Luciana F., come sempre rispetto le tue opinioni, però bisogna anche leggere e capire quello che tentiamo di fare. Da diversi anni si cerca di farsi dare dalle due proprietà PRIVATE un pezzo di terra che permetterebbe la costruzione della bretella lomellina/meucci, partendo dalla rotonda di via lomellina/scuola “nova terra”. Senza quel collegamento è impossibile deviare il traffico. Nessuno specchietto per le allodole ma una precisa volontà che, per quanto mi riguarda, è un preciso impegno politico anche dal 2017 in poi. E’ tutto scritto nel PGT.

  19. Male Luciana, male… il PGT è il documento fondamentale che determinerà tutte le scelte. Stiamo anche pensando di rivedere alcuni errori e migliorare il tutto, ovviamente in maniera partecipata ascoltando tutti.

  20. Buongiorno Luciana di via Lomellina……ha tralasciato il “traffico” proveniente da Trezzano sul Naviglio….che non è poco….!!!
    A Buccinasco il vero traffico c’è stato solo due volte negli ultimi 40 anni e cioè quando la Tangenziale Ovest era bloccata da Trezzano ad Assago e tutti uscivano passando da Buccinasco….per rientrare poi ad Opera o Assago stessa…..e la VIABILITA’ DI BUCCINASCO HA RETTO L’IMPATTO…..quindi tutto funziona egregiamente…..SENZA IL BISOGNO DI SENSI UNICI SULLE VIE PRINCIPALI…….!!!

  21. Dimenticavo signora Luciana che lei non se la deve prendere con il VICEsindaco…ma con il sindaco in persona che abita in via Gramsci e non vuole il collegamento stradale GUIDO ROSSA-GRAMSCI-INDIPENDENZA che risolverebbe in gran parte i suoi problemi di traffico…ma poi passerebbe sotto casa del SINDACO……capitto mi hai ???

  22. Vice sindaco anch’io rispetto le tue opinioni se rimangono tali e non pretendono di diventare certezze. Non me la prendo con nessuno però non posso sentirti dire che una strada di collegamento in più non alleggerirebbe il traffico concentrato unicamente in chiesetta. Chiudere la questione traffico con l’ipotetica bretella meucci – Lomellina è davvero l’unica soluzione? Scusa ma non basta
    Per Roberto: Creda a me, probabilmente la strada in più disturberebbe lo svolgersi delle partite di calcio allo Scirea!!!!

  23. Per l’Anonimo…..e per il Vicedelgianni…..

    La bretella Meucci -Lomellina non risolverà proprio nulla…..sarà insignificante per Noi di Buccinasco perché finisce comunque sulla via Lomellina e poi non va da nessuna parte.

    Gli unici che ne beneficeranno saranno i cittadini di Romano Banco che andranno alla Nova Terra passando dal Cimitero e non dalla via Emilia…..stop….fine….!!

    Infatti gli assi viari principali a Buccinasco sono solo tre …la via Emilia….la via Resistenza e la via Lomellina….tutto il resto è secondario…..!!

  24. Roberto DM ma come stai messo? E le 3.000 famiglie che vivono ai musicisti non la userebbero? Continuerebbero a passare apposta dalla chiesetta? E il divieto per tutti i mezzi pesanti come lo vedi?

  25. Mi scuso per non essermi firmata. Sono Luciana Ferrari. Ma possibile che non riesco a spiegarmi? Io non parlo del nostro traffico interno ma di tutti coloro che provengono da fuori Buccinasco. Ma poi scusa 3.000 famiglie non sono 3.000 mezzi.!!!!!l divieto del traffico pesante è un sogno irrealizzabile se non ci sono studi che prevedano un percorso diverso da quello attuale.
    Io dico la mia: è necessaria una strada esterna che colleghi assago a Milano senza attraversare Buccinasco. Perchè non potrebbe essere pensata a ridosso del centro sportivo Scirea?
    Roberto DM ha ragione se non si esclude l’attraversamento di via Lomellina è tutto inutile.

  26. Ecco bravissimo……e le 3.000 famiglie che vivono ai musicisti non userebbero il collegamento via Guido Rossa -Gramsci -Indipendenza tornando da Milano ?
    Continuerebbero a passare apposta alla Chiesetta?

    P.S.
    Per la verità le 3000 famiglie che vivono ai musicisti e che devono andare verso Assago appena incrociano via Resistenza fanno prima a girare a destra verso Assago senza andare a cercarsi anche il traffico in via Lomellina……

    P.s. 2
    spiegati bene ….il divieto per tutti i mezzi pesanti sulla bretella Meucci Lomellina o dove ??
    Perchè il divieto in Chiesetta per i mezzi pesanti tu sai benissimo chi l’aveva caldeggiato ed infine è riuscito ad ottenerlo…..neh….!! Comitato Contro i Sensi Unici della Chiesetta….2004-2005

  27. Una circonvallazione di Buccinasco sarebbe su territorio di Milano Luciana… se già non riusciamo a fare le cose piccole.

    Una volta fatta la bretella “lomellina-meucci” si può impedire ai tir di passare dalla chiesetta

  28. I Tir che passano in Chiesetta ci vanno solo per scaricare e caricare nelle ditte che non sono ancora chiuse…mentre tantissime hanno chiuso da mò…dalla Cartaria Morandi di via Grandi alla Hodara Utensili di viale Lombardia…… Ecliss …mentre altri hanno traslocato saggiamente in via Lazio……!!!!

    Dove li vedete tutti sti TIR…che non ci sono più le Aziende e non c’è lavoro…di cosa parliamo ?

    Siamo nel 2015….non nel 2005……!!!
    Son passati 10 anni e a Buccinasco non è cambiato niente,per dirla con parole incensurabili…..

    LA POLITICA CI HA VENDUTO NEGLI ULTIMI 30 ANNI SOLO PROMESSE DI RIQUALIFICAZIONE IN CHIESETTA ED A ROMANO BANCO MA SEMPRE PRIMA DELLE ELEZIONI……ma poi hanno costruito sempre i quartieri nuovi dai Musicisti…a
    Cadorna a Buccinasco Più……!!!

    SOLO CHIACCHERE E DISTINTIVO…….!!!!!

    Manco Romano banco si riesce a riqualificare mentre ad ASSAGO HANNO FATTO I FATTI……E ADESSO è bellissima la via roma e dintorni di ASSAGO……non riusciamo neanche a copiare…..!!

  29. Roberto dm, tu sei un caso rarissimo di leghista-comunista, che si fa si espropria tutti gli immobili della chiesetta e si costringe a cacciare i soldi per fare quello che prevede il PGT? Nemmeno ai bei tempi della Germania dell’ est. Luciana dice che passano i camion davanti a casa sua in via lomellina… mettetevi d’accordo, passano o no?

  30. Roberto DM se vuole faccio un reportage fotografico del traffico pesante in via Lomellina!!
    Rino: per gli abitanti di questa zona di Buccinasco sarebbe un trionfo non avere più tremolio di vetri e pavimenti.
    Qualunque iniziativa che preveda il divieto ai tir per me è un successo.

  31. Luciana lei non mi convince perché quando ha preso casa in via Lomellina o giù di lì….doveva guardare bene cosa c’era fuori dalla finestra…….inutile adesso lamentarsi….oggi è meglio di ieri……tante ditte purtroppo hanno chiuso…..è incontestabile questo dato…..!!!

    Se i TIR vengono ancora verso la Chiesetta a chiedere informazioni come una volta…….vuol dire che manca la segnaletica che indica la zona industriale di Buccinasco o che gli autisti non usano bene il navigatore……ammesso che lo usino…..!!!!!

  32. Roberto DM , noi non è che facciamo le cose giuste perchè ce lo dice Luciana o perchè quelli di via Lomellina hanno comprato casa sapendo del traffico, così come quelli di via salieri che adesso gli da fastidio la tangenziale, noi lo facciamo perchè è giusto e perchè vogliamo migliorare il territorio, guarda come sono generoso, parlo al plurale…

  33. Rino ma quale esproprio leghista-comunista…anni fa a Buccinasco era in atto un vero e proprio esproprio liberale che più liberale non si può………talmente liberale che è finito come doveva finire..! Male…

    Almeno così raccontavano i bene informati……

  34. Roberto DM, è finito – finchè ci siamo noi – il tempo del partito del mattone, ma questo non vuol dire che possiamo costringere i privati a fare quello che non vogliono fare.

  35. Quelli del partito del mattone aspettano tempi migliori…solo loro lo possono fare…..e intanto magari comprano a prezzo di saldo da chi è in difficoltà…..poi fra 5 o 6 anni torneranno alla carica più forti che mai…..e aspettano anche la Metroplitana con la fermata a Ronchetto…..un plus valore per ripartire a costruire case a Buccinasco….!!!

    Già li vedo i volantini nel 20022…..Vieni a vivere a Buccinasco…a due passi dalla MM4 di Ronchetto…nel polmone verde del Parco Sud Milano rimboschito saggiamente da Rino Pruiti….e meritatamente oggi Sindaco……!!!!

    Nel frattempo…SI SALVI CHI PUO’……!!!

  36. “Un altro pezzo della via Gluck sta per essere SGOZZATO” dice Celentano a Pisapia, per il taglio di 576 alberi in Milano. Gli fan eco, Dario Fo, Beppe Grillo
    (“Il ragazzo della via Gluck”) chiede un passo indietro per tutelare l’area verde della città”.
    Ma Pisapia ha già deciso per il taglio degli alberi secolari.
    Nel “suo piccolo” il Nostro vicedelsindaco, lo vuole emulare in via Valtellina, “sgozzando” gli alberi della strada, e non fa passi indietro.
    Parte da qui la tanto inneggiata “Città metropolitana”? Quello che fa Milano in larga scala, viene replicato in ridotta dai comuni limitrofi?.
    Nasce di certo sotto cattivi auspici. Sull’uccisione di d’ alberi, che già esistevano, ancor prima della nascita del sindaco di Milano e del nostro Preclaro
    L’avevamo votato perché lo credevamo “Rock,” ma si sta rilevando tutt’altro.
    Invito quelli di via Valtellina al momento del taglio d’incatenarsi agli stessi per evitare lo scempio
    Taracchi a te la chiosa!

    “Un Albero è per sempre”!

    E quelli piantumati dal vicedelsindaco??

    “Dio ce ne scampi e liberi!”
    “Lavori d’un princi… piante”!
    Namo bene namo proprio bene

  37. Rino ho scritto che sarai Sindaco in carica nel 2022….ma ci ho messo uno zero in più…..!!
    Volantini del 2022 duemilaeventidue…..quando termineranno i lavori della MM4…..!!!

    Tu continua a fare buona politica…..e spera ….che prima o poi si avvera…..

  38. Ma della via Val d’Ossola non si interessa mai nessuno ? La strada e i marciapiedi sono conciati male quanto la via Valtellina (ma forse peggio)

  39. L’ unica soluzione che vedrei per fare una tangenzialina che non passi sotto le finestre di nessuno e che libererebbe definitivamente Buccinasco dal traffico consisterebbe nel collegare la rotonda della Novaterra alla via Cascina del Mulino Bruciato interamente in territorio di Buccinasco, ma proprio sul confine con Assago e Milano. Ma per fare questo sarebbe necessario spostare il campo Scirea di 30 m in direzione del parco Robbiolo riducendo il parcheggio dello Scirea stesso ( quasi sempre vuoto). La strada dovrebbe passare alle spalle di Milano Più, il più lontano possibile dalle case, nell’ area dove, se ho capito bene, c’ è una piantumazione in arrivo. Credo che il costo di spostare la struttura dello Scirea sia inferiore a tutte le altre soluzioni possibili.

  40. Al di là del costo, perchè dici che l’ opera non sarebbe tutta in Buccinasco se scorresse tutta sul confine con Milano, ma sempre restando nella nostra sponda? Non riesco a trovare nessuna mappa che riporti i confini in quella zona

  41. Giuseppe il confine è contorto. Sono ipotesi progettiali già verificate, non è più un’opera fattibile senza abbattere qualcosa e i costi non sono più alla portata di un comune

  42. Ancora una risposta vaga. Cosa bisognerebbe abbattere? Forse qualche tua pianta? L’ unica struttura da modificare sarebbe lo Scirea. I costi andrebbero comparati con quelli alternativI. Ma quali sono le alternative? Volete la fermata della metropolitana in Buccinasco. Bene. Ma un deposito ed una stazione sono due cose ben diverse. Dunque la stazione dovrebbe essere ben prima del deposito, diciamo in zona via Enna – via Merula nel migliore dei casi. E per raggiungerla aumenterebbe il traffico sia interno che di attraversamento. E dove lo facciamo passare questo traffico? Ovvio, dove già ce n’ è. E come la mettiamo con la qualità della vita che uno ha scelto venendo a vivere a Buccinasco? Sono affari suoi. Poteva starsene a Milano.

  43. Giuseppe la tua analisi è un po campata in aria, lo studio di una circonvallazione di Buccinasco era stato fatto dalla ex provincia, si chiamava “strada parco” perchè tutto su Milano e su territorio del parco agricolo sud Milano. Non c’è relazione tra nuova fermata M4 a ronchetto e aumento del traffico su Buccinasco. Sono analisi che vanno fatte da tecnici preparati. Ad esempio le due nuove fermate della M2 su Assago non hanno portato un aumento di traffico a Milanofiori, ma anzi una diminuzione. Ripeto: in ogni caso non possiamo permetterci opere pubbliche di quel livello e di quel costo, ne ora ne mai, quindi è quasi inutile parlarne.

  44. Giuseppe…bisognerebbe sapere per bene la Storia di Buccinasco…..e te la può raccontare solo chi ci è nato…quindi se vuoi qualche lezione di storia …..rivolgiti a me….che il buon Rino non può raccontartela sul blog…..non è che può dirti che ci aveva già pensato tantissimo tempo fa anche Maiorano a questa ipotesi…ma poi invece ai tempi del PSI di Craxi …..sul percorso son spuntate le case…la scuola….e niente nuova strada……..!!!

  45. Roberto DM grazie per la disponibilità. Io vivo a Buccinasco dal 1994 e molte cose le ho viste anch’ io.
    Rompo le scatole affinchè gli amministratori non ci propinino soluzioni rattoppo che peggiorino la situazione
    esistente. Ormai sono molto critico su tutto. Quando mi si dice che una fermata della metropolitana remota non aumenterà il traffico di Buccinasco e che analisi vanno fatte da tecnici preparati, quasi mi offendo.
    Ricorderai senz’ altro che quando fu completato il ponte Giordani, la giunta di allora guidata da Carbonera fece analizzare il traffico da una commissione di esperti. La commissione disse che non c’ era stato quasi traffico.
    Peccato che i rilevamenti erano stati fatti la settimana successiva all’ apertura, quando gli automobilisti che gravavano sul ponte di Corsico, non sapevano neanche che esistesse quel nuovo ponte.
    Ma stiamo andando fuori tema. Sulle piante dei viali non sono d’ accordo nè con Pruiti nè con te. Anche Milano ha molto verde privato e nessuna pianta in strada. Forse a te piace Milano, a me no! Guardavo in questi giorni la mia via e cercavo di immaginarla senza piante: che tristezza. Per fortuna le tanto odiate robinie nascono spontaneamente e a meno di eccidi (peraltro possibili) dovrebbero sopravvivere anche alle prossime giunte oltre anche al sottoscritto sia ben chiaro. E’ quello che auguro ai nuovi cittadini di Buccinasco. Venti anni fa Buccinasco era molto più bella di adesso.

  46. Giuseppe 20 anni fa erano anni rucchi che si poteva spendere in specchietti… mentre la polvere stava sotto il tappeto e il sociale era solo elemosina… capisci a mè

  47. Giuseppe guarda che la mente degli esseri umani tende a ricordare di più quello che le piace……!!
    Carbonera e Pruiti andavano con le bandiere rosse nei pressi del Cavalcavia Giordani perché erano contrari alla sua apertura ed anche perché volevano il completamento dell’opera con la strada parco che portava ad Assago proprio perché temevano l’aumento del traffico ed io ed altri 4 commercianti abbiamo dovuto fare un Comitato per bloccare i famigerati sensi unici sulle vie principali di Buccinasco via Lomellina via Della Resistenza , Don Minzoni e via Lario a sensi unici contrapposti etc.etc……..questa è storia recente del 2004……!!!
    Io ero e sono favorevole all’apertura ed all’opera del Cavalcavia Giordani….come sono convinto che le piante devono stare nei boschi, nei parchi e nei giardini condominiali e privati e NON a bordo strada……!!!
    Dici che venti anni fa Buccinasco era molto più bella di adesso?
    Io dico comunque di no perché avrei preferito che Buccinasco venisse edificata con una precisa zona residenziale ed una precisa zona industriale…..e non come un “fritto misto” dettato da una mancanza di visione più ampia nel tempo……!!!
    Forse oggi con la crisi ed i capannoni vuoti è la volta buona per ripartire e riqualificare veramente Buccinasco ma serve un Sindaco che sia totalmente slegato dai PARTITI e frutto di una Lista Civica di soli cittadini……che faccia gli interessi di Noi di Buccinasco e PER BUCCINASCO……!!
    Mi sono spiegato ?

  48. Fai il bravo Vicedelsindaco..io ti “voglio bene” anche in momenti come questi in cui dici che io dico il falso….e quindi ti rinfresco la memoria e clicca sulle foto per ingrandire…..e vedi se ne trovi una con la Tua faccia e con Maurizio con la fascia tricolore……!!!

    Poi dimmi cosa ci facevate lì…..che io sono capace di ascoltare…..

    http://www.verdinavigli.org/2004/05/13/per-la-strada-niente-soldi-per-il-megaponte-si-la-gente-contro-il-cavalcavia-giordani

    P.S.
    Non ti ritirare dalla politica…tieni duro……!!!

  49. Roberto, ci riprovo senza speranza:

    Noi volevamo che ci autorizzassero lo “stradabus” pagato da noi verso Bisceglie MM1 , ATM negava permesso, ovvero volevamo contro-partite all’apertura del ponte, unica amministrazione di cintura che aveva osato fiatare contro Milano e il suo agire strafottente. Avevamo vinto allora, vinceremo anche domani.

  50. OK Ok guarda te la do buona perché ormai si pensa alle vacanze….ma non capisco perchè Milano non possa fare sul proprio territorio quello che pensa che sia giusto e che giusto in fin dei conti è….costruire un ponte che serve anche a tutti Noi di Buccinasco….!!

    Avete vinto con Milano….
    ma avete perso contro il Comitato Commercianti ed Imprese della Chiesetta contro i sensi unici sulle vie principali di Buccinasco che volevate attuare……..bella lì…….non li avete poi fatti….!!!

  51. Roberto DM, ti ho già detto che nemmeno mi ricordo dell’esistenza di quel comitato… se volessimo attuare delle scelte di viabilità lo faremmo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...