#Buccinasco amianto: “si può fare di più”

amiantoFin dal primo giorno del nostro mandato amministrativo, ci siamo occupati del pericolo ‘amianto’, tenendo sempre alta l’attenzione e dedicando molte energie a questo grave problema – clicca QUI + QUI + QUI + QUI + QUI + QUI.

Nonostante le difficoltà operative e la mancanza di una soddisfacente azione da parte della ASL, che in effetti sarebbe l’unico Ente preposto a sanzioni e verifiche sul territorio, a causa di un quadro normativo incompleto per l’assenza di una seria legge regionale, noi ci stiamo occupando della questione, dedicando le risorse necessarie per vincere questa battaglia di civiltà.

Nel 2014 e nei primi mesi del 2015, il lavoro di censimento per raccogliere le informazioni sullo stato dei manufatti in cemento amianto presenti sul nostro territorio ha ottenuto ottimi risultati.

Sono circa 200 i manufatti controllati, con dichiarazioni di assenza di amianto pari a circa il 19%. Nel 33% dei casi i manufatti in cemento amianto sono stati rimossi, quasi il doppio rispetto all’anno precedente, tra questi anche immobili di grandi dimensioni. Nel 26% dei casi, in base alla documentazione presentata prevista dalla normativa vigente, lo stato di conservazione dei manufatti che contengono cemento-amianto è buono e quindi si rimanda una rivalutazione ed eventuale rimozione al 2016. Nel 16% dei casi le verifiche proseguono per chiarire incongruenze, mentre per i restanti casi è prevista una rivalutazione entro il 2015.

Ricordiamo che i proprietari di edifici, impianti o luoghi che ancora non hanno smaltito l’eternit hanno l’obbligo, per non incorrere in reato penale, di inviare all’Amministrazione comunale la documentazione che ne certifica la presenza e l’indice di degrado. Queste situazioni devono essere sanate: ne va della nostra salute. Si può e si deve fare di più a Buccinasco.

La modulistica e la lettera di trasmissione sono scaricabili sul sito internet del Comune (e reperibili negli uffici di via Roma presso la segreteria tecnica al quinto piano). I documenti dovranno poi essere trasmessi al Settore tecnico – Servizio Edilizia Privata e Urbanistica, si possono scegliere varie modalità di presentazione: per mezzo di raccomandata a.r., consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo o tramite l’invio di un’e-mail certificata PEC all’indirizzo: protocollo@cert.legalmail.it

Invito tutti a segnalare eventuali casi sospetti, sarà poi nostra cura fare le opportune verifiche.

Rino Pruiti
Vice del Sindaco
Assessore Tutela Ambientale Ecologia
Buccinasco MI
Città Metropolitana

One thought on “#Buccinasco amianto: “si può fare di più”

  1. Pingback: #Buccinasco amianto: “si può fare di più″ - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...