MIO GRILLINO CHE GUARDI IL MONDO

tifoso2Amico pentastellato, so come stai. Le ho perse quasi tutte da quarant’anni in qua. E ogni volta, come te, davo la colpa al complotto. Ai brogli. Al Paese che non capisce. Chi non votava a sinistra – quante volte l’ho detto – era ignorante. O in malafede. O corrotto. O costretto dalla clientele.

Non se ne usciva.

Beh, ero un coglione.

Lo sono in massima parte anche ora, ovviamente. Però, da osservatore esterno, vedo meglio te che me.

E ti dico: guarda che non è così. Guarda che le ragioni per cui uno finisce a votare non dico Dell’Utri (che è la mafia) ma qualcosa che non gli somiglia per niente (cit.) possono essere infinite. Specie nell’età adulta.

E i tuoi capi (quello col cappelletto, l’altro che diceva di volersi ritirare e adesso cita poesiole che manco Marzullo) stavolta sono stati la ragione principale.

Immagina che Napolitano – non lui, non la trattativa: quel che rappresenta, lo Stato – venga minacciato di essere circondato da una folla tonitruante.

Immagina uno che dice: facciamolo noi pacificamente, di circondare il Quirinale, oppure lo farà qualcun altro. Non pacificamente.

Immagina l’ingresso nel linguaggio politico di Hitler, dei manifesti “O noi o loro” per strizzare l’occhio all’estrema destra, immagina che esistano conservatori non fascisti che fianco a fianco con quelli di Forza Nuova non vogliono finirci, pure se prima magari stavano con Gasparri. Molti dei quali, tra l’altro, oggi votano per i tuoi.

Sì, lo so. Renzi, la Dc. Il nuovo Berlusconi. Gli 80 euro. Eccetera.

L’ho scritto mille volte pure io. Lo penso ancora. E penso che il 40 per cento preso per emergenza non lo trasformi in Eisenhower, e non tramuti la sguaiata festa della Moretti (con un linguaggio così simile a Peppe, e Silvio) in qualcosa di gradevole.

Però pensa a quella gente vagamente decorosa di prima, anche se diversa da te. Esiste. E non è mafiosa solo perché non siete d’accordo su parecchi punti. E non se ne fotte del futuro dei propri figli anche se non ritiene di affidarlo al professor Becchi, o Paragone, o quelli che attribuiscono al Bildeberg anche l’amatriciana scotta.

Pensa a quei piddini che ti avevano dato fiducia, a te e al movimento, ma poi hanno temuto che con le istituzioni – non tu, quei due – ti ci pulissi il culo… E sono corsi in cantina, hanno recuperato un po’ di sacchetti di sabbia, li hanno portati metaforicamente davanti al Quirinale.

Pensavo, l’altro giorno, che se davvero un milione di persone avesse circondato la presidenza della Repubblica, avrei voluto essere lì a farmi circondare. Anzi: penso proprio che avrei preso il primo treno, per farmi circondare.

Sì, lo so che tu la consideri una provocazione. Che non volevi. So che quella minoranza rissosa del Movimento, quella che prende Peppe e Telespalla alla lettera, è lontana anni luce dal territorio, da chi si sbatte ogni giorno per obiettivi spesso meravigliosi, da tutte le persone perbene che sono la vera forza dei Cinque Stelle.

E allora, amico grillino, benvenuto nel club. Di quelli che almeno una volta hanno votato leader di cui sono molto, ma molto meglio.

E’ una cosa molto di sinistra. Almeno quella.

LUCA BOTTURA
http://lucabottura.net/2014/05/26/mio-grillino-che-guardi-il-mondo/

Annunci

21 thoughts on “MIO GRILLINO CHE GUARDI IL MONDO

  1. Io ringrazierò sempre Fassino per aver speso delle parole in favore della democrazia….!!

    E lo manderò per sempre affanculo in quanto come Ministro ha bloccato l’iter per la domanda di grazia dei Serenissimi poi assolti dopo 14 anni……il Democratico…..!!!

    P.S.
    Invece di farlo eleggere a Torino dovevano candidarlo a Pantelleria…….

  2. Alla fine buona parte di questi italiani vuole un salvapatria che sia berlusconi o renzi non cambia. Analfabetismo funzionale, forza dei mass media, propaganda, lobby, provincialismo, ….

    Anatomia di una crisi.: http://www.pandoratv.it/?p=905

    ,

  3. Parlamentari europei del Movimento 5 Stelle:
    prima delle elezioni : 0
    dopo le elezioni: 17 (e 17 in meno di quelli che perseguivano probabilmente i soli propri interessi)

  4. claudio s., si esattamente questo che volevo stigmatizzare, dare la colpa agli altri è da coglioni ma se uno è contento così chi sono io per negare la felicità?

  5. Non c’è nessuna differenza fra ( Democrazia fascismo e Comunismo)
    Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia
    il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

    La differenza ci sarà quando il credo delle forze Politiche
    Si completerà fondendosi ha formare un solo credo ( EGUAGLIANZA SOCIALE)
    VITTORIO
    PS Ci tengo a precisare che ho 75 anni sono pensionato ho la seconda elementare e confidavo nel movimento 5 stelle Come me molti anziani che conosco.
    Confido nel movimento 5 stelle perchè è l’unico che non fa inciuci per portare avanti le sue idee.

  6. anch’io ho 78 anni ho 4 figli e 7 nipoti,voto e votero’ i grillini proprio xche’ e’ gente ONESTA…….

  7. Aldo….allora gli onesti in Italia sono in minoranza e abbiamo poche speranze….!!

    Anche “l’onestone” DI PIETRO TONINO dell’Italia dei Valori è poi sparito dalla circolazione…….

  8. Vedete? Tutto sbagliato, adesso un potenziale elettore futuro del M5S legge e non li vota, questo perchè magari ha votato Pdl o Pd e non gli va di essere considerato disonesto. Tutto sbagliato… ma ripeto, ognuno è libero di cercare le proprie motivazioni. Mi dispiace solo aver dovuto cancellare molti commenti di insulti reciproci tra fazioni.

  9. ecco, sto censurando anche link a siti e blog … dovete scrivere e pensare con la vostra testa qui, altrimenti è meglio migrare altrove

  10. Un recente sondaggio di Pagnoncelli trasmesso a Ballarò chiedeva agli italiani :
    chi vedrebbe meglio come guida se ci si perdesse nella foresta?
    Risposta : 36% RENZI – 20% Grillo – 15% Berlusconi –
    Gli italiani hanno semplicemente scelto la guida che credono più affidabile…..

  11. Per capire l’inutilità delle miei parole basta leggere ultima di Grillo :

    Roma, 28 mag. (TMNews) – Nessuna Waterloo alle elezioni europee, il Movimento 5 Stelle è il secondo partito in Italia, oltre ad essere la prima forza di opposizione, e conta “17 europarlamentari da zero”. Lo ha scritto sul suo blog Beppe Grillo, in un post dal titolo “Non vi resta che piangere”. Il corredato dalla foto in cui compare assieme a Matteo Renzi e Angelino Alfano, l’ex comico contesta le conclusioni sulla sconfitta del suo movimento alle elezioni.

    “La nostra affermazione, anche se non possiamo nascondere che volevamo arrivare prima del Pd, è stata trasformata – ha lamentato il leader M5S – in una sconfitta storica, una Caporetto, una Waterloo. Ma quanto vino (scadente) bevono prima di scrivere?” Per questo, “dopo le autoflagellazioni, le richieste di autocritica, il maalox, le dimissioni chieste a Grillo senza specificare peraltro da quale carica da miracolati della politica usciti allo scoperto, forse è il caso – ha scritto Grillo – di cercare un minimo di obiettività e di realismo nel valutare il risultato elettorale”.

    “Il M5S – ha rivendicato – ha oggi 17 europarlamentari da zero, è il secondo partito del Paese e il primo movimento, ha, per ora, un nuovo sindaco e partecipa a 12 ballottaggi in città importanti come Livorno, Modena, Fano e Civitavecchia, oltre 500 nuovi consiglieri comunali. Il M5S è nato nell’ottobre del 2009, il Pd, pur con continui cambi di nome dal dopoguerra, allora si chiamava Pci. Per una mutazione completa dovrebbe chiamarsi PDC (Partito democratico cristiano), un preludio al nome finale, DC, per chiudere il cerchio. I nipotini di De Mita, i selfie storici di Renzie e di Letta e di Alfano con De Mita sono rintracciabili in rete, hanno fagocitato la sinistra come un pitone inghiotte un topo e il bello che è i post comunisti sono pure contenti”.

    “Siamo la prima forza di opposizione in Italia (l’unica in realtà dopo decenni), in attesa – ha rivendicato ancora – di diventare forza di governo. La maggioranza relativa degli italiani che hanno tra 18 e 29 anni vota M5S. E’ solo una questione di tempo. Poi tutto cambierà e ai partiti e ai loro media asserviti non resterà che piangere”.

    Arc

  12. Ciò non toglie che una moltitudine di voti sia realmente legata a clientele, mafia ed ignoranza. Le sconfitte della sinistra degli ultimi 40 anni invece furono semplice e puro anticomunismo, Renzi si è scrollato di dosso il marchio rosso ed hanno incominciato a votarlo anche in regioni tradizionalmente conservatrici come il Veneto.

  13. Rino , anche dare il merito a se’ stessi di questa situazione “è da coglioni ma se uno è contento così chi sono io per negare la felicità?”.

    Non si tratta di tifare per la squadra a o b, ma di cambiare il sistema, e analfabetismo funzionale e mass media (con annessa propaganda) ne sono un’espressione.

  14. Heilà Vice del sindaco…..questa cosa del tutto più semplice l’ho già detta io al commento n.10 riprendendo il sondaggio pre-elettorale di Pagnoncelli …….i numeri sono numeri…..

  15. Sono d’accordo col mio omonimo Roberto. Gli Italiani hanno scelto la persona più affidabile secondo loro. Secondo me Renzie/Fonzie parla troppo: sarà misurato per quello che fa e in che tempi. Per ora vedo solo sti famosi 80 Euri che NON sono per tutti quelli che hanno bisogno (disoccupati/pensionati). Grillo se l’è cercata da solo con lo scontro frontale, la lezione non l’ha capita e continua con gli stessi toni (Halzheimer?), il centro-destra non ha un leader, ehm uno ci sarebbe e si chiama di nome come Renzie. Il punto è fare gli accordi utili a noi in Europa, non si può andare sparpagliati e poi vedremo, bisogna coalizzarsi con Francia, Spagna, Grecia contro gli stati del Nord che hanno comandato finora , Germania in testa……Ma a noi interessa il nostro Comune, dai Rino, sto patto di stabilità non si può ammorbidire/togliere perbacco ? CIAO!

  16. Non ne ho molta di fantasia Perché credo che l’utopia sia la luce per un domani migliore.
    Per far si che questo entri nelle menti va alimentata e credimi faccio molta fatica perché io appartengo alla generazione nata ne l’era fascista dove gli analfabeti erano la maggioranza siamo sopravvissuti al fascismo alla distruzione della guerra ma il sogno utopico non ci a mai abbandonato con sacrificio abbiamo ricostruito L’ITALIA da consegnare ai nostri figli per un domani migliore. L’ignoranza credevamo fosse la nostra debolezza i fatti ci hanno smentito. Noi senza licenza elementare abbiamo avuto come insegnante l’esperienza che ci ha fatto capire che le ideologie non esistono sono solo create ad arte dalla classe dominante per creare fazioni da sottomettere al proprio volere Ti domanderai ma dove vuole arrivare? Ci arrivo subito al sogno utopico che se venisse coltivato è l’unica salvezza L’utopia unica luce per un domani migliore senza partiti che fanno chiacchiere da 64 anni Utopia per un popolo coeso a l’interesse comune non dei pochi come avviene da sempre con la sparizione di tutto ciò che sino ad oggi ci a ingannato per il loro tornaconto
    Sfruttando credenze politiche e religiose hanno approfittato dell’ignoranza per gettare radici cosi profonde del male da ingannare anche chi ignorante non è
    Tutto questo ha fatto il suo tempo per questo più li lasceremo al potere e più si avvicinerà la fine fa da spia la crisi mondiale creata dalla cupidigia anticamera della fine di tutto
    L’unico antidoto? è il sogno utopico che diventa realtà rispecchiando cosi il volere di chi ha creato un mondo perfetto. Dominato dalla gente più imperfetta che esiste sulla faccia della terra L’utopia è il messia del terzo millennio dove quell’uno per cento che domina il mondo cederà il passo al nuovo privo dell’interesse dei pochi a beneficio di tutto il mondo unito in un solo credo la fratellanza . scusami se ti ho annoiato ma noi ignoranti con pochi vocaboli ci ripetiamo allungando lo scrivere per spiegare il nostro pensiero.

    PS Non c’è nessuna differenza fra ( Democrazia e Comunismo)
    Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia
    il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

    La differenza ci sarà quando il credo delle forze Politiche
    Si completerà fondendosi a formare un solo credo ( EGUAGLIANZA SOCIALE)
    Vittorio

  17. Questo non è un paese per giovani.Alme no così sembra,In Italai tutti si lamentano e anche chi governa è sempre all’opposizione.Con Grillo abbiamo capito,e visto finalmente,chi comanda in questo paese.Col sodalizio PD+PDL(o come si chiama oggi)non basta una forza del 20% per scardinare il sistema di affari.E’ LA DEMOCRAZIA BELLEZZA.E’ incoraggiante che questo 20% conquistato senza soldi e senza media al seguito possa diventare una maggioranza un domani.Per ora maalox a tutta forza.Se le sinistre cantavano Oh Bella Ciao mentre consegnavano qualche miliarduccio alle banche…questo domani è molto lontano.

  18. Resto con i piedi per terra, non riesco più a volare alto e parlare di politica e ideologie vedendo il prossimo mio che soffre… Si RobeNORD il patto di stabilità, per i comuni virtuosi e ben amministrati come il nostro, non ha ragione di essere. Dillo a Roma e all’Europa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...