#Buccinasco : Tassa sui servizi indivisibili (TASI)

tasiTASI significa: Tassa sui Servizi Indivisibili, cioè sui servizi destinati all’intera collettività, come la manutenzione e l’illuminazione delle strade, la cura del verde pubblico ecc.. Si applica a tutti i beni immobili e deve essere corrisposta in due rate annuali con scadenza 16 giugno16 dicembre: è consentito anche il versamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno; per il pagamento va sempre utilizzato il mod. F24 (codice Comune: B240).

La base imponibile è la medesima dell’IMU e si applicano le stesse regole dell’IMU anche per quanto riguarda la definizione di abitazione principale e di pertinenza, nonché per i casi di assimilazione ad abitazione principale. Il metodo di calcolo è quindi identico.

Le uniche differenze sono le seguenti:
• la TASI si applica anche alle abitazioni principali;
• in caso di immobile concesso in affitto, il tributo non è pagato solo dal proprietario ma anche, in parte, dall’inquilino. La percentuale a carico dell’inquilino è del 30% se si tratta di immobili destinati ad abitazione principale, del 10% negli altri casi.

Aliquote anno 2014
Il Comune di Buccinasco ha già disciplinato con apposito regolamento la TASI e stabilito le tariffe. Pertanto, già con la rata di acconto dovranno essere applicate le aliquote deliberate,
e precisamente: – Abitazione principale, assimilate e pertinenze: 2,2 per mille;
Altre abitazioni e relative pertinenze: 2,2 per mille;
Altri immobili: 1,6 per mille.

Detrazioni
Il Comune di Buccinasco ha inoltre previsto una detrazione di 100 euro annua (proporzionata alla percentuale e ai mesi di possesso) a beneficio di chi utilizza l’immobile come abitazione principale, sia esso proprietario o inquilino; ciò a condizione però che l’immobile abbia una rendita catastale non superiore a 500 euro.

Sul sito del Comune sarà messo a disposizione, come per l’IMU, un applicativo per il calcolo on-line. Naturalmente, l’Ufficio Tributi sarà poi a disposizione dei cittadini per l’assistenza nella compilazione dei modelli di versamento.

La formula per il calcolo è: rendita catastale + 5%: il risultato x “moltiplicatore” (160 per le case) x 2,2 (aliquota TASI a Buccinasco)

 Regolamenti e delibere aliquote/tariffe

Anno: 2014

Comune Codice Provincia
BUCCINASCO B240 MI
Delibere di approvazione delle aliquote
Num. documento Data documento Data pubblicazione Tipo tributo Note Documento
9 18-03-2014 09-04-2014 IMU+TARI+TASI 379_DIMUNIC-03mi14b240d.pdf (1.19MB)

Regolamenti e delibere approvative/modificative dei regolamenti

Num. documento Data documento Data pubblicazione Tipo tributo Note Regolamento Delibera approvativa/modificativa
8 18-03-2014 09-04-2014 IMU+TARI+TASI 221_CIMUNIC-03mi14b240d.pdf (1.83MB) 221_CIMUNIC-03mi14b240dAM.pdf(211.65KB)
Annunci

43 thoughts on “#Buccinasco : Tassa sui servizi indivisibili (TASI)

  1. Pingback: upnews.it

  2. No, questa è una tassa nuova. Abbiamo deciso di adottare il criterio della rendita catastale che ci è sembrato equo, il 40% delle abitazioni di Buccinasco ha rendita sotto i 500 euro, quindi…

  3. grazie per il focus!..il criterio della rendita ha il difetto che ricomprende anche case grandi ma vecchie, ma meglio che nessuna detrazione!

  4. 1 domanda: saldo a dicembre dell’intero importo TASI a discrezione del contribuente? o soggetto a soglia massima?

  5. Ma come per la tariffa, ci pensa il comune a fare i calcoli ed ad inviare a casa dei contribuenti i moduli per i pagamenti?

  6. No, essendo la prima volta non abbiamo i dati, lo devono fare i singoli contribuenti, poi dal prossimo anno (se non cambia ancora) faremo in automatico

  7. Ti ringrazio, anche se non capisco come mai non avete i dati, ovvero essendo gli stessi DELL’IMU.
    grazie mille.
    P. S. Ma se vado in comune mi possono dare una mano per la compilazione?

  8. E’ assolutamente vergognoso che gli immobili vengano continuamente presi di mira con continue tasse in crescendo, ormai per i parlamentari e le amministrazioni comunali possedere un immobile è diventata una colpa, una colpa da condannare con balzelli continui, è inutile che facciate i virtuosi, potevate almeno lasciare l’aliquota tasi pari a quella stabilita dal governo (1 per mille) invece, come era accaduto già per l’imu nel 2012 vi siete affrettati ad aumentarla, tanto sono sempre i soliti imbecilli che pagano, quelli che hanno fatto sacrifici per una vita per comprarsi quattro muri in cui vivere, sono sempre i soliti nei cui portafogli andate a mettere abbondantemente le mani! La detrazione di 100 euro poi è una vera presa in giro, visto che si applica solo agli immobili con rendita catastale inferiore a 500 euro: a Buccinasco la maggioranza delle case sono recenti( costruite negli ultimi 30 anni, con criteri di signorilità e spazi relativamente ampi, come Milanopiù, l’altra Milano, Milago, il Mulino Bianco ed altri edifici residenziali di qualità con giardini condominiali) quindi con rendite catastali superiori! Siamo contribuenti, non limoni da spremere, e abbiamo un’intelligenza che è stanca di essere insultata con finte concessioni e falsi virtuosismi che sono soltanto l’ennesimo raggiro ai nostri danni! Per quanto mi riguarda, io ho completamente perso la fiducia nelle istituzioni, sia a livello di governo che di amministrazioni locali, perché tanto non cambierà mai niente, saremo sempre e soltanto chiamati a pagare, e, se il federalismo fiscale ha portato soltanto a una illimitata libertà di imposizione fiscale da parte dei comuni e dei vari enti locali, è stato solo un colossale fallimento.

  9. Elisabetta Giordano, capisco lo sfogo ma sbagli di brutto. Non essendoci più i trasferimenti statali pari alla quota Imu, ricordo che è stata soppressa per ragioni di propaganda elettorale chieste dall’ex PDL (governo Letta), ed avendo anche lo Stato centrale tagliato altri 7 milioni di euro negli ultimi 5 anni, non ci sono altre risorse comunali, quindi si è obbligati ad applicare la tassa nella misura necessaria.
    Sbagli anche, spero in buona fede, sulla detrazione di 100 euro che sarà disponibile per il 40% degli immobili di Buccinasco.
    detto questo non commento il resto rispettando la tua opinione (sbagliata) sulla virtuosità locale, certificata dalla regione lombardia e da altri soggetti terzi.
    Se poi vuoi dire che bisogna chiudere i servi comunali come il nido ecc. non serve commento. Se invece hai altre soluzioni le ascolterò con piacere e attenzione.

  10. Scusa Rino ma ho fatto confusione tra tari e tasi, comunque resta uno scandalo vedersi aumentare la spazzatura da 160 euro a 255 all’anno.MA CON TUTTO QUELLO CHE RECUPERIAMO NON DOVREBBERO SCENDERE I PREZZI?Poi dice che uno vota Grillo

  11. Pingback: #Buccinasco : Tassa sui servizi indivisibili (TASI) - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  12. Caro Rino
    Ho fatto due conti e confesso che mi nn cambia nulla. La tassa è iniqua tanto quanto l imu. Le case vecchie nei centri storici dove si hanno tutti i servizi pagano sempre meno (hanno anche la.detrazione) mentre le case nuove in periferia quindi servizi da periferia pagano sempre di più. Perché la.detrazione non è per tutti? Perché continuano a farsi calcoli cosi “ingiusti”. Tanto conosco la risposta ……. Colpa di Roma. Ed io ti dico ….. Non lamentate i se preferiamo Grillo a questa politica ……..

  13. scusa Rino, rispetto alla ex Tarsu oggi Tari un aumento del 30% a cosa è dovuto visto che i parametri sono sempre gli stessi?

  14. Grillo sarà una sciagura per te, ma il movimento 5 stelle e’ una speranza per tutti. Ma come ti informi sulle proposte del movimento ? Dalla solita tv ? O dalla solita carta ?

  15. Peppe a me non risulta un aumento del genere. Non è comunque la stessa cosa. La tassa deve coprire oggi il 100% dei costi. Sia del servizio che dello smaltimento. Ho verificato che la mia è aumentata di circa il 15% rispetto al passato.

  16. Nn contesto le tasse ma l iniqua ripartizione che premia chi ha case con bassi valori catastali (vecchie costruzioni in zone di pregio con tutti i servizi) punendo chi magari ha una casa comprata negli ultimi decenni. Ripartiamo le spese indivisibili nn sul valore della casa ma come per la tasi sui mq e sui residenti. Non mi sembra complicato.

  17. Sconto di 100 euro veramente a copocchia !

    Ho fatto un rapido conto: con una rendita catastale di 499 euro se ne pagano 84 di TASI; mentre con una rendita di 501 se ne pagano 185.

    Per 2 euro di differenza si paga una tassa più che doppia.

  18. Insomma, non per difendere l’amministrazione o Rino ma diciamo le cose come stanno: PRIMA CASA. Prima si pagava IMU 4.7per mille. Il governo l’ha tolta quella al 4 per mille, togliendo trasferimenti ai Comuni. Noi l’anno scorso dovevamo pagare lo 0.7per mille. Non l’abbiamo pagato per avanzo di cassa sull’iva di enel o giù di li, vero Rino? Ora pagheremo TASI 2.2 per mille (e non 4.7) con sconto 100€ se la rendita catastale supera 500€. Ricordo che IMU PRIMA CASA=ZERO a meno di castelli, abitazioni di lusso A1, etc. Ai Comuni sono stati tagliati fondi provenienti da Roma. Quindi la TASI si pagherà: 1-di meno rispetto IMU, 2-con lo sconto di 100€ se sotto i 500€ (e non è il mio caso). Cosa pretendete? Come c’è la patrimoniale mobiliare in banca (2per mille sui depositi bancari grazie al prof. MONTI della Bocconi/BCE), così c’è e ci è stata SEMPRE (ICI, IMU, TASI) la patrimoniale sugli immobili. La casa è UN LUSSO, come il conto in banca ! Per la Tari non lo so, aspetteremo i bollettini che il Comune ci manderà precompilati con la cifra e poi vedremo…..per ora la scadenza è TASI al 16 giugno, e qui siamo. Quindi pagate e chiedete a Renzi di togliere il patto di stabilità che AMMAZZA i Comuni, primi tra tutti quello virtuoso di Buccinasco, vero Rino? CIAO !

  19. collegamedomi al commento di GAS sulla rendita catastale bassa da me c’è gente che vorrebbe cambiare la categoria della casa da A2 a A3 per pagare meno tasse . Io non lo faro mai proprio perchè non vado a peredere un valore di casa per far piacere a qualcuno ma cosa devo dire io che devo pure dichiarare due posti auto come seconde case manco ci dovessi dormire nel posto auto !

  20. caro vicensindaco
    avendo io un piccolo appartamente in affitto oltre all’IMU devo pagare anche la Tasi al 90% nella misura del 2,2xmille: almeno per chi già paga IMU non potevate togliere TASI o almeno metterla 1% come tanti comuni? affittare oggi una casa ormai è diventato impossibile IMU TASI TASSE SU REDDITO proveniente da affitto … e poi capita anche inquilino che non paga….se una persona ha risparmiato per investire in un piccolo alloggio non ritengo si possa definirlo ricco e bastonarlo di continuo…. cercate piuttosto chi affitta in nero
    Ester

  21. Ester , abbiamo compensato non mettendo IMU seconda casa troppo alta coem hanno fatto quasi tutti i comuni, se ti fai i conti scoprirai che è vero. poi abbiamo equiparato a IMU prima casa anche quelle seconde case date a parenti prossimi (- 77mila euro di incassi), con l’attuale bilancio non possiamo fare di più per ora.

  22. Ciao Rino
    Mi confermi che l’acconto della Tasi ( da pagare entro il 16 Giugno ) è il 50% ?

  23. RobeNord –
    Non discuto il pagamento delle tasse che devono essere pagate da tutti EQUAMENTE. Questo sistema lo vedo poco equo. Si premia chi vive nelle zone centrali delle città (case costruite molto tempo fa che hanno un valore di mercato alto e basse rendie catastali) dove i servizi sono sempre migliori rispetto alle periferie, concedendo anche la detrazione. Poi le seconde case esiste un occhio di riguardo (detto da te Rino) ed idem quelle poi date a parenti prossime. Scusate ma se voi vedete tutto questo equo per me non lo è. Pagare calcolando i metri quadri effettivi forse sarebbe molto piu equo.

  24. Gas, non vale per Buccinasco, io vivo nella ‘zona centrale’ tu in una più periferica ma non c’è gara tra casa tua e casa mia, è meglio la tua

  25. Io ho una casa affittata a Buccinasco, ma effettivamente tra IMU, ora anche la Tasi, (praticamente aumenta l’imu del 2,2 e poi come fai a farti dare il 30% dall’inquilino? più la cedolare secca BASTA Tasse siamo arrivati ad un livello esagerato!!!!! L’aliquota a scaglioni, quando fu introdotta negli anni 70, doveva coprire tutti i servizi sia nazionali, sia locali. Oggi dico a chi ha voluto il federalismo tra addizionali e altri balzelli (bolli sui contratti) non se ne puo più oltretutto la mia pensione viene rivalutata con percentuali che non rispecchiano l’inflazione.

  26. scusa Rino dove devo cliccare per avere il costo della TASI ponendo i dati catastali del mio immobile ? non riesco a capire bene…..

  27. ciao Rino, dunque sono riuscita a stampare tutti i dati per poter pagare la TASI, però purtroppo i conteggi sono errati perchè sulla prima casa in automatico il calcolatore toglie le 100 euro,anche se la rendita catastale è superiore a 500 euro, quindi martedì 3 giugno verrò all’Ufficio Tributi per la stampa esatta dell’F24. sob….grazie comunque per la cortesia. Se riesco vengo a salutarti. A presto. Marisa

  28. Marisa, anche io ho fatto ma a me non toglie i 100 euro prima casa essendo io 526 euro di rendita. Evidentemente clicchi qualcosa di sbagliato. In ogni caso puoi fare a manella con una semplice calcolatrice

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...