#Buccinasco : ricordiamoci che (noi) abbiamo il ‘progetto energetico comunale solare’

tettiNel 2006, durante il governo della Giunta guidata dal Sindaco Maurizio Carbonera, è stato redatto un progetto comunale molto importante, fatto da professionisti in collaborazione con il Politecnico di Milano, sto parlando del ‘PECS‘ ovvero : progetto energetico comunale solare. Uno strumento di programmazione.

In pratica uno studio di tutte le potenzialità di sviluppo dell’energia fotovoltaica nel nostro Comune, per questo sono stati analizzati e censiti tutti i ‘tetti’ della città, valutando la convenienza di un utilizzo al fine dell’istallazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia rinnovabile.

I dati ricavati sono molto interessanti, viene fuori che ‘solo’ il 25% delle nostre coperture è convenientemente sfruttabile al 100% in base a parametri di economicità, rendimento e incidenza del sole ecc.

Pensate, se si istallassero pannelli fotovoltaici su meno del 25% dei nostri tetti, Buccinasco non solo sarebbe completamente autosufficiente in quanto a energia elettrica, ma potrebbe ‘vendere’ il surplus ad altri guadagnandoci.

Dal 2006 il mondo è cambiato, lo studio è ancora validissimo, mentre i costi dei pannelli solari sono decisamente diminuiti, sono diminuiti anche gli incentivi statali disponibili.

Questa è un altro argomento che dovremo valutare nei prossimi mesi. Fortunatamente a Buccinasco non partiamo da zero.

Allego presentazione sintetica del PECS clicca QUI 2 Mb pdf

Rino Pruiti
Vice Sindaco
Assessore
Buccinasco MI

Annunci

3 thoughts on “#Buccinasco : ricordiamoci che (noi) abbiamo il ‘progetto energetico comunale solare’

  1. Pingback: upnews.it

  2. Pingback: #Buccinasco : ricordiamoci che (noi) abbiamo il ‘progetto energetico comunale solare’ - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  3. Rino,
    Per dare veramente in impulso al progetto converrebbe anche stipulare una convenzione con una o piu’ banche. Quando gli incentivi erano piu’ alti alcuni enti erano disponibili a finanziare il 100% cedendo loro il credito, ovviamente per un periodo maggiore a quello dell’ ammortamento.
    SIno a due anni fa’ le banche si tenevano i proventi per 8/10 anni. Dopodiche’ il condominio iniziava a fruire dei vantaggi economici, senza aver sborsato un euro.
    Sicuramente era una cosa che Banca Etica faceva, ora non so.
    Un accordo a livello comunale pero’ protrebbe aiutare.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...