#Buccinasco, Scuolabus: pochi iscritti, il servizio non partirà

scuolabus22Ho scritto che bisogna ‘istituzionalizzare anche i fallimenti‘, cioè dire sempre la verità e spiegare le cose che non vanno a buon fine. Siccome come sapete non riesco a non essere coerente e conseguente con quello che affermo, vi comunico che abbiamo fallito nel ripristino del servizio scuolabus che doveva partire a giorni e non partirà più.

Sono stato il principale sostenitore della riattivazione del servizio di trasporto scolastico, il progetto è stato poi portato avanti con convinzione dal collega Airoldi con il prezioso contributo del collega Ciccarelli, entrambi hanno fatto il massimo possibile, compensando con la loro disponibilità e professionalità le carenze del personale comunale.

Purtroppo le attuali iscrizioni (28) non sono sufficienti per giustificare la spesa dell’amministrazione comunale, stiamo parlando di oltre 75mila euro all’anno. Infatti, i genitori non hanno iscritto i propri figli e preferiscono farli andare e tornare a piedi, o più probabilmente li portano e li riaccompagnano in auto come posso testimoniare io stesso.

L’offerta del servizio non è stata accolta per diversi motivi, questi i principali:

a) abbiamo proposto il servizio in ritardo, siamo già ad anno scolastico inoltrato, quindi le famiglie si sono organizzate di conseguenza, anche con il sistema del car pooling

b) le fermate non raggiungono capillarmente tutte le zone del territorio, i pezzi da fare a piedi erano comunque di diverse centinaia di metri.

c) gli orari, in qualche caso, obbligavano i ragazzi ad uscire di casa con oltre mezz’ora di anticipo sull’inizio delle lezioni.

d) il costo del servizio giornaliero (1.5 euro/giorno x circa 180 giorni), per molte famiglie OGGI risulta NON SOSTENIBILE

Nulla da fare quindi, mi prendo personalmente la responsabilità politica di questo fallimento, chiedo scusa e proseguo il mio lavoro per proporre ulteriori soluzioni di mobilità SOSTENIBILE sul territorio.

Rino Pruiti
Vice Sindaco
Buccinasco MI

Annunci

13 thoughts on “#Buccinasco, Scuolabus: pochi iscritti, il servizio non partirà

  1. Rino sincerità per sincerità, diciamocelo chiaro: tu eri l’unico qui dentro che voleva questo utile servizio , importa una sega al resto della truppa

  2. Gli errori che tutti commettiamo nel nostro agire possono aiutare a reindirizzare le scelte future, quindi non sono inutili ma al contrario forniscono importanti feedback a chi ha responsabilità di prendere decisioni per la collettività. Complimenti invece per la coerenza dimostrata !

  3. E vabbè quante storie per aver scoperto che a Buccinasco il traffico non c’è e che vanno tutti in giro in macchina con i loro pargoli.
    La metti giù dura come una “responsabilità politica del fallimento”….ma facciamola finita con stè ciacole da bar e apri la via PAPA GIOVANNI XXIII verso il parcheggio della scuola materna parrocchiale che vedrai che di questo fallimento politico in due giorni non si ricorda di niente nessuno ed anzi diranno…guarda che genio stò Vicesindaco che ha aperto una strada chiusa e ci permette di ritornare a casa senza fare il giro dell’oca….!!

    Poi apri la via Guido Rossa e la colleghi con la via Indipendenza facendo i trenta metri di asfalto mancanti e sei a posto….ti fanno SINDACO la prossima volta,altro che VICE e vincerai le primarie……..perchè ti voteranno in massa quelli della zona Chiesetta ….!!
    Sono due soluzioni a costo zero per via Papa Giovanni XXIII e a costo bassissimo per trenta metri di strada…..!!
    Certo che siete ostinati nel non fare le cose che servono…..!!!

    P.S.
    Dice un saggio proverbio :SBAGLIANDO SI IMPARA !!

  4. Nella rassegna stampa del Comune c’è un articolo che dà i numeri del fallimento: costo del servizio Scuolabus 75.000 euro ….
    985 alunni di Buccinasco
    80 firme raccolte prima dell’estate sull’ipotesi del servizio,
    65 adesioni del comitato genitori
    28 iscrizioni…..

    80 x 190 = 15.200
    65 x 190 = 12.350
    28 x 190 = 5.320
    Costo del servizio 75.000 nostri eurini….!!
    Punto di pareggio…395 iscrizioni…
    Ma dove volevate andare…?…a schiantarvi…..!!!
    O peggio ancora a far debiti a costo della collettività!!!!

    SIETE FORTUNATI XCHE’ NON AVETE OPPOSIZIONE IN QUESTO PAESINO !!!
    Vi “autocazziate” da soli……pensa tè!

  5. Xche il servizio pubblico deve andare in pari? Allora ti informo che dovremmo chiudere tutti gli asili nido. Tutte le mense. Tutti i centri anziani. La biblioteca. Fermare i bus…. mi sa che te e’ meglio che non amministri mai :-). Mi raccomando.

  6. Ah chiedo scusa ,tu vivi nel paese dei balocchi dove paga solo Pantalone….ma è finita anche sta storiella!!

    Tranquillo, io ho amministrato “platonicamente ” solo quando c’era il Commissario Prefettizio Iacontini Francesca che praticamente faceva le mie veci….skate park a parte….!! 🙂

  7. Si Roberto, quindi non dobbiamo più aiutare le famiglie in difficoltà, aiutare i diversamente abili e gli alunni meritevoli con borse di studio? Perchè pantanone non vuole più pagare? Ma vaffffff…. con amore e rispetto eh?

  8. Il SIoNO che arriva gratuito nelle nostre case fa un articoletto a pag.8 sull’argomento Scuolabus che praticamente dà la colpa del fallimento dell’operazione Scuolabus ai cittadini che prima chiedono e poi non si iscrivono in numero sufficente( (80 firme iniziali ma poi solo 28 adesioni).

    L’assessore Airoldi dice che “Abbiamo lavorato molto per rispondere alla richiesta dei genitori,purtroppo non ci sono le condizioni per far partire il servizio perchè non è stato raggiunto il numero minimo di 40 iscrizioni che avrebbe giustificato l’impegno economico dell’Amministrazione”.

    40 x 190 = 7.600 eurini
    75.000 nostri eurini è il costo del servizio Scuolabus.
    75.000 – 7600 = 67.400

    iscritti 28 x 190 = 5.320…..
    mancanti 12 x 190 = 2.280

    Per soli 2.280 nostri eurini di differenza non avete fatto partire il servizio Scuolabus ?? Andatelo a raccontare a qualcun’altro !!

    N.B:
    Adesso si capisce anche a cosa serve fare ogni tanto una paginetta di pubblicità sul SIoNO…..!!

  9. Il Si o no dice la verita’. Avevamo fissato degli obbiettivi minimi, non c’azzecca nulla la differenza economica x copertura, un servizio del genere non sara’ mai in pari. Se pero’ non interessa le famiglie e’ meglio non farlo. I soldi risparmiati andranno x aiuti alle famiglie che i vari governi passati (lega + berluscones) e gli attuali hanno rovinato

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...