ICT : 900 mila posti che nessuno occuperà, facciamo qualcosa a #Buccinasco ?

Comms tech devices networkLavoro nel campo dell’information and communication technology (ICT) da quasi 30 anni, è un settore che conosco bene, in continua evoluzione, dove non contano le raccomandazioni, l’età o l’aspetto fisico, conta il tuo skill, quello che sai fare e come lo fai, conta molto la possibilità di aggiornarsi continuamente, anche se costa caro.

Entro il 2015 si prevede che in Europa ci saranno circa 900 mila posti di lavoro che si creeranno e che – probabilmente – nessuno sarà in grado di occupare da noi a causa della scarsità di figure professionali dell’ICT, questo perché le nostre aziende non investono più in formazione, la scuola non sa nemmeno cosa è l’ICT e i giovani non sanno come orientarsi.

È quello che emerge dal rapporto «Professioni e Lavoro nel 21° secolo» curato dal think tank Glocus e presentato stamattina a Roma.

Oggi mancano: progettisti di sistemi informatici, consulenti di software, analisti e sviluppatori di applicazioni, esperti di usabilità e accessibilità, medici e operatori sanitari specializzati nella domotica, ingegneri esperti nella tecnologie a basso impatto ambientale, esperti di sicurezza dei sistemi.

Per non parlare della Internet Economy italiana, che contribuisce alla formazione del nostro Pil appena per il 2%, circa 32 miliardi di euro, (studio McKinsey) rispetto alla media europea del 4% con picchi del 7% in paesi come Germania e Nord Europa… quindi oltre 100 miliardi di euro ! Altro che IMU, IVA e finanziarie varie…

Per fare corsi e formazione di questo livello ci vogliono società specializzate e serie, vorrei quindi tentare di coinvolgerle su Buccinasco, garantendo loro le sedi fisiche dei corsi e altri incentivi come la cablatura e l’infrastruttura di rete, questo potrebbe abbattere i costi e permettere ai nostri Cittadini (specialmente ai più giovani) di avere un’occasione in più.

Vediamo se sarà possibile, comunque ci proveremo.

Rino Pruiti
Vice Sindaco
Assessore innovazione tecnologica
Buccinasco MI
www.rinopruiti.it

Annunci

14 thoughts on “ICT : 900 mila posti che nessuno occuperà, facciamo qualcosa a #Buccinasco ?

  1. Rino stai dicendo il vero o vaneggi? Perchè le cifre che ho io sono diverse e te le elenco subito:

    Vodafone – richiesta cassa integrazione per 770 dipendenti
    Alcatel/Lucent – 490 esuberi
    Telecom – 2500 contratti di solidarietà e 500 pensionamenti
    Altran – 128 in cassintegrazione
    Italtel – CIGS a rotazione e 450 esuberi
    Selex – 1938 esuberi e mobilità per 800 addetti
    Opera21 – dichiara di chiudere: 450 persone per la strada
    IBM – 355 esuberi

    Sono numeri importanti di un settore in grandissima difficoltà; per favore, non dare illusioni alla povera gente. Sto cercando lavoro da due mesi e ricevo grandi e sonore pernacchie. Sai chi sono, se vuoi il mio cv, fammi un colpo. Lavoro da 25 anni nel settore e conosco parecchie realtà, fidati: sono tutti in crisi nerissima! Ma non diffondere notizie che non hanno fondamenta.

  2. Ascolta, io lavoro per Telecom Italia e sono in contratto di solidarietà… solidarizzo ma sto parlando di un altra cosa. Stai mischiando contratti metalmeccanici, telecomunicazioni e commercio.

    Io sto parlando di specializzazioni che non ci sono e sto citando uno studio che fa delle previsioni. Ti faccio un esempio lavorativo: trovami un saldatore esperto disoccupato che vuole lavorare e domani mattina posso indicare un lavoro sicuro.

  3. TESTER JUNIOR
    MAW S.P.A. DIVISIONE PERMANENT INFORMATION TECHNOLOGY,

    ricerca per importante realtà operante nella consulenza IT un

    TESTER JUNIOR

    La risorsa deve aver maturato competenza ed esperienza specifica nei prodotti della suite HP ALM (Quality Center, Load Runner, QTP/BPT/UFT) per la progettazione e la realizzazione dei test automatici e di carico. Buona conoscenza di strumenti di bug tracking e possibilmente dello strumento di gestione del ciclo di vita del SW utilizzato internamente, Polarion. Gradita competenza nello scripting e nell’ambito Data base (Oracle).

    Titolo preferenziale verrà costituito dall’aver maturato esperienza nella pubblica amministrazione.

    Si offre iniziale contratto a tempo determinato con possibilità di proroghe.

    Retribuzione da commisurare in base all’effettiva esperienza maturata.

    Luogo di lavoro: Milano

    Sede di lavoro: MILANO

  4. Milano: SVILUPPATORE JAVA Categoria Protetta
    Per nostro cliente, società leader di mercato in soluzioni di Supply Management
    Ricerchiamo:

    SVILUPPATORE JAVA Categoria Protetta

    Requisiti:

    – Laurea in Scienze Informazione/Informatica/Ingegneria informatica o Diploma in informatica
    – Buona conoscenza di Java, Java Server Pages, Javascript e HTML
    – Esperienza in sviluppo di pagine dinamiche Web
    – Conoscenza funzionamento di Web Servers, Application Servers, Database Servers
    – Preferibile conoscenza di sistemi JBoss, Apache, del paradigma MVC (Struts) e CSS
    – Conoscenza database relazionali, tabelle e chiavi primarie ed esterne.
    – Conoscenza linguaggio SQL in database Oracle per estrarre, inserire e aggiornare dati
    – Preferibile anche esperienza di sviluppo App in ambienti mobile (IOS o Android)
    – Preferibile almeno 5 anni di esperienza

    Contratto: Full Time – tempo indeterminato –
    Sede di lavoro: Milano

    La società offre un ambiente professionalizzante e dinamico, nonché un contratto di inserimento con possibilità di crescita.
    E’ requisito obbligatorio l’iscrizione alle liste delle categorie protette (L.68/99) della Provincia di Milano
    Zona di lavoro: Milano
    .
    Inviare CV con foto

  5. Sono aziende ICT, i contratti metalmeccanico, commercio ecc. sono fittizi. I numeri sono quelli che contano. C’è stato giusto uno sciopero delle aziende ICT due settimane fa sotto il palazzo della regione ed erano presenti i rappresentanti sindacali di queste aziende che lamentavano la crisi eccessiva del settore. Lascia stare, Rino. Ho il nervo scoperto, ma se vuoi il mio cv non hai che da chiedermelo.
    Ti faccio un altro esempio lavorativo: mi sono offerto per fare A GRATIS l’idraulico. Non mi hanno voluto! Secondo me vivi una realtà diversa dalla mia. Però, visto che ritengo questo un blog serio, evita di illudere i ragazzi con la favola dell’ICT. Te ne porto qualche migliaio che sono in cerca di lavoro e te ne elenco le specializzaizioni:

    sistemisti di tutte le razze
    analisti funzionali ed architetturali
    firmwaristi
    hardwaristi
    tester
    sviluppatori C-C++ C# Java
    DB administrator

    Quando te ne serve qualcuno fammi un fischio.

    PS – so anche saldare, serve una mano A GRATIS ?!?

    doppio PS – stanno assumendo ingegneri laureati a 600 euro al mese con stage di formazione, se vuoi ti dico i nomi

  6. Ascolta, io lavoro nelle ICT da 30anni ma se mi licenziano non trovo certo lavoro, sai perchè? Perchè ho scelto la politica locale come ragione di vita, quindi non ho fatto aggiornamenti, non faccio corsi da 10 anni e non ho seguito la carriera, la TELECOM non fa fare i contratti di solidarietà a quelli che le servono veramente in ruoli chiave specialistici, e comunque non hanno mai licenziato nessuno negli ultimi 30 anni, oltre al fatto che ci si avvale da sempre di aziende esterne come ‘Outsourcing’ specialistico con fatture da 1000 euro all’ora!!! Lo sai da chi sono fatte quelle aziende esterne? Quasi sempre dai nostri migliori dipendenti che si sono messi in proprio dopo qualche anno. Hai visto i commenti sopra? Hai quel profilo? Temo di no 😉 Se vuoi scrivo ai ragazzi che non c’è speranza e che è meglio suicidarsi al sabato sera dopo una bella bevuta, vedi tu..

  7. Hai ragione, non appartengo ad una categoria protetta e non mi faccio pagare 800 euro al mese. Quindi non sono adatto! Sono adatti gli ingegneri che dopo aver sudato 5 anni della loro vita camicie e magliette studiando sui libri si accontentano di queste brillanti offerte di lavoro. Lascia perdere, ti porto numerose persone con quei profili ed io stesso ho fatto di meglio.

  8. Io sono molto realista e racconto solo fatti concreti, come i numeri delle aziende in difficoltà che ti ho elencato. Vedrò si … vedrò

  9. Ascolta, non personalizzare, io non sono il ministro dello sviluppo o dell’industria, sono l’assessore all’innovazione di Buccinasco, questa è la dimensione. Quello che voglio fare è incrociare le richieste di formazione provenienti dal nostro territorio e cercare di dare una risposta non onerosa per il Comune e per le imprese, se questo porterà anche un solo posto di lavoro sarò felice, viceversa, a differenza degli inutili grilli parlanti o dei casi umani locali: CI AVRO’PROVATO 😉

  10. Ecco, bravo. Ma non credere di conoscere quello che so e che ho fatto nella mia vita.

  11. Pingback: ICT : 900 mila posti che nessuno occuperà, facciamo qualcosa a #Buccinasco ? - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco | io sono perchè noi siamo - Webpedia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...