#BUCCINASCO : Sequestrate tre case e un'edicola all'ex boss Enzino il siciliano

guardia-di-finanza-1Il 20 giugno, a quasi vent’anni dall’ordinanza di arresto, quando ormai «Enzino il Siciliano» pensava di essere stato dimenticato da tutti, la Guardia di Finanza gli ha confiscato due milioni e mezzo di beni immobili, provento della sua ex attività illecita. Tre appartamenti a Buccinasco, con due box e una edicola di giornali ad Assago. Gli appartamenti a cui la Gdf ha messo i sigilli sono in via Tobagi al civico 5, e ad Assago, in via Raffaello Sanzio al civico 49.

L’edicola, che era intestata al figlio, si trova in via Milanofiori all’ingresso del Carrefour.

Gli investigatori hanno confiscato beni anche ad altri pregiudicati, alcuni dei quali accusati di associazione mafiosa. Complessivamente la cifra recuperata è di 10 milioni di euro.Gli investigatori del Comando provinciale della Gdf hanno dato esecuzione alle confische, in base ad un provvedimento della terza sezione penale della Corte d’Appello di Milano, su richiesta del sostituto pg Laura Barbaini che ha coordinato le indagini.

Fonte : IL GIORNO http://www.ilgiorno.it/sudmilano/cronaca/2013/06/20/907081-enzino-siciliano-boss-sequestro-guardia-finanza-edicola.shtml

Annunci

3 thoughts on “#BUCCINASCO : Sequestrate tre case e un'edicola all'ex boss Enzino il siciliano

  1. se un giorno ci chiederanno di prenderci questi immobili confiscati per un utilizzo sociale, in base alla legge 109 il Comune di Buccinasco dirà di SI !

  2. Ciao Rino,
    ma tra gli immobili sequestrati non ce ne era uno situato in VIa Indipendenza 5A? A quale uso è stato destinato?

    AB

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...