Adesso c'è la prova: Rino Pruiti è colpevole. #Buccinasco

colpevoleDopo diversi anni, finalmente, siamo arrivati al verdetto finale di colpevolezza, lo hanno stabilito gli statunitensi dall’alto della loro serietà e autorevolezza scientifica.

Le foreste urbane contribuiscono a pulire l’aria inquinata da agenti pericolosi per la salute: ad Atlanta per esempio ogni albero salva una vita umana l’anno, mentre a New York i parchi fanno risparmiare 60 milioni di dollari al sistema sanitario.  I ricercatori dell’U.S. Forest Service e del Davey Institute hanno infatti pubblicato una ricerca sull’Environmental Pollution Journal in cui hanno calcolato i benefici in termini economici e di salute dell’azione “pulente” esercitata dagli alberi sull’aria inquinata di 10 città degli Stati Uniti.

Ebbene, il responso è stato chiaro, in certe situazioni : ciascun albero contribuisce a salvare almeno una vita umana l’anno ! – clicca QUI link esterno .

A Buccinasco, tra il 2004 e il 2007, con la Giunta Carbonera, abbiamo piantato oltre 37.000 alberelli, alcuni sono morti, la stragrande maggioranza oggi sono alberi di due o tre metri, belli e rigogliosi. Il terreno è vincolato per SEMPRE a verde.

alberi 2011 Buccinasco

alberi 2011 Buccinasco

Nel 2007 abbiamo perso le elezioni, in uno dei consigli comunali l’ex Sindaco Loris Cereda (oggi sotto processo penale) e l’Assessore Lanati me ne dissero di tutti i colori per aver, a detta loro, “sprecato” 100 ettari di territorio con le foreste urbane – clicca QUI + QUI link interni, che si sarebbero potuti CEMENTIFICAREuno dei più bei complimenti che io abbia ricevuto in vita mia 😉

Si, confesso, sono COLPEVOLE di aver piantato migliaia di alberi a Buccinasco Italia.

Rino Pruiti
www.rinopruiti.it

Advertisements

13 thoughts on “Adesso c'è la prova: Rino Pruiti è colpevole. #Buccinasco

  1. Grazie Rino,grazie Maurizio,
    il tempo è galantuomo e la vostra lungimiranza in questo caso ci avete salvati da uno scempio del nostro territorio !

    Ma i cittadini di Buccinasco le sanno e le ricordano ste cose ?

  2. Lo sai che la gente legge poco e a volte solo le prime tre o quattro parole. Potrebbero dire che sei colpevole ma non sapere di che cosa…………..ad ogni modo per le piante la penso come te!

  3. Se vuoi ampliare gli accessi al blog parlaci della novità commerciale in via Resistenza angolo Piemonte…..che il popolo vuole sapere che piante pianterai sull’aiuola all’angolo…….!!

    L’alnus glutinosa ??Il tamarix…??!! La Pistacia lentiscus ?? Il Nerium oleander ?? Un salix piangentis….??? O un bell’esemplare di Cactus…..tipicus dell’aspro Monte Stella de Milàn ??!!

  4. Roberto non è che devo fare sempre tutto io , altrimenti le gelosie, le frustrazioni, le calunnie, le diffamazioni a mezzo stampa e blog/facebook/twitter aumentano a dismisura. Come pianta in questo momento preferisco Abete bianco (Abies alba) Classe: Pinopsida. Famiglia: Pinaceae. L’abete bianco è un albero sempreverde che può crescere fino a 50 metri e che ha bisogno solo di un ambiente sufficientemente ombroso e umido per svilupparsi, il fusto è dritto e in ambienti isolati i rami crescono fittamente sin dalla base, se invece ha poco spazio il fusto rimane nudo fino ad una certa altezza. I rami principali sono disposti perpendicolarmente al terreno e sono disposti lungo il tronco seguendo un andamento a spirale. La corteccia è liscia e molto resinosa negli esemplari giovani, in quelli vecchi si ispessisce diventando ruvida e squamosa, nel complesso l’abete bianco è un albero con poca resina nel legno e quindi più indicato di quello rosso per la produzione di mobili economici (l’abete rosso, più pregiato, richiede una maggiore lavorazione). Le foglie consistono in aghi appiattiti e rigidi disposti sui rami minori in due file come denti di un pettine. Essendo gli abeti gimnosperme, i frutti sono le “pigne” (cioè aggregazione di sporofilli femminili).

  5. Insisti e renditi ancora ‘colpevole’ piantando altri alberi, augurando nuovi parchi ed allontanando le vecchie fabbriche dalle case. Questa colpevolezza mi piace, Buccinasco intera te ne renderà grazie.

  6. Lo aspettavo al varco il Pruitone, mi ricordo quando era assessore all’ambiente(1°mandato) attirò la mia attenzione con scelte straordinarie, riqualificazione dei fontanili, disinquinamento delle rogge, boschetti a random, sensibilizzazione sull’uso dell’acqua…. poi d’improvviso diede l’autorizzazione a una persona di occuparsi della fauna ittica dei fontanili che si prese la briga di decimare la popolazione di lucci autoctoni, quando andai in comune a far notare il problema e a proporre una reintroduzione della specie mi guardarono come se fossi uno scarafaggio.
    comunque è colpevole di così tante cose che lo salviamo.

    abete bianco?? io credo che il comune come anche tutti gli enti dovrebbe fare una campagna per sensibilizzare sull’acquisto di piante autoctone del territorio.

  7. Ma questo Claudio si preoccupa dei lucci autoctoni e delle piante autoctone e le persone autoctone non gli interessano ?

    Ah, no, le persone autoctone a Buccinasco ormai sono praticamente estinte, come gli abitanti dell’America che chiamavano Indiani….o gli Aborigeni Australiani…..

    Erano Americani e Aborigeni australiani autoctoni dalla pelle rossa, ma non comunisti, in quanto liberi di andare a caccia e a pesca senza licenza….!!

    “Balla coi lupi ” , il film, ci ha insegnato qualcosa….!!

    Noi italiani faremo la stessa fine, altro che i lucci “presunti autoctoni” di Buccinasco…..

  8. Non sapevo che c’era una guerra in corso nel Nord-Ovest di Milano…

    Invese di eliminare i capannoni e piantare piante autoctone…..
    vogliono fare un mega Centro Commerciale per gli italiani e per gli ex operai Alfa Romeo che non hanno più nemmeno il lavoro……

    http://www.corriere.it/inchieste/guerra-maxi-shopping-center-intorno-milano/2d8cde32-d9e5-11e2-8116-cce4caac965d.shtml

    Se eri Vicesindaco ad Arese contribuivi ad ammazzare il piccolo commercio o ti dimettevi…..??

  9. Hai ragione Pierino, d’altra parte tu appartieni all’antica tribù nativa di Buccinasco dei “Fagnanus Porcellum” (capo tribù calderoli)
    come ti chiamano all’interno della tribù?? Pancia Di Cinghiale??

    potrei spiegarti l’importanza della biodiversità ma sarebbe inutile….
    potrei spiegarti i MILIONI di euro di danni dovuti alla presenza di specie vegetali esotiche ma sarebbe inutile….

    i nativi di Buccinasco si trovano sicuramente nella zona agricola e io povero immigrato arrivato a milano con le rose in mano sono uno dei pochi a difendere in prima persona quelle zone, alcune segnalazioni le puoi trovare facilmente altre invece non posso dirle pubblicamente….

    Pancia di Cinghiale devono piacerti proprio tanto i gamberi e i granchi!

  10. la tua colpevolezza è conclamata, per questo la pena dovrebbe essere severa, ti auguro quindi con tutto me stesso di diventare nostro sindaco

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...