E se ci aiutassimo? L’idea di una mamma di #Buccinasco

Postato il

maniteseHa creato un gruppo su Facebook – clicca QUI Facebook – per creare una rete di mamme e famiglie disposte a dare ad altri carrozzine, lettini e vestiti che non usano più. Oggi “Se ci aiutassimo?”, iniziativa di Rita Bassi, conta oltre 200 iscritti, persone si aiutano tra loro, che cedono a chi ha bisogno cose di cui magari non sapevano come liberarsi, nella logica del riuso solidale

Buccinasco (26 giugno 2013) – Tra le mamme si fa spesso, forse non abbastanza, non fra tutte. Chi dismette i vestitini dei propri figli, li dà ai figli dell’amica; quando il passeggino o il fasciatoio non servono più si prestano a chi ha bimbi in arrivo. Perché non allargare la rete?

Ci ha pensato una mamma di Buccinasco, Rita Bassi: stava per buttare la culla del suo bambino quando ha saputo di un’altra mamma che avrebbe usato per il suo piccolo in arrivo un catino non potendo permettersi la spesa per un lettino vero e proprio. Le ha dato la sua culla e ha pensato di creare una rete di mamme che possano avere un “luogo” per segnalare di cosa hanno bisogno oppure cosa possono offrire alle altre. È nato così su Facebook il gruppo “E se ci aiutassimo?” che conta già oltre 200 iscritti e cresce ogni giorno. Così come quotidianamente aumenta il materiale a disposizione, tanto che ora la mamma del gruppo è alla ricerca di uno spazio fisico per poter tenere gli oggetti in attesa di consegna e lancia un appello alle associazioni affinché la possano supportare logisticamente.

“Credo sia un’iniziativa molto importante – spiega il vice sindaco Rino Pruiti – e quando la signora Bassi si è rivolta a me, ho subito condiviso lo spirito del progetto consigliandole di rivolgersi ad altre associazioni del territorio per un supporto: mi auguro che si riesca a trovare forme di collaborazione per allargare la rete di solidarietà ed avere uno spazio fisico, come Amministrazione faremo il possibile per favorire sinergie tra il mondo del volontariato”.

L’Amministrazione invita intanto anche le altre cittadine e cittadini di Buccinasco ad aderire a questa iniziativa solidale e gratuita, attenta anche all’ambiente, secondo la logica del riuso, della diminuzione degli sprechi. Per un nuovo stile di vita, più consapevole e più attento ai bisogni dell’altro.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

About these ads

4 pensieri su “E se ci aiutassimo? L’idea di una mamma di #Buccinasco

    Dino ha detto:
    26 giugno 2013 alle 5:47 pm

    Buona idea. Ho giusto due scatole piene di giocattoli e alcuni vestitini da riusare. Fatemi sapere …

    Dino ha detto:
    26 giugno 2013 alle 6:15 pm

    … visto che non ho la possibilità di inserire commenti nel gruppo Fb …

    Rino Pruiti ha risposto:
    26 giugno 2013 alle 6:18 pm

    Dino va che va, devi entrare nel gruppo prima

    mgrazia ha detto:
    26 giugno 2013 alle 10:22 pm

    Grande Rita..hai colto in pieno ciò k sta alla base dei processi delle strategie d’ “ascolto di un bisogno”..dei centri d’ascolto !

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...