Buccinasco, linea dura contro i fuochi: 500 euro di multa

Postato il

botti-di-capodanno-olbia-in-linea-con-molte-c-L-KYat1IIL GIORNALE 29/12/2012 – Di qua botti liberi, di là silenzio obbligato. Il confine tra Milano e Buccinasco passa tra i campi della Barona. E lunedì sera segnerà il confine tra due scelte opposte delle amministrazioni comunali. Mentre a Milano ci si affida alla moral suasion, a Buccinasco la giunta (anch’essa di sinistra) ha deciso: cinquecento euro di multa a chi spara.

«Francamente – spiega Rino Pruiti, vicesindaco – di quello che decidono a Milano non ci importa granchè. Noi abbiamo deciso tenendo conto della diversità di Buccinasco, che è popolata anche di animali: metà del territorio è parco agricolo, ci sono mille mucche che fanno il latte di alta qualità, ci sono altri allevamenti, e i danni che questi animali subiscono da ore ed ore di esplosioni sono documentati. Ma siamo anche diversi come popolazione umana, qua la gente viene per stare tranquilla».

Ma non c’è il rischio che il divieto di botti si riveli impossibile da fare rispettare? «Io non mi faccio illusioni sul fatto che ventuno agenti di polizia locale possano tenere sotto controllo dodici chilometri quadrati di territorio. Però ci sono anche i carabinieri. E chi verrà trovato a violare il divieto verrà punito. Ma, come abbiamo spiegato in questi giorni, c’è un altro effetto dissuasivo: se qualcuno si dovesse fare male o facesse male a qualcuno, come purtroppo accade, l’assicurazione non coprirebbe i danni. Spero che la gente ne tenga conto».

Non è triste un Capodanno senza botti? «Se posso essere sincero, non so cosa ci sia da festeggiare. Noi quest’anno i soldi per le luminarie li abbiamo devoluti ai terremotati e alle famiglie in difficoltà».

About these ads

50 pensieri su “Buccinasco, linea dura contro i fuochi: 500 euro di multa

    pruiti ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 9:55 am

    Reblogged this on Rete Civica Buccinasco.

    [...] Buccinasco, linea dura contro i fuochi: 500 euro di multa. [...]

    Roberto ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 10:31 am

    Una cosa da festeggiare ci sarebbe…la nuova Amministrazione di Buccinasco …che però il “botto” l’ha già fatto alle elezioni con la vera lista civica Per Buccinasco…….
    Auguri di buon anno e buon lavoro.

    Anonimo ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 11:20 am

    Tra quelli che hanno vietato o limitato l’utilizzo di botti a Capodanno si ricordano: Agropoli, Alessandria, Altamura, Angri, Arzignano, Asti, Bari, Boissano, Borgo Ticino, Brescia, Brindisi, Buccinasco, Carcare, Casalecchio di Reno, Castelletto Ticino, Cervignano del Friuli, Cesena, Cesenatico, Cologno Monzese, Cormons, Cortina d’Ampezzo, Cosenza, Cremona, Cuneo, Dormelletto, Dronero, Ercolano, Faenza, Foggia, Girasole, Grosseto, Imperia, La Spezia, Lecco, Maddaloni, Mezzana, Modena, Montefalcone, Montesilvano, Olbia, Pesaro, Peschiera Borromeo, Quiliano, San Benedetto del Tronto, San Giorgio, San Severo, Sesto San Giovanni, Vado Ligure, Valenza,Venezia, Verbania, Vicenza, Voghera.

    In altre città, come Milano, Napoli, Firenze e Bergamo, si sono limitati a delle campagne di sensibilizzazione (mentre si ricorda che l’anno scorso a Milano i botti furono vietati perché erano stati superati i livelli di smog).

    FG ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 12:12 pm

    Condivido la scelta ma come la attuerete?
    Chi controllerà nelle strade?
    E i negozi del territorio che vendono quintali di fuochi artificiali?
    Un provvedimento del genere avrebbe una bella risonanza se ci fossero delle belle sanzioni da esporre a futura memoria. In questo caso l’anni prossimo si avrebbe una maggiore adesione al divieto. Penso che gli italiani vadano rieducati a civile comportamento con più bastone che carota.
    Non farlo significherebbe lasciare la sensazione che tanto si può fare sempre quello che si vuole.

    pruiti ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 12:15 pm
    ANDREA ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 2:09 pm

    Ciao rino , bravo davvero , prova a portare anche la multa per divieto di sosta con lo stesso importo vedrai che fanno tutti i bravi , CI VUOLE RIGORE E RISPETTO DELLE REGOLE .

    laura ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 3:55 pm

    vi siete dimenticati di dirci l’ora per il coprifuoco
    non si sa mai

    pruiti ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 3:57 pm

    Laura, da subito, ricordati che se farai peccato dovrai confessarti !!!! :-)

    Anonimo ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 4:04 pm

    (mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 29 dicembre 2012 – Dopo Buccinasco, anche Cesano Boscone vieta “i botti”. Il Sindaco ha emesso l’ordinanza di divieto a chiunque di far esplodere petardi o botti di qualsivoglia tipologia in tutti gli spazi pubblici, marciapiedi, isole pedonali, parchi e giardini del territorio comunale.
    Le multe vanno dai 25euro ai 500euro con il sequestro del materiale pirotecnico, se necessario.

    V.A.

    Fabio ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 8:28 pm

    Rino, una domanda banale. Solo i “botti” sono vietati? E gli altri “giochi pirotecnici”? Da cosa si distinguono? Se fanno “rumore”?

    pruiti ha detto:
    29 dicembre 2012 alle 8:33 pm

    Fabio, qualsiasi cosa che esplode e fa il botto

    Anonimo ha detto:
    30 dicembre 2012 alle 10:33 am

    A me questa cosa qui di vietare indistintamente ogni tipo di botti mi sembra proprio una cagata !!! Tra un po’ dovremo chiedere al comune se possiamo uscire di casa !!!!
    Un po’ di sani e innoqui botti ( vi ricordate i petardi , quelli piccolini con le miccette , niente di più ) metterebbero un po’ di allegria …

    anto ha detto:
    30 dicembre 2012 alle 2:47 pm

    Apprezzo tantissimo la vostra scelta,noi abbiamo un cane che si terrorizza quando sente i botti,l’altra notte c’è stato un botto talmente forte che sembrava una bomba, la casa tremava!il botto proveniva dalla zona intorno al campo Scirea,proporrei di estendere questi divieti in maniera perenne!

    Anonimo ha detto:
    30 dicembre 2012 alle 10:41 pm

    Anto
    Porta il tuo cane dallo psicologo.
    E poi fatti qualche domanda anche tu …

    claudio ha detto:
    30 dicembre 2012 alle 11:56 pm

    Anonimo stai tranquillo tutto quello che non ti fà saltare una mano lo puoi scoppiare….
    anche i petardi con il culo che poi, sono l’esatto equivalente di quello che scrivi…
    I botti sentiti in questi sere sono vere e proprio bombe , vorremo tutti evitare di sentirli per i motivi già espressi nel comunicato.
    per uscire di casa chiedi pure allo psicologo.

    gm ha detto:
    31 dicembre 2012 alle 10:03 am

    A parte i lettori di questo blog, con quali mezzi di comunicazione i cittadini sono stati avvisati dell’ordinanza? Temo che ci sia stata una lacuna informativa ed i negozi vendono regolarmente ogni tipo di mortaretto.

    pruiti ha detto:
    31 dicembre 2012 alle 10:05 am

    gm, con i mezzi del Comune, i soliti, non si può vietare la vendita di articoli regolari. Avete letto del mio collega di Trezzano SN denunciato perchè deteneva decine di chili di botti illegali? http://www.ilgiorno.it/sudmilano/cronaca/2012/12/30/823197-trezzano-sul-naviglio-Giorgio-Rossetto-botti-illegali.shtml

    Roberto ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 11:13 am

    A giudicare dalla durata “del bombardamento” ( ben dieci minuti in più dell’anno precedente) e dal livello di rumore di sottofondo…..avete fatto un sacco di soldi con le multe…..o no ??

    Peppe ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 11:34 am

    Purtroppo si è sparato e alla grande.Dinanzi a locali pubblici aperti e dai balconi delle case.Qualcuno sarà punito?Lo spero.

    Davide ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 1:20 pm

    Sono curioso di sapere quante multe sono state comminate ieri.

    I botti sono stati talmente forti che il mio impianto dall’allarme è letteralmente impazzito, e non era mai accaduto…

    I carabinieri da noi chiamati nel caso che l’allarme fosse dovuto ad un furto (a distanza non puoi mai sapere) ci hanno detto che erano probabilmente i botti, perché a Buccinasco si era scatenata una vera e propria guerra!

    Non è che l’ordinanza ha avuto l’effetto opposto, vista la nota affezione al rispetto delle leggi di taluni noti personaggi che risiedono nel nostro comune?

    gm ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 2:31 pm

    Dai, è andata come previsto. Comunicazione insufficiente, negozi pieni di ogni tipo di petardo, carosello di botti da far invidia al Gallaratese ( chi conosce un po’ Milano sa di che cosa parlo). Non sarebbero bastate le forze d’ordine impiegate alla domenica a San Siro per arginare il fenomeno a Buccinasco. Il furbaccchione Pisapia ha pensato bene di suggerire di non usare i fuochi, ben sapendo che un’ordinanza sarebbe stata fallimentare e lo avrebbe esposto alle frecciate dell’opposizione. Mister Area C la sa lunga.

    fcoraz ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 3:15 pm

    Come volevasi dimostrare, emettere ordinanze astrattamente corrette non serve a nulla se non a far fare bella figura al sindaco e alla sua giunta.

    Roberto ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 7:37 pm

    A me però una cosa è chiara:
    a Buccinasco ci sono più cittadini che fanno i botti di fine anno di quanti vanno a votare..!!
    Oppure erano in gran parte “frustrati” dall’aver perso le elezioni…..ed allora ad ogni gran botto…Maiorano se la rideva e pensava……”senti come gli rode ancora” …..!!
    Bum ,bum,buuuuuuuum,…….” arrridaiè perdenti”…….!!!!

    pruiti ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 8:33 am

    Mi deludono un po’ questi commenti, come se gli atti di buon senso e civiltà fossero qualcosa di strano e di particolare. Noto anche una certa soddisfazione , tipicamente italiota, nel godere che ci sia sempre la possibilità di violare le regole e farla franca. E’ successo esattamente quello che prevedevo, una certa parte di residenti (chi si comporta così non è un cittadino di Buccinasco ma solo un residente) se ne frega di tutto e di tutti, anche se è pur vero che l’informazione non potrà mai essere capillare, soprattutto verso chi non vuol sapere. In effetti in alcune zone non si è sparato per nulla. Questa dimostrazione rafforza la mia richiesta di provvedimenti che ho proposto alla Giunta e che adesso mi sembrano inderogabili, parlo in generale del controllo del territorio e della repressione. Non dobbiamo più farci problemi, chi sbaglia – crisi o non crisi – deve pagare.

    ANDREA ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 8:54 am

    Rino BUON ANNO.
    Non sentirti deluso anzi dai l’ esempio come hai sempre fatto e fai capire una volta di più cosa vuol dire far rispettare le regole e il buon senso civico.
    Colgo l’ occasione per fare i complimenti a quei cog…ni che hanno conciato le strade da schifo per questi botti almeno raccogliete le cose e buttateli nel cestino .
    Manco un animale si comporterebbe così

    gm ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 9:25 am

    Confesso che quando ho letto su questo blog dell’ordinanza sono rimasto io deluso. Non comprendo come una simile importante ( ribadisco: importante) decisione possa essere stata presa all’ultimo minuto, senza aver pianificato iniziative mirate a sostenerla adeguatamente. Di simili iniziative ne sono piene le cronache, che regolarmente ne riportano anche il fallimento. Da una giunta con un forte senso della realtà mi aspetto azioni attuabili, altrimenti si cade nella retorica di Silvio e discepoli. Chi è interessato al miglioramento continuo di Buccinasco scrive ed anche pone critiche – i veri delusi sono quelli che tacciono e se la legano al dito.

    pruiti ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 9:30 am

    gm#, sbagli, sono decine i comuni che hanno fatto la stessa cosa, Cesano Boscone solo 48 ore prima su forti sollecitazioni dei Cittadini. Cambia poco se lo dici un anno prima e comunque non sarà mai possibile controllare. Quello che deve passare è un concetto di civiltà e di rispetto. Sono sicurissimo che quando applicheremo le proposte che ho fatto alla Giunta e ci sarà un “massacro” di sanzioni e di multe, vedremo un sacco di gente che correrà in Comune a lamentarsi, e quindi? Non ripeto di nuovo quello che ho scritto qui ==> http://rinopruiti.wordpress.com/2012/12/28/buccinasco-quindi-che-si-fa/
    La demagogia facile la fa chi pensa che sia sempre tutto inutile e che non si possa fare nulla MAI !

    as ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 10:40 am

    Ogni anno verso dicembre il territorio viene invaso da cartelli che annunciano il presepe vivente di Gudo. Tralascio sul fatto che siano sistematicamnte in posizioni abusive, ma almeno i solerti organizzatori non potrebbero eliminarli dopo la manifestazione? Cercavate qualche “furbetto” eccovi serviti.

    pruiti ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 10:43 am

    as, già fatto presente agli “interessati”

    TempoDiMigrare ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 11:41 am

    Un modesto suggerimento per l’anno prossimo: visto che c’è un vicesindaco tecnologico, la prossima volta si potrebbe pubblicare l’ordinanza anche in rumeno, moldavo, ucraino, etc. (con google translator si può fare). Tra quelli che erano in giro a sparare a capodanno infatti molti erano individui che evidentemente non sanno leggere l’italiano.

    pruiti ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 11:58 am

    TempoDiMigrare, ottimo consiglio, cominceremo a farlo per tutti gli atti pubblici, era una cosa già in programma ma… tieni presente che solo il 2 max 3% della nostra popolazione residente è di lingua straniera.

    Roberto ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 2:24 pm

    Rino mi stupisco di te !!
    La risposta giusta è che visto che siamio in Lombardia e che solo il 2-3 % della popolazione è straniera e che la Lega Nord a Buccinasco ha preso alle ultime elezioni Amministrative solo il 6,03 % ed il misero 2,7 % alle Amministrative del 2007…….almeno l’ordinanza sui Botti di fine anno verrà tradotta in dialetto, Pugliese, Campano , Calabrese, Siciliano…….
    Per tutti gli atti pubblici mi pare un’esagerazione ed uno spreco di denaro pubblico!!

    BOB ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 7:22 pm

    Che senso ha adottare provvedimenti che non si possono far rispettare. Chi dovrebbe fare le contravvenzioni i vigili che non lavorano neanche la domenica???????

    pruiti ha detto:
    2 gennaio 2013 alle 7:32 pm

    BOB, allora perchè non togliamo tutti i divieti di sosta, anche davanti ai passi carrai? Tanto…

    pruiti ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 10:29 am

    Capodanno 2013, due morti in Campania e 361 feriti in tutti Italia

    Un bambino di 11 anni ha perso tre dita di una mano a Milano per aver raccolto un petardo inesploso. Nel Milanese un uomo colpito da una fucilata a una gamba. Almeno ottanta feriti nel Napoletano, otto a Roma, nove a Catania e otto tra Bari e provincia. Nel Reggiano denunciato un artigiano rimasto ferito con il suo fucile da caccia

    Samuele Venturini ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 12:11 pm

    In realtà a Buccinasco grazie all’ordinanza i botti sono nettamente diminuiti! Questo è quello che ho potuto appurare sia di persona che grazie alle testimonianze di vari cittadini. In particolare sono drasticamente calati i botti prima del 31/12 e questo era uno degli obbiettivi che si voleva raggiungere. Solo fino all’anno scorso ricordo bene i numerosi botti anche decine di giorni prima di San Silvestro. Quest’anno invece no. Sarà la crisi? sarà il provvedimento? Intanto la nostra ordinanza è stata diffusa sui giornali, sulle tv e su numerosi siti internet. Poi ovvio, lo strumento legale c’è, spetta l senso civico delle persone rispettarlo. Allora togliamo i divieti di parlano al cellular ein macchina, di passare col rosso ecc. Tanto se non ci sono i vigili che li fanno rispettare a che servono?? E comunque ben vengano ordinanze di questo tipo anche se servissero solo a dissuadere una sola persona dall’usare i botti. Ecco quello che succede poi nel non dimostrarsi sensibili a tali temi: http://www.all4animals.it/2013/01/05/botti-di-capodanno-e-animali-gli-aggiornamenti-sono-un-bollettino-di-guerra/ Noi nel nostro piccolo cerchiamo di dare dei segnali di civiltà.

    Roberto ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 12:12 pm

    Mi dispiace moltissimo solo per i bambini anche se è difficile credere che i petardi inesplosi raccolti siano la vera causa : se è inesploso ed è a terra spento di solito non esplode e se qualcuno lo raccoglie e lo riaccende il tempo di reazione è praticamente zero e ti esplode in mano!! Se si fanno male i bambini la responsabilità è della famiglia e soprattutto di quel pirla del padre,( se c’è visto le famiglie “moderne” allargate….) che non ha insegnato al proprio figlio a non raccogliere i petardi inesplosi e a non riaccenderli !! A volte uno schiaffo sulla mano ti salva le dita…….ma siamo nell’epoca che occhio a dare uno schiaffetto al proprio figlio sulla mano che chiamano il telefono azzurro e ti denunciano per maltrattamenti e finisci in galera….!!
    Forse la faccio troppo semplice ma credo che la scusa del petardo inesploso serva in molti casi a sviare la vera responsabilità del genitore che c’è comunque sulla mancata vigilanza al figlio minore e in questo modo si evita una bella denuncia che sarebbe invece sacrosanta….!!
    Io quando si fa male un minore denuncerei sempre e comunque i genitori e darei risalto in televisione alla cosa e in questo modo gli farei passare anche la voglia di comperare i petardi .

    BOB ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 1:11 pm

    Caro Pruiti, non è certo compito dell’amm. comunale abolire la sosta davanti ai passi carrai che è prevista da una legge dello stato. (codice della strada art. 158) ma per quanto riguarda Buccinasco la risposta è SI, di fatto è come se già lo fosse. Fornisca i dati e ci dica quante contravvenzioni per divieto di sosta sono state elevate a Buccinasco negli ultimi anni ma andrei oltre, senza contare le infrazioni contestate con gli autovelox fissi (sui quali trra l’altro ci sarebbe molto da discutere) ci dica quanti contravvenzioni sono state elevate dalla P.L.
    Grazie

    BOB ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 1:13 pm

    Dimenticavo di dire che qualche botto si è sentito e che la diminuzione probabbilmente è divuta alla crisi e non ad una ordinanza che comunque non era possibile far rispettare. E’ stat fatta qualche contravvenzione???????????

    pruiti ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 1:43 pm

    BOB, abbiamo capito. Sei “contro”, mi sa che il dialogo non ti interessa.

    Bob ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 2:18 pm

    Rino non sono contro nessuno mi baso su quello che vedo. Resto in attesa dei dati per un giudizio definitivo.

    pruiti ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 2:26 pm

    Bob, se io mi basassi su quello che “vedo” me ne starei a casina mia tranquillo, bisognerebbe arrendersi… però qualcuno ci deve provare a rimettere a posto le cose. Non abbiamo bisogno di giudizi adesso, basta che ti ricordi non votarci tra 4 anni e 6 mesi. Quello di cui abbiamo bisogno sono consigli e proposte, senso civico e voglia di farsi carico.

    Bob ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 2:31 pm

    Consigli e proposte devono essere seguiti dai fatti e se per un po di catrame mi rispondi che non ci sono soldi……..

    pruiti ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 2:41 pm

    Bob, quando dici “per un po di catrame” devi tradurre con queste azioni operative:
    a) verificare la voce di bilancio in spesa corrente, ci sono i soldi? Se si, li possiamo spendere per il patto di stabilità?
    b) se li possiamo spendere, abbiamo un appalto per l’ordinaria manutenzione? Si
    c) sono state segnalate alla ditta appaltatrice le problematiche del marciapiedi di via Palermo? Si
    d) hanno fatto un sopralluogo? Ancora no, verificheranno la settimana prossima
    e) ma riusciranno a mettere a posto con un po di catrame? Non si sa, sono cose che devono valutare loro e farci sapere.
    f) se si può mettere a posto con un po di catrame quando lo faranno? Subito.

    Bob ha detto:
    5 gennaio 2013 alle 2:43 pm

    Fra 4 anni e 6 mesi dopo le elezioni cercherò casa vicino ad un amministratore comunale.

    Roberto ha detto:
    6 gennaio 2013 alle 3:04 pm

    Ti ha sgamato è inutile che censuri anche me……!! il mio era un discorso …in generale….tiravo in ballo due amministrazioni…..

    pruiti ha detto:
    6 gennaio 2013 alle 6:07 pm

    Roberto… va bene che io sono in lizza per la beatificazione “laica 2013″ ma a tutto c’è sempre un limite, se non altro un limite di decenza. Se non ti censuro poi devo perdere tempo a farti/vi la figura dei pirla, sinceramente eviterei.

    Anonimo ha detto:
    6 gennaio 2013 alle 7:43 pm

    Punto a.b.c.d.e.f.g.h ecc. Il mio dovere è segnalare le situazioni di pericolo il vostro …diciamo cercare i soldi per eliminarle. Di tasse fra IMU e IRPEF che la dott. Iacontini ha introdotto anche a livello comunale (cosa che invece i politici si erano guardati bene dall’introdurre e oggi dal togliere) ne paghiamo parecchie. Mi limiterò ad osservare le future opere pubbliche e giudicare, a mio modesto parere, se erano più urgenti di altri. Grazie lo stesso per l’interessamento.

    pruiti ha detto:
    6 gennaio 2013 alle 8:01 pm

    Di niente, grazie a te.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...