LISTA CIVICA “PER BUCCINASCO” SULLE PROTESTE DEL COMITATO GENITORI SCUOLA PARITARIA “DON STEFANO BIANCHI”

Postato il

striscioneBuccinasco – Martedì scorso, durante il consiglio comunale, un gruppo di “rappresentanti” della scuola materna paritaria “Don Stefano Bianchi“ ha manifestato contro il Sindaco e la nostra maggioranza.

Oggetto della contestazione la proposta dell’Amministrazione comunale di definire – finalmente – una convenzione sostenibile, legale ed equa con l’istituto paritario.

L’attuale “offerta” del Comune ammonta a 471.000 euro all’anno di soldi pubblici, reperiti in bilancio di spesa corrente (quindi utilizzando i fondi provenienti dall’IMU e dell’addizionale irpef di tutte le 11.000 famiglie residenti).

Dopo mesi di trattative con la delegazione della scuola il Comune non è riuscito ad arrivare ad un accordo: le richieste economiche dell’istituto sono sempre superiori a quanto offerto. Durante la manifestazione di protesta sono stati proferiti insulti al Sindaco, al Vicesindaco e a tutti i consiglieri di maggioranza, dentro e fuori dal Consiglio comunale.

La “protesta” è stata “cavalcata” dalla Consigliera Cortinovi (PDL) che aveva prontamente presentato un’interrogazione consiliare (fuori tempo), preparandosi anche la replica scritta senza sapere cosa avrebbe risposto il Sindaco (questo la dice lunga sulla volontà di dialogo e sul rispetto istituzionale, ma viene da una “coerente tradizione politica”).

Ma alle urla di pochi preferiamo opporre la ponderata e silenziosa scelta di molti: è da giorni che la lista civica ‘per Buccinasco‘ raccoglie, informando e dialogando coi cittadini, centinaia di firme a favore della scuola pubblica.

Siamo convinti che oggi l’intera maggioranza debba “attrezzarsi” per far fronte con decisione, serenità e serietà a questo brutto confronto politico, per il bene di tutta la nostra comunità e per garantire il rispetto della democrazia e delle istituzioni.

Lista Civica per Buccinasco
Lista Civica per Buccinasco

Lista Civica “per Buccinasco”
http://perbuccinasco.wordpress.com

About these ads

83 pensieri su “LISTA CIVICA “PER BUCCINASCO” SULLE PROTESTE DEL COMITATO GENITORI SCUOLA PARITARIA “DON STEFANO BIANCHI”

    laura ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 12:51 pm

    Scusi c’ero anch’io in aula e non è stato insultato nessuno e nemmeno fuori, non siamo venuti lì con mangalli o armi , chiedavamo sola che la Sig Palone facesse parlare chi di dovere invece di contianuare ad azzittire tutti perfino lei e il sindaco,e’ stato lei che ci ha minacciato dicendo che se andavamo avanto così era peggio per noi, l’interroaziione della Sig. Cortinovi era fuori tempo per la seduta del 27/11/ 12 NON PER quella del 11/12/12
    NOI CHIEDIAMO LA PARITA’ E LA LIBERTA DI SCEGLIERE.
    Inizi a raccontare la verita’
    noi non siamo contro le scuole pubbliche ma ognuno deve essere libero di scegliere
    finche’ vi e’ servito tutto ok ora no
    buonagiornata
    LAURA

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 1:04 pm

    Laura, non scherziamo, io ci stavo!!! Ad alcuni consiglieri di maggioranza è stato addirittura detto : vieni fuori se hai coraggio. Al Sindaco è stato dato del fascista e del nazista, questo ancora prima dell’inizio del consiglio. Confermo le mie parole, con questo comportamento non solo è peggio per voi ma per tutti, quando si trascende dal civile comportamento e si insulta ed offende l’istituzione democratica la prima vittima è la “ragione”. Che succede se alla prossima seduta vengono anche un centinaio di genitori che non condividono che il Comune stanzi 471.000 euro per la materna paritaria? Facciamo intervenire un battaglione di Carabinieri? Spero proprio di no…
    Non entro più nel merito della questione, lo ritengo inutile con chi non vuole sentir ragione. C’è una proposta equa già presentata, fatta con molti sacrifici e con un “miracolo” sul bilancio di cui ringrazio il collega Baldassarre. Eravamo e saremo il Comune italiano che stanzia la cifra più importante per le scuole paritarie.
    Invito TUTTI per l’ultima volta a ragionare serenamente e civilmente nel rispetto reciproco.

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 1:08 pm

    Che poi sta cosa di vedere in noi il nemico è demenziale, il Sindaco e la Giunta si stanno dando da fare – tanto – per salvare la Nova Terra (salvare è proprio il termine giusto) che altrimenti non potrà più operare in quell’immobile ABUSIVO, così come stiamo cercando una sede più idonea per l’istituto professionale ikarus. I rispettivi responsabili possono sicuramente confermare. Quindi di che parliamo??? Perchè questo odio?

    Rosa Palone - presidente consiglio comunale ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 1:29 pm

    Dalla “platea” sono volate parole come “coglioni”, “fascisti” e comportamenti irrispettosi tipo il gesto dell’ ombrello verso il sindaco, la giunta e il presidente del consiglio,
    Il rispetto per i luoghi istituzionali (come per quelli di culto) dovrebbe essere prassi per tutte le persone educate. Non so, io ho frequentato la scuola statale e mi hanno detto sempre così.

    Anonimo ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 1:51 pm

    ..scusa non ho capito, il comune versa 471.000 euro ogni anno a una scuola privata…..e nelle scuole pubbliche si staccano i caloriferi dal muro…

    Flavio, cittadino ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 1:59 pm

    D.ssa Palone, mi perdoni,
    impari dal Prof. Monti a mantenere sempre un pò di scorta di humour.
    Anche il vecchio Montanelli, che di fascismo ne sapeva
    e di “sovrani” ne ha avuti in Redazione,
    raccontava sempre con facezia:
    “LA CACCIA COL FALCONE”
    Un buon cacciatore doveva anche conoscere il carattere del suo falcone: se volava alto gli spennava il groppone obbligandolo così, per il freddo, ad abbassare la quota.
    Cordialmente

    il professore ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:01 pm

    Sarebbe tempo di dire basta. La parola spetta tuttavia ai cittadini, che spesso non hanno però chiara l’importanza della laicità e delle pesanti ricadute politiche di una sua mancata difesa su altri fronti apparentemente estranei. I leader di Comunione e liberazione potranno per contro affidarsi ancora a lungo sulle truppe cammellate dei loro fedelissimi, eternamente riconoscenti e obbedienti nei loro confronti.

    Rosa Palone ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:09 pm

    E se proponessimo un referendum in merito ?

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:11 pm

    Rosa, se serve a rasserenare gli animi e far valere la democrazia io sono d’accordissimo. Si potrebbe fare senza troppa spesa nei giorni delle elezioni di febbraio aggiungendo un’urna comunale. Si tratta “solo” di stampare 21.000 schede e riconoscere un incentivo agli scrutatori. Il regolamento attuale prevede che si possa attivare il referendum consultivo con una semplice votazione di consiglio a maggioranza.

    red55 ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:15 pm

    hahaah vi siete fatti dare dei coglioni fascisti senza reagire???? grandi!!!

    gm ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:20 pm

    Un personale suggerimento ai sostenitori della scuola parrocchiale : il limite tra la ragione ed il torto è molto labile, forse lo state oltrepassando. E forse non vi rendete conto dei privilegi che vi vengono riconosciuti. Andare oltre significa ottenere una reazione numericamente molto più pesante della vostra, con possibile futuro azzeramento dei privilegi per incazzatura ( parola che vuole descrivere molto più che un semplice disappunto) della sovrastante maggiornaza dei cittadini/genitori che non godono degli stessi privilegi. Ne vale la pena ? Avete solo da perdere. Mandate i vostri figli ad una scuola di chiara impronta cristiana e poi di fatto assumete comportamenti oggettivamente mirati al mantenimento di favori – e la coerenza ????

    Marco ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:35 pm

    E io pago fior di IMU perchè il mio comune dia 471.000 euro all’anno ad una scuola privata? E nella scuola PUBBLICA di mia figlia non hanno i soldi per far riparare i bagni? Per pagare la retta ai signori che tutte le mattine parcheggiano il SUV di fronte al mio passo carraio per non fare 20 metri a piedi in più dal parcheggio di via Lomelina (parlo della Nova Terra)? Per sentirmi tutte le sere rompere i maroni dall’allarme della Nova Terra perchè il preside se ne sbatte nonostante le proteste da due anni e le chiamate ai Carabinieri (alla faccia del senso civico)? Per pagare la retta a signori che (sentito con queste orecchie): “La retta di mio figlio sono 2500 euro all’anno ma io ne do 3000 così sono sicuro che passa”. Beh, complimenti alla nuova Giunta “laica”. Cavour si starà rivoltando nella tomba (ma non solo per questo, consolatevi).

    donchisciotte ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:54 pm

    due semplici osservazioni: il referendum dovrebbe essere di quartiere solo perchè la
    struttura viene usata dai cittadini che vivono in quella zona, a cui non viene chiesta la appartenenza politica o religiosa all’atto di iscrizione.
    Per quanto riguarda le truppe cammelate devo dire che non si presentano con la tessera
    ma liberamente, contrariamente a quanto è successo alle primarie de PD.
    Chi sono i cammellati?
    Pruiti: pubblica tutti i commenti o il tuo blog è solo per i truoi cammelli?
    attento i proclami a carattere elettorali po si ritorgono contro vedi Berlusconi.

    Roberto ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 2:58 pm

    Il Padre Nostro

    Padre nostro che sei nei Cieli, sia santificato il Tuo Nome, venga il tuo Regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.
    Il Padre Nostro è uno stile di vita:

    Non posso dire PADRE, se non mi comporto da figlio.
    Non posso dire NOSTRO, se vivo chiuso nel mio egoismo.
    Non posso dire CHE SEI NEI CIELI, se mi preoccupo solo delle cose della terra.
    Non posso dire SIA SANTIFICATO IL TUO NOME, se non ti onoro e non ti amo.
    Non posso dire VENGA IL TUO REGNO, se penso solo ai miei interessi.
    Non posso dire SIA FATTA LA TUA VOLONTA’, se non l’accetto quando non combacia con la mia.
    Non posso dire DACCI OGGI IL NOSTRO PANE, se non m’importa di chi ha fame.
    Non posso dire RIMETTI I NOSTRI DEBITI, se continuo a conservare rancore.
    Non posso dire NON C’INDURRE IN TENTAZIONE, se ho intenzione di continuare a peccare.
    Non posso dire LIBERACI DAL MALE, se non combatto ciò che non è buono.
    Non posso dire AMEN, se non prendo sul serio le parole del Padre Nostro.
    E buon S.Natale a tutti.

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 3:01 pm

    @donchisciotte, il referendum può essere solo cittadino perchè i soldi vengono chiesti a tutti i cittadini, che c’azzecca il quartiere?
    Il resto non l’ho capito, quindi evito di rispondere.

    Anonimo ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 3:23 pm

    Sono costretto a rispondere a questo intervento per affermare che a tutt’oggi 13 dicembre il Comune non ha presentato nessuna proposta scritta al Consiglio di amministrazione dell’asilo e che nei tre mesi di trattative, la scuola Materna ha prodotto 3 documenti regolarmente protocollati comprensivi di una bozza di convenzione mentre il Comune 1 solo documento ( poco comprensibile ) nonostante il comune disponga di numerosi funzionari !
    Faccio anche presente che la famosa offerta di 470.960 ( unica cifra presentata ufficialmente dal documento del comune) a cui lei si riferisce è solamente la cifra stanziata dal Comune sulla base dell’accordo transitorio definito con la Commissaria Iacontini.
    Ricordo infine che in più di un’occasione la delegazione della Scuola Materna si è detta disponibile ad una mediazione fra quanto previsto dall’accordo transitorio e la situazione prevista dalla vecchia convenzione mentre la delegazione Comunale ha sempre posto un NO secco a molte richieste : ad esempio dall’anno prossimo la scuola Materna non potrebbe più accogliere disabili certificati in quanto alla richiesta di un sostegno specifico è stato risposto negativamente.
    Dai fatti sopra esposti si evince che dire che è la Scuola Materna a non volere un accordo è una pura menzogna !
    Giorgio Branca.
    Consigliere di amministrazione dell’asilo.
    n.b. Le ricordo infine che i cittadini di Buccinasco oltre gli euro che il comune stanzia per le scuole materne statali e paritarie pagati con l’IMU , pagano anche il costo delle insegnanti della statale con la propria IRPEF! E siccome lei sa benissimo che l’asilo statale costa almeno il 30 % in più della scuola materna parrocchiale non direi che al cittadino di Buccinasco ,per quanto riguarda la scuola dell’infanzia, conviene la scuola statale.

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 3:37 pm

    Branca, non sono io l’esperto di menzogne e nemmeno quello che va in consiglio a dare del coglione e del fascista, pur avendo ai tempi (io) fatto un’opposizione che reputo dignitosa e incisiva alla Giunta Cereda … ma lasciamo perdere. Vedo che si continua in maniera volutamente conflittuale il confronto, a noi tocca essere responsabili e pazienti.
    Mi risultano cose molto diverse. Comunque non farò l’errore di assecondare questo atteggiamento. Il Sindaco vi presenterà una proposta di convenzione (che mettiamo anche online), quindi se è vero che c’è buon senso e volontà di “mediazione” sono sicuro che troverete insieme la soluzione, con soddisfazione per tutti.
    Verissimo che gli insegnanti della scuola statale sono pagati con le tasse di tutti i cittadini, o almeno di quelli che le pagano senza evadere, ma è anche vero (persino banale) che quelle tasse vanno a Roma e non al Comune di Buccinasco, che quindi non ne può disporre e deve fare i conti con quello che ha, oltre ad essere obbligato a curare tutti gli immobili che ospitano gli istituti, in quanto di nostra proprietà.
    Come ho detto 100 volte: a me andrebbe benissimo un federalismo fiscale e solidale, ma non c’è, purtroppo chi ci ha governato negli ultimi 20 anni aveva altri intere$$i da perseguire.

    gm ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 3:42 pm

    Quindi – leggendo il post del Consifgliere dell’asilo parrocchiale- avrei risparmiato un bel gruzzolo mandando i miei figli alla loro scuola anzichè rivolgermi all’istituzione pubblica.
    Più leggo questa affermazione e più mi viene da ridere a crepapelle ( ho deciso di non arrabbiarmi, ho già altri grattacapi).
    Leggendo ciò comprendo quanto siano distanti le istanze di chi vuole difendere ad oltranza questo asilo e chi sceglie l’istituzione statale. Altro che secessione del nord, questi tra un po’ pretenderanno la chiusura delle scuole pubbliche in quanto simbolo dello sperpero pubblico. Mi chiedo : possibile che tra i genitori di quell’asilo non ci sia qualche insegnante di scuola pubblica … vuoi vedere che qualcuno c’è….

    NO CL ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:00 pm

    Mi scusi her Branca mi dice cosa ne pensa di questo fatto di cronaca?

    Beni per oltre un milione di euro sono stati sequestrati nell’ambito di una indagine sulla Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli (l’assise di Cl che si tiene tutti gli anni a Rimini) condotta dal Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza e dalla magistratura riminese.

    l provvedimento è stato emesso nell’ambito di una articolata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Rimini avente per oggetto una truffa aggravata per il conseguimento di erogazione pubbliche. Le indagini hanno preso spunto da un’attività di verifica fiscale effettuata dal Nucleo PT di Rimini nei confronti della Fondazione Meeting per l’amicizia fra i Popoli che organizza il grande summit annuale di Comunione e liberazione.

    Sono stati sequestrati immobili e saldi attivi – spiega una nota della Gdf – che risultano dai rapporti bancari intestati alla Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli nonché ad alcuni amministratori, dirigenti e funzionari amministrativi della stessa Fondazione.
    Sono indagati un amministratore, il direttore generale ed il responsabile amministrativo della Fondazione in quanto – secondo l’ipotesi accusatoria -, a vario titolo, hanno avuto responsabilità sia nella ideazione che nella realizzazione del disegno che avrebbe permesso al Meeting di ottenere le contribuzioni illecite. L’ente è stato, inoltre, segnalato all’autorità giudiziaria in ordine alla responsabilità amministrativa per fatto illecito di propri dipendenti.

    Anonimo ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:05 pm

    Se lei è l’esperto di menzogne non lo so , ma è lei che ha scritto :
    “Dopo mesi di trattative con la delegazione della scuola il Comune non è riuscito ad arrivare ad un accordo: le richieste economiche dell’istituto sono sempre superiori a quanto offerto”.
    Questo è semplicemente falso perché come lei mi risponde una proposta non ci è stata fatta , come poteva allora il Comune trovare un accordo ??
    A volte è meglio ammettere che si era male informati…….
    Per quanto riguarda la volontà di mediazione è evidente che non potremo mediare su una proposta peggiorativa rispetto all’accordo transitorio siglato con la commissaria che già penalizza molto l’asilo e finora a voce ci è sempre stato prospettato questo.
    Ma invece di parlare di cose che poco sa , perché non tenta di rispondere alla domanda dei genitori : perché un benestante ( lavoratore dipendente che paga IRPEF , IMU Etc) di Via di Vittorio paga 570 euro euro per l’asilo soto casa mentre un benestante di Rovido (( lavoratore dipendente che paga IRPEF , IMU Etc ) se vuole mandare all’asilo più vicino ( scuola paritaria che come prescrive la legge svolge un servizio pubblico) suo figlio deve pagare 1100 euro ?? Come si concilia questo con la sua idea di equità ?? visti i commenti dei suoi lettori , chi beneficia di un privilegio ??
    Giorgio Branca

    Anonimo ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:16 pm

    Visto che i suoi lettori si domandano se con la Scuola Parrocchiale hanno risparmiato le do qualche dato ( rintracciabile su Internet) : Brescia e Bologna che sono i più efficienti hanno asili comunali e spendono circa € 1.200.000 per 200 bambini mentre la scuola parrocchiale ha un budget di 950.000 euro per 300 bambini . ….Mi sembra un bel rispamio…
    Per non parlare di Corsico dove la scuola comunale ( dati pubblicati da Città ideale , se non sbaglio ) sembra che spenda € 1.800.000…….
    Questo vuol dire difendere l’asilo parrocchiale a tutti i costi ? beh, per quanto riguarda i costi forse varrebbe la pena difenderlo anche a voi !!

    Giorgio Branca

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:21 pm

    Branca, infatti confermo di essere informatissimo, le proposte sono state fatte dalla delegazione capeggiata dal Sindaco, il quale poi ha sempre informato tutta la Giunta dell’esito degli incontri. Si offende se credo al Sindaco + Segretario comunale + Assessori ? Direi che la cosa diventa noiosa non crede? Meglio non insistere. Io non parlerei di penalizzazione di nessuno, quando si spendono soldi pubblici bisogna stare attenti, altrimenti si può fare la fine di chi ci ha preceduto, persone che dovrebbero sicuramente condividere la sua stessa “sensibilità” politica e religiosa.
    Non so cosa dovrebbe fare un benestante. E’ imbarazzante risponderle: si sceglie cosa fare, non è obbligatorio. Se stessimo parlando di scuole comunali potrebbe avere una qualche ragione economica, ma ripeto: Roma mi da i soldi che spende per gli insegnanti + bidelli ecc.? No ! E allora di che parliamo. Vuole che Buccinasco diventi uno Stato autonomo? Magari !!! Saremmo ricchissimi con 50 milioni e oltre di tasse pagate sul territorio (oggi a Roma ladrona) dai nostri concittadini ogni anno.
    Personalmente cerco di fare l’amministratore con pragmatismo. La stupirò ma io sono uno di quelli che nella mia maggioranza si opporrebbe decisamente alla costruzione di una nuova scuola materna statale, men che meno comunale, sarebbe stupido, soprattutto visto il trend di decrescita in corso. Tra pochi anni, purtroppo, serviranno più centri anziani e meno scuole. Il tutto va però gestito con equità e pragmatismo.

    gm ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:24 pm

    Ma stiamo parlando dell’inquità di una legge dello stato o di una cattiveria perpetrata da anni dal comune di Buccinasco nei confronti della scuola paritaria ? Nel primo caso meglio rivolgersi alle massime istituzioni , non serve certo cercare la soluzione con accordi particolari a livello locale. Se questa è la legge c’è poco da discutere se non la si cambia. Tutto il resto sono chiacchiere a vanvera e pretese senza senso – qualsiasi anche mediocre avvocato potrebbe confermarlo. In caso contrario suggerisco che i genitori facciano denuncia alle autorità preposte. Se non lo fanno , è colpa loro manifesta e – aggiungo – la smettano di rompere. Fate 500 metri in più e risparmiate.

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:28 pm

    Branca, i lettori lo sanno come stanno le cose, così come anche voi lo sapete. Stiamo parlando di B U C C I N A S C O non di Corsico. Le materne o sono paritarie o statali a Buccinasco.
    Mi da anche fastidio fare questi confronti economici. Li potremo fare seriamente con la nuova convenzione che sicuramente firmeremo presto insieme, dove ci sarà scritto che il Comune potrà fare i controlli del caso (sarebbe anche obbligatorio visto che sono soldi pubblici, cioè la materna è OGGI all’80% del Comune). Sto parlando dei durk, dei certificati vari, delle fatture , delle gare ecc. che sicuramente voi farete a regola d’arte e a norma di legge vero? E’ li che si evince l’efficienza di una struttura che eroga servizi, non a chiacchiere o per sentito dire.

    Marco ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 4:52 pm

    Scusate, ma il commissario Iacontini che ha offerto 470.960 euro alla scuola materna privata è la stessa che ha abolito lo scuolabus per “TUTTI” gli studenti di Buccinasco perché il Comune non poteva permettersi 90/100.000 euro l’anno per questo servizio?

    Anonimo ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 5:02 pm

    Guardi che se non lo sa questi controlli venivano fatti con la vecchia convenzione in quanto vi era un organismo preposto che poteva analizzare tutta la documentazione dell’asilo, commissione di cui ha fatto parte anche il sindaco e l’assessore al bilancio attuale e che non ha mai ha rilevato nulla……..
    Per concludere ( e l’ assicuro questo è l’ultimo post) : il comune non è arrivato ad un accordo perché una convenzione scritta proposta non c’è, la proposta orale è peggiorativa dell’accordo transitorio attuale ( Giunta Maiorano peggio della Commissaria ??) , ma che fastidio fare i confronti economici con gli altri comuni ( Buccinasco è l’ombelico del mondo! O no ??) , non sappiamo rispondere alla domanda di equità posta dai genitori che pagano tutti l’IRPEF , non si sa neanche se il comune gestendo direttamente la scuola materna dell’infanzia ( ora statale) come fa Brescia avrebbe diritto ai maggiori trasferimenti dallo stato , insomma visto che si sta arrampicando sugli specchi forse la protesta dei genitori è giustificata …………….
    Giorgio Branca

    gaetano ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 5:03 pm

    non vi preoccupate che al prossimo consiglio vengo pure io e altri amici di bucci, per noi non si deve erogare un solo centesimo!!!!!!!!!!!!!!!!

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 5:13 pm

    Branca, me lo avevano detto che lei quando non ha argomenti la butta sempre sulla storia : scuola pubblica vs scuola paritaria, è una delle tante informazioni corrette che mi ha dato il Sindaco & c., io sono decisamente più avanti, per me sono tutte scuole e basta.
    L’organismo di controllo del passato lo conosco bene, ricorda? Ho fatto l’assessore per 5 anni con Carbonera. Io sto parlando di altro. A tutte le ditte a cui noi diamo dei soldi, sia in appalto di servizio o lavori pubblici, chiediamo tutta la lista dei dipendenti, i contributi versati inps, gli stipendi, le certificazioni, le varie iscrizioni di categoria ecc. ecc. Il bilancio deve essere presentato come previsione e poi consuntivo e ci deve essere un revisore dei conti qualificato ed esterno. Se devo rifare il tetto di una scuola statale dovrò sempre fare una gara con dei requisiti molto severi e controllare tutto, in alcuni casi è anche vietato il sub-appalto.
    Ma se voi già fate così che problema c’è? Andrà tutto benone: si firma la convenzione e poi veniamo a controllare tutti i mesi.
    Il Comune non avrebbe MAI maggiori trasferimenti dallo Stato qualsiasi cosa facesse, anzi, sappiamo già che nel 2014 e 2015 ci taglieranno ancora molti soldi.

    gm ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 5:31 pm

    Fateci sapere quando ci sarà il prossimo incontro sull’argomento, così valuteremo assieme quanto seguito può avere una minoranza di privilegiati.

    Giuseppe ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 5:34 pm

    Dal momento che la scuola materna dovrebbe essere finanziata anche con i miei soldi, se ci fosse un referendum, vorrei votare anch’ io anche se abito in un altro quartiere.
    470,960 euro ad una scuola materna privata sono 470.960 euro sottratti alla scuola pubblica che senz’ altro ne ha più bisogno. Se uno vuole mandare i figli ad una scuola privata, se la paghi… e la scuola pubblica non è così lontana.

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 5:40 pm

    il 20 dic. ci sarà consiglio ma non sarà portata – ovviamente – la nuova convenzione che dovrà passare al vaglio delle delegazioni + commissione consiliare. Credo che si vada quindi a metà gennaio. Ci sarà ampia pubblicità dell’evento per favorire il più possibile la partecipazione di “tutti”. Come sempre sarà possibile vedere il consiglio via internet in diretta e in differita.

    roberto ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 8:52 pm

    il registro delle copie di fatto lo avete fatto passare prima di Natale cosi come previsto dalle Vs. comunicazioni in fase di elezione. L’accordo con l’asilo non riuscite a firmarlo prima del mese di Gennaio (rammento che nel mese di Gennaio si dovrebbe comunicare alle famiglie la rata per il prossimo anno e il ASindaco lo sa bene). Le rammento che il Sindaco ed il Vice Sindaco cosi come da Voi sempre detto dovrebbero essere figure di tutti e non di parte. Il Sindaco lo rammenta sempre, ma poi, come ha risposto alla Consigliera Cortinovi ed alla giunta che chi decide e’ lui e la sua giunta (che politicamente puo’ essere corretto ma …..). I Consiglieri possono dire e fare cio che vogliono ma non Voi. Peni che anche genitori che portano i propri figli alla “Don Stefano Bianchi” potrebbero avervi votato e messo dove siete (e cosi come parlate pensate di ringraziarli?). Magari anche qualcuno delle 3500 firme raccolte per contestare la mossa della Commissaria potrebbero avervi dato il loro voto. E quindi siete il sindaco ed il Vice Sindaco anche loro.
    Abbia poi il coraggio di dire tutto e non solo cio’ che gli interessa. Comportamenti scorretti e maleducati ci sono stati da parte di consiglieri della parte sinistra (sia a parole che con movimenti degli arti – o non ha visto e/o sentiro?).
    Sa quanto puo’ costare un referendum? allora prima di proporlo ci pensi bene e valuti il tutto.
    Io pago la quota mensile della Don Stefano Bianchi con la retta, le insegnanti delle statali con le tasse nazionali e l’IRPEF, l’IMU al comune che non so bene cosa ne fara’, do materiale e soldi di continuo per mio figlio che frequenta la scuola statale (perche’ non hanno fondi (non fanno ginnastica dall’inizio dell’anno perche’ non ci sono i professori e iniziano solo ora il corso di Inglese),ecc,ecc.
    Dite piuttosto che volete far chiudere la Don Stefano Bianche almeno tutti sapranno per certo la Vs. opinione. La scuola Don Stefano Bianchi (dimostrano i fatti)funziona molto bene delle Statali dove, nonostante il Comune stanzi molti molti soldi per l’ordinaria e la straordinaria manutenzione , si staccano i caloriferi (per esempio – a ma lei ha piu’ volte ricordato che e’ stato un caso ma non ha mai piu’ detto nulla sugli accertamenti che aveva promesso.
    Sappia che siamo brave persone oneste e lavoratrici e prenda esempio dal suo Sindaco che , persona comunque di buona eta e buon senso dopo l’altra sera al consiglio ha ben pensato di far arrivare alcune sue considerazioni di scusa per la sua risposta non del tutto corretta e/o soddisfacente.
    Cordiali saluti e Buon Natale (se crede in qualche cosa)

    pruiti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 9:20 pm

    Roberto, basta con la litania standard. Ci sono consiglieri comunali di maggioranza che portano i figli alla materna Don Bianchi e certo non si nascondono, così come se io dovessi mandare mio figlio il prossimo anno alla Nova Terra (ci sto pensando) non avrei nessun problema e nemmeno mi nasconderei. Sindaco e Vice-Sindaco governano per tutti, appunto, non facciamo preferenze e agiamo seconto “intelligenza e coscienza” come prescrive la legge. Se sbagliamo, anche in buona fede, nello spendere i soldi pubblici saremo sanzionati dalla Corte dei Conti e ne rispondiamo con il nostro patrimonio personale.
    Non ho dubbi, essendo il consigliere comunale più votato alle scorse elezioni, di aver ricevuto voti da genitori che hanno i figli alla paritaria, lo so, tra questi ci sono anche amici e parenti, quindi?

    Roberto mi creda , con sincerità, la nostra amministrazione è politicamente molto forte, non abbiamo paura di nessuno e se avessimo voluto cancellare completamente il contributo alla paritaria lo avremmo già fatto. Invece, visti i soldi erogati, la consideriamo “nostra” , perchè è una risorsa insostituibile che vogliamo mantenere in vita nella misura in cui questo è possibile.
    Quello in cui credo o non credo non sono affari suoi.

    Per firmare la convenzione c’è tutto il tempo, la bozza è pronta e il Sindaco ha il mandato politico dell’intera maggioranza per trovare una soluzione.

    Siamo però tutti esseri umani con dei sentimenti, delle virtu’ e dei difetti, se il clima continua ad essere così teso, quelli che rischiano di venire fuori sono i difetti, facciamo invece in modo di far emergere sempre la parte migliore di noi, con serenità e rispetto reciproco pur nella diversità delle opinioni. Amen e Buona Natale a lei.

    Franco Gatti ha detto:
    13 dicembre 2012 alle 10:37 pm

    Bravo Rino quando affermi “Se sbagliamo, anche in buona fede, nello spendere i soldi pubblici saremo sanzionati dalla Corte dei Conti e ne rispondiamo con il nostro patrimonio personale.”

    Sono proprio curioso di vedere quali Consiglieri approveranno un bilancio che prevede per il solo anno scolastico 2012-2013 quasi 500’000 euro regalati ad una scuola privata, sapendo che prima o dopo potrebbero essere costretti a rimborsare la cittadinanza con il proprio patrimonio personale.

    Senza escludere possibili risvolti penali.

    Spero proprio che ci siano emendamenti importanti al bilancio, tali da non vedere i Consiglieri di Buccinasco mettersi in un pericolo così grave!
    Franco

    edmondo dantes ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 12:18 am

    Guagliù stateme a ‘ssentì, questo è il bene [Disegnando alla lavagna un punto interrogativo]… e questo è il male [Disegnando un punto esclamativo]. Il bene è il dubbio, quando voi incontrate una persona che ha dei dubbi state tranquilli, vuol dire che è una brava persona, vuol dire che è democratico, che è tollerante, quando invece incontrate questi qui [Indicando il punto esclamativo], quelli che hanno le certezze, la fede incrollabile, e allora stateve accorte, vi dovete mettere paura, perché ricordatevi quello che vi dico: la fede è violenza, la fede in qualsiasi cosa è sempre violenza (Luciano De Crescenzo – Così parlò Bellavista)

    Anonimo ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 2:22 am

    Gentile sig. Laura, c’ero anch’io all’ ultimo C.C. e le bugie non si dicono. Lei deve come altri prendere atto che l’argomento della convenzione con la cooperativa che gestisce la scuola di Don Bianchi non faceva parte dell’ordine del giorno che il Consiglio Comunale doveva discutere. Qui è successo un fatto straordinario, una cinquantina di persone con il sostegno politico della sig. Cortinovi e Jocca hanno bloccato il C.C. ed altri che non hanno avuto la possibilità di esprimersi. Cosa è successo? un piccolissimo colpetto di “stato” ? e se la maggioranza avesse tirato dritto ? non avesse concesso quella variazio0ne di programma? una domanda a cui mi piacerebbe sentire o leggere una risposta. E se qualcuno di sinistra avesse reagito alla pari con altri insulti? C’è stata un’aggressione e se non ci fosse stata una grande tolleranza da parte delle forze politiche di centro-sinistra sarebbe successo il peggio.
    Lo Stato Italiano garantisce l’istruzione pubblica per tutti gli italiani.
    La scuola privata è garantita dallo Stato italiano senza oneri per lo Stato, art. 33 della Costituzione. Possiamo chiamare questo tipo di scuole come vogliamo, ma sempre private sono, seppur riconoscendo un ruolo che nel nostro caso costa molto di più di quanto costa una scuola pubblica.
    Il problema è che la chiesa quando vede diminuire o deve contrattare il costo di ( fosse anche) di un servizio o di qualosiasi altro privilegio, ma che non è il nostro caso, ma sempre di potere e soldi stiamo parlando, è capace di mandarci tutti all’inferno, e non solo in senso metaforico, tanto c’è sempre qualcuno che va ad insultare, se non peggio, chi è stato eletto democraticamente e guarda agli interessi di tutta la città.
    Non so se è prevista la costruzione di un nuova materna e se non lo fosse sarebbe un errore. Questa si che sarebbe un investimento, E domani che i bambini diminuiscono la struttura rimane sempre del Comune; con il costo di due tre anni pagati alla scuola materna si sarebbe già potuta costruire. Altro che sussidiarietà. Luigi

    gm ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 10:11 am

    Riassumendo.
    Se sono stati commessi illeciti : denuncia alla magistratura.
    Se vengono spesi soldi pubblici per favorire pochi privati a scapito dei servizi a favore della comunità : denuncia alla magistratura
    Bene. Chi sta commettendo – se del caso si tratta – l’illecito ? Magari qualcuno degli esclusi da un eventuale “trattamento di favore” – ne basta uno – può giustamente rivolgersi alla magistratura. Qui sì allora che ci vorrebbe una raccolta di firme, altrochè referendum di quartiere, etc.
    L’asilo parrocchiale ha diritto alle sovvezioni sinora percepite senza fornire resoconti esaustivi ? Se sì, fine della discussione. Se no, sarebbe bene presentare subito un esposto alla magistratura.
    Da cittadino di Buccinasco vorrei evitare di finire ancora una volta sui giornali e additato come “uno di Buccinasco” , bella nomea al cui consolidamento hanno recentemente contribuito non solo malavitosi, ma anche esponenti politici.
    Grazie a tutti.

    Gaetano ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 11:48 am

    Bisogna capire l’arrabbiatura di questi signori che non si trovano a dover fare i conti soltanto con il comune. Pare ( pare ) che sia stato tagliato anche il cordone ombellicale che la univa alla parrocchia dalla quale riceveva sostanzioso nutrimento. Pare….

    Gas ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 11:54 am

    Riporto un trafiletto di ‘anonimo’
    Lo Stato Italiano garantisce l’istruzione pubblica per tutti gli italiani.
    La scuola privata è garantita dallo Stato italiano senza oneri per lo Stato, art. 33 della Costituzione. Possiamo chiamare questo tipo di scuole come vogliamo, ma sempre private sono, seppur riconoscendo un ruolo che nel nostro caso costa molto di più di quanto costa una scuola pubblica.

    Premesso questo bisogna purtroppo pensare che adesso siamo tutti costretti a pagare (pesantemente) tutti gli errori commessi negli anni dalla casta. Tutti adesso siamo obbligati a stringere la cinghia e non vedo perchè una scuola privata non possa farlo. Non puo farlo? bene allora si aumenta la retta a carichi di chi ha deciso di frequentarla ma smettiamola una litigare
    come delle donnicciole di periferia.

    L’istruzione è un diritto per tutti ma se decido di istruirmi in una scuola non pubblica dovrei avere il buon gusto di non battere cassa verso chi ha deciso di andare nella scuola pubblica.

    laura ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 12:14 pm

    rino invita tutti quelli che sono dalla tua parte così per uscire a fumarti una sigaretta non dovrai
    aspettare 2 ore e sbirciare dalla finestra per vedere se eravamo ancora fuori
    Hai camminato avanti e indietro per la sala guardando fuori quando ti sei accrto che fuori vi erano solo tre persone sei uscito
    Hai paura di un confronto faccia a faccia con noi genitori?
    Noi non volevamo certo picchiarti……… quando era il momento delle elezioni andavi in giro tranquillamente, davanti agli asili e scuole private a volantinare peccato che alcuni di noi vi hanno anche votato e adesso si mangiano le mani
    Laura

    Gas ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 12:22 pm

    Laura
    non commento il tuo post in merito a quello che è successo in comune (vito che non c’ero) ma io come genitore mi vergognerei a chiedere soldi al comune per mandare mio figlio in una scuola privata quando le scuole pubbliche (che nel bene e nel male qui funzionano molto meglio che in altre parti d’Italia) sono disastrate. Volete la scuola d’elite (nel senso privata) bene siamo in democrazia ed è giusto che sia così quindi PAGATEVELA DI TASCA VOSTRA.

    pruiti ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 12:24 pm

    Laura, ma che caz… dici? Hahhaah è il freddo quello che mi fa paura + la febbre. Non conviene buttare benzina sul fuoco, non ci sono “quelli che stanno dalla mia parte”, non conviene aizzare, te lo dico perchè ho cancellato 36 commenti di gente che proponeva di venire in massa al prossimo consiglio con animo bellicoso, seminare odio in questo periodo di crisi e sofferenza è pericoloso, molto pericoloso. Ho 50 anni, ma me li ricordo bene gli anni ’70.
    Confronto faccia a faccia? Quando vuoi e dove vuoi, vengo adesso? Lo dici a me che vivo in simbiosi continua con questa città e che ho preso 300 preferenze personali? Dai , se l tuo scopo era quello di farmi sorridere ci sei riuscita :-) grazie!

    Donatella Sorù ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 1:39 pm

    Rino non condivido per niente questo tuo stile di lasciar scrivere commenti solo ai ciellini egoisti incazzati perchè temono di perdere l’osso che stanno spolpando da decenni, perchè non possiamo esprimere il nostro dissenso anche se fosse vivacemente critico? Questi “signori” che dovrebbero dare l’esempio visto la fede che ostentano sono invece volgari e falsi. Basta censure

    Roberto ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 1:46 pm

    X Laura.
    Invece di mordersi le mani dopo aver votato secondo coscenza, cioè “bene”….adesso sarebbe meglio mordersi la lingua …altrimenti si fà pure la figura degli “stupidi” per ben due volte…!!
    Si legga il “Padre Nostro” postato sopra e mediti…..
    In silenzio è anche meglio !!!!

    pruiti ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 1:46 pm

    Donatella, come vedi ti ho pubblicato, però non posso e non voglio pubblicare manifestazioni di odio o minacce, nemmeno appelli alla mobilitazione. Non va bene e non aiuta nessuno. Se vogliono andare avanti ad insultare e provocare lasciateli fare, anzi, non reagite in nessun modo, sia online che in strada o dal parrucchiere. Per favore.

    vipera ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 2:44 pm

    Sig.ra Laura, lei e gli altri genitori vi dovreste solo VERGOGNARE! hai capito i buoni cristiani di CL: VERGOGNA, VERGOGNA VERGOGNA! pagate la vostra retta e muti! fate pena…

    vipera ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 2:50 pm

    dimenticavo che i preti non pagano neanche l’IMU… ora basta.. la scuola pubblica è distrutta e c’è ancora certa gente che rompe i c……i. Facciamolo questo referedum.. poi ne riparliamo.

    andrea vigo ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 3:11 pm

    vede signor vipera, non tutte le persone che lavorano/frequentano il parrocchiale la pensano come la signora Laura.
    se io voglio mandare mio figlio alla privata/parificata/chiamatela_come_volete, devo mettere in conto che dovrò pagare la retta.
    se poi il Comune riconosce a tale struttura un contributo, io genitore della privata/parificata/chiamatela_come_volete devo essere:
    contento: perchè pagherò una retta più bassa;
    riconoscente: perchè il Comune mi destina dei soldi che potevano essere impiegati per altre finalità.
    mi auguro che non si debba arrivare ad un referendum che propone l’abrogazione/abolizione di QUALSIASI finanziamento comunale diretto/indiretto/obliquo a qualsiasi scuola privata/paritaria presente sul territorio comunale, per il semplice motivo che la scuola privata/parificata/chiamatela_come_volete sopperisce alle carenze, per contro i soldi in cassa sono quelli, di più non si può dare.

    Gas ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 3:32 pm

    Andrea
    Lei dice giusto, ha fatto una scelta e quindi se ne assume oneri ed onori. Non è corretto chiedere l’abrogazione di tali scuole ma che debbano ricevere contributi a scapito della scuola pubblica non è corretto come non è corretto che l’Irpef e l’Imu che salatamente quest’anno mi hanno preso (privandomi quindi di qualcosa di molto personale guadagnato lavorando) vada a favore di una casta che sicuramente se la passa molto ma molto meglio del sottoscritto.
    Se devo pagare le tasse che almeno vadano a chi ne ha bisogno veramente e non a chi gira con il suv e telefona con l’iphone con la cover con swarovski.

    Anonimo ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 4:18 pm

    si faccia un referendum consultivo, come si stanno svolgendo in diverse città italiane,
    in quanto gran parte dei cittadini non sono a conoscenza del problema
    ” finanziamento comunale a scuole paritarie con soldi pubblici”..
    se ciò è lecito e voluto dalla maggioranza dei cittadini, con chiari ragguagli in merito ai costi e benefici per la collettività…..

    andrea vigo ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 4:25 pm

    ho scritto mettendomi nei panni di un genitore che manda il figlio alla scuola privata/parificata/chiamatela_come_volete e che ragiona senza essere manovrato.
    la mia ragazza fa il pre e il post nelle scuole di bucci, quindi conosco per via indiretta la situazione.
    ovviamente, i genitori ma anche altre persone all’interno della lista civica che hanno bimbi nelle scuole, sono più informati di me.
    giustamente, se ci sono X soldi, bisogna che vengano divisi in maniera equa e responsabile per coprire il più possibile TUTTE le esigenze all’interno del comune E NON a favore o discapito di particolari categorie.

    Anonimo ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 5:03 pm

    Propongo di fissare il tetto del contributo a 999.000 euro a fronte di un bilancio certificato.
    Quello che la coperativa rifiuta ( parandosi e aizzando i genitori ) è il fatto che si ficchi il naso nei loro affari.

    Alberto Schiavone ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 5:13 pm

    Tutti vogliono essere equi, ma alcuni, son sempre più equi degli altri, almeno mezzo millione di volte più equi degli altri ;-)

    “Sarò un illuso, sarò un idiota, ma ho sempre creduto di vivere in un paese dove la maggior parte delle persone sono per bene.” Piercamillo Davigo, Milano, 13/03/2004.

    Franco Gatti ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 7:10 pm

    A proposito della affermazione:
    “se io voglio mandare mio figlio alla privata/parificata/chiamatela_come_volete, devo mettere in conto che dovrò pagare la retta”

    devo chiarire che anche per frequentare la scuola pubblica obbligatoria bisogna pagare un “contributo volontario ma obbligatorio”.,
    Altrimenti niente assicurazione, niente progetti.., ed in futuro magari niente scuola…

    Questo rende ancora più … “antipatico” … chi vorrebbe che il Comune non riducesse neanche in piccola parte il contributo “donato” all’istituto privato, e dimostrerebbe che i tagli sono sempre e solo per le scuole pubbliche.

    Rino puoi pubblicare quanto dava nel 2011 alle scuole private la Amministrazione di Buccinasco, e quanto è previsto per il 2012.
    Ho sentito di un taglio di circa il 30%.

    Per il circolo che corrisponde all’ex secondo circolo la cifra dovrebbe essere la stessa ricevuta l’anno scorso, nonostante il circolo sia cresciuto ed inglobi ora anche il plesso di via Emilia dello … scomparso per risparmaire … istituto che comprendeva le due scuole medie.

    Quindi in pratica un 30% meno

    Sarebbe … incredibile … se il finanziamento alle scuole private non venisse tagliato ALMENO in modo proporzionale.
    E leggere poi che i beneficiati si lamentano e protestano pure!

    Fabio Marotta ha detto:
    14 dicembre 2012 alle 7:18 pm

    Credo che ormai si stia toccando il fondo. Mi sembra che i toni stiano andando oltre il lecito. Si cerca sempre di portare acqua al proprio mulino senza pensare che in un Comune serio ci sono anche gli altri. Nessuno nega la libertà di scelta come cercano di inculcarci Laura, Branca, ecc.Qui si cerca di salvaguardare la scuola di TUTTI, fatevene una ragione. Finalmente Buccinasco sta cambiando…in meglio.

    roberto ha detto:
    15 dicembre 2012 alle 9:12 pm

    Vedo che a conferma di quello che mi avevano detto , pullichi solo cio’ che ti interessa e cestini quello che ti fa paura….

    edmondo dantes ha detto:
    15 dicembre 2012 alle 9:23 pm

    E’ quantomeno curioso che il bersaglio di questa “rappresaglia” sia tu, Rino, e non il sindaco direttamente, o tutta la giunta. Mi riferisco ai volantini dove venivi rappresentato come un “diavoletto” e alla scritta sul muro di cui è riportata la foto in questo articolo, dove addirittura si chiede aiuto al sindaco come se fosse succube delle tue decisioni. E questo la dice lunga, innanzitutto sulla civiltà di chi usa un muro per esprimere il proprio messaggio, ma ancora di più su quanto qualcuno abbia cavalcato questa decisione per farne una crociata contro di te.
    Non sono un complottista, ma è plausibile pensare che ci sia un disegno dietro queste manovre.
    I possibili autori di un tale piano non sono molti e sicuramente chi più ti odia è il maggiore indiziato, capisc’ ammè ;-)
    Durante i tempi di crisi è più facile che il seme del rancore attecchisca, specie su terreni bugiardi….
    Sarei curioso di sapere cosa ne pensi.
    ciao

    pruiti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 10:02 am

    roberto di che parli?

    pruiti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 10:03 am

    edmondo dantes , non mi odia nessuno ;-) . A qualcuno però vorrei dire serenamente e civilmente che non gli conviene farmi incazzare oltre un certo limite.

    pruiti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 10:04 am

    Franco, il Comune dava circa 530.000 euro mentre la cifra per il 2012 sarà di circa 470.000 euro.

    Franco Gatti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 10:13 am

    Rino, la domanda è su quanto viene dato alle scuole pubbliche.
    Da quel che ho capito si passa da 20’000 euro per ogni circolo (ed erano 3) a 20’000 euro per ogni circolo (dopo la ristrutturazione sono solo 2)

    Quindi, a parte il fatto che l’importo era ed è ridicolo in confronto a quanto dato alla scuola materna privata, qui c’è stato un taglio del 33%

    Neanche Formigoni sapeva fare meglio gli interessi delle scuole private!
    Franco

    pruiti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 10:20 am

    Franco, come stavo cercando di spiegarti ieri , ma eri troppo alterato, sono due cose diverse. I soldi dati direttamente alla scuola Statale di Buccinasco fanno parte del “piano di diritto allo studio” che viene deliberato annualmente dal Consiglio comunale, cioè una cifra in contanti che serve alle scuole per tutta una serie di iniziative che giustamente fanno. Concordo che non è molto, infatti, l’idea è quella di arrivare a TRIPLICARE questa cifra, ma non si può paragonare – per l’onestà non solo intellettuale che a noi è richiesta e della quale altri sono privi - al contributo che si da alla scuola materna paritaria Don Stefano Bianchi. Io stesso, senza troppi problemi, ho proposto come Assessore e Vice-Sindaco, il massimo sforzo economico rispetto al bilancio di previsione 2013 x le nostre scuole, parlo di cifre importanti in conto capitale con PRIORITA’ massima, ma anche in spesa corrente, saremo il Comune del sud-ovest Milano che farà meglio di tutti per le sue scuole. Così è deciso e così faremo.

    roberto ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 4:43 pm

    parlo delle cose che ti avevo scriito da dire ai tuoi amici e che non hai pubblicato. Rammenta sei il vice sindaco. Poi leggo che non ti devono fare incazzare se no.. se no cosa??’ Minacci??’

    roberto ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 4:46 pm

    Non ti accorgi nemmeno dei commenti che moderi e butti senza pubblicarli? siamo a questi livelli? Allora capisco molte cose. Non sai nemmeno quello che fai?

    pruiti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 4:50 pm

    Roberto V., a parte il fatto che il blog è gestito anche da altre persone perchè è un impegno troppo pesante… fammi un favore personale: esci dalla mia vita ;-) Non ho tempo per le tue menate, l’odio ecc. ecc.

    roberto ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 4:57 pm

    l’odio e’ solo tuo.Sopra hai appena detto che non ti odia nessuno. Non capisci . sei il Vice Sindaco. Capisci!!!! Il Vice Sindaco non un consigliere qualunque…..Guarda poi della tua vita non mi interessa nulla io ti parlo da Cittadino di Buccinasco . Perche’ forse sarebbe meglio che il Vice Sindaco abitasse realmente a Buccinasco. Non so se e’ cosi ma non si direbbe.

    pruiti ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 5:01 pm

    Si Roberto ok, come dici tu, alle prossime elezioni candidati e vediamo cosa “diventi tu”. Mi sembra di essere un buon Vice-Sindaco, comunque cerco di fare del mio meglio e poi deciderà il popolo. Io abito in Via Trento nr.2 , citofono “Pruiti”, sai dove trovarmi quando vuoi ;-)

    NO CL ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 5:34 pm

    Rino abbi pazienza!!! Sei in vice sindaco capisci!!!???? Capisciiiiii!!!!??? Li devi sopportare anche se insultano e mancano di rispetto alle istituzioni venendo a darti del coglione in consiglio comunale!!! capisci!!!! sei il vice sindaco!!!! mica un ciellino qualunque!!!! capisci!!!!!!???? loro sono abituati così da più di trent’anni!!!! capisci???????!!!!!

    Giorgia Miscio ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 6:32 pm

    Mi scusi sig. Roberto V., visto che mette in dubbio lo stile dell’attuale vicesindaco, che ammetto di non conoscere bene come lei, volevo chiederle cosa ne pensa della precedente giunta di Buccinasco ed in particolare di quella parte coinvolta nelle vicende giudiziarie con patteggiamenti e rinvii a giudizio noti alle cronache, le andavano bene? ne era quindi orgoglioso e soddisfatto? aspetto risposta e la saluto.
    G.M.

    Roberto DM ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 8:27 pm

    Rino non ti invidio….!!
    Però ….Resisti-Resisti-Resisti…..e fallo anche per quelli che non ti hanno votato,come me!!

    Anonimo ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 6:40 am

    Vedo che il tema è ancora attuale per cui getto un po’ di benzina sul fuoco e chiedo: che fine ha fatto la scuola elementare/media di via Guido Rossa frequentata dalla stessa genia dell’asilo di Romano Banco?

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 8:36 am

    Anonimo, se ti riferisci a “Nova Terra” la Giunta sta valutando una delibera da proporre al Consiglio comunale per salvare la scuola che oggi è ospitata da un immobile abusivo su cui gravano diversi milioni di euro di ipoteche, va sottoscritta una convenzione che “sani” l’abuso e definisca per interesse pubblico l’utilità dell’immobile. Se il testo sarà accettato dalla maggioranza (gli stessi consiglieri e assessori insultati all’ultimo consiglio) si pensa di portarlo in Consiglio nei primi giorni di gennaio. La mia posizione personale è che si debba approvare.

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 8:41 am

    Forse è meglio che faccio un post per spiegare bene, per evitare equivoci e a futura memoria.

    Marco ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 11:26 am

    Sanate un abuso edilizio (e poi fate la predica a Berlusconi…) per pemettere a qualche privilegiato di mandare i figli ad una scuola privata, poi gli date pure il contributo comunale e in più Formigoni mi chiede l’Irpef regionale per dare a questi signori un contributo al pagamento delle rette. Mi spiegate la differenza fra voi (che purtroppo, devo dire a questo punto, ho votato) e Formigoni? Non mi risponda il diritto dei bambini di andare a scuola, perchè ci sono le scuole pubbliche. Certo però, che se i consiglieri della giunta “laica” mandano i figli alle scuote private di CL, cominciamo a capire un po’ di cose…

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 11:33 am

    Marco, mi sa che cominci a capire un pò di cose sbagliate. Quando la scuola è stata costruita era regolare, poi è sparito il soggetto che aveva chiesto il permesso (Fond. Rossana Salvi), quindi il Comune ha revocato ma las cuola era già lì, adesso c’è un nuovo seggetto che si fa carico, quindi si può legalmente fare.
    A me frega nulla se sono mussulmani, cinesi o ciellini, a me interessa che sopravviva una scuola che è una cosa importante del territorio… è questa la differenza abissale tra noi e “Loro”, noi ci facciamo carico e cerchiamo di risolvere le questioni per il bene comune. La Nova Terra non chiede nessun contributo al Comune e adesso è gestita da persone serie e manager accorti.
    Formigoni ha finito in Lombardia.
    Mi sfugge poi quale sarebbe la tua proposta? Abbattiamo la scuola? E quindi? Risultato: una banca ci perderebbe diversi milioni, sparirebbe una scuola, i ragazzi dovrebbero andare altrove, il comune non ci guadagnerebbe nulla (nemmeno la farmacia comunale che ci devono costruire)… cavoli! Proprio un bel risultato vero? Ti ripeto: noi non siamo come loro, non agiamo per odio e per vendetta.

    Marco ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 11:45 am

    Non confondiamo l’odio e la vendetta con la coerenza. E’ inutile che facciate le manifestazioni in difesa della scuola pubblica contro i finanziamenti alle scuole private se poi quando siete al potere (territoriale) fate le stesse cose degli altri. Ripeto: dare 470.000 euro ad una scuola privata per poi abolire (o non ripiristinare, nel vostro caso) lo scuolabus che è per TUTTI è un controsenso. Dare i soldi ad una scuola privata e sentire dire da mia figli che frequenta una scuola media di Buccinasco che i termosifoni verrano riparati l’anno prossimo se e quando il Comune (lo stesso che propone 470.000 euro ad una scuola privata) avrà i soldi per farlo è un controsenso. Chiedo COERENZA, non odio o vendetta. Ma io, laico liberale einaudiano e cavouriano, le mie figlie le mando alla scuola pubblica, non alla Nova Terra…

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 12:09 pm

    Marco, con rispetto per tua figlia stai dicendo delle cazzate. Quali termosifoni? Dove? Chi lo dice? Non mi risulta nessun disservizio. Anche in questo caso ti (ri)chiedo: qual’è la tua proposta? Non dare nulla all’asilo paritario? Bravo! Quindi chiude e poi avremo almeno un centinaio di bambini di Buccinasco che non troveranno posto nelle materne statali, un successone… solo che dopo le famiglie non vengono da te (che ci hai votato) ma da noi.
    Noi siamo coerenti ed equi, riteniamo che si debba governare al meglio.

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 12:11 pm

    che poi un’altra cosa Marco: quando mai abbiamo fatto manifestazioni o volantini contro le scuole private/paritarie? Dove? In difesa della scuola statale si , certo ! Come lista civica stiamo continuando a raccogliere firme e sensibilizzare le coscienze ma PER LA SCUOLA , NON CONTRO LA SCUOLA

    Marco ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 12:34 pm

    ps: dimenticavo. Ha elegantemente glissato due volte sull’argomento Scuolabus.

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 1:31 pm

    Marco, pacatamente , ma anche no, io non sono un moderato de “noaltri” e nemmeno uno che vive di politica dando ragione a tutti, sono “pane al pane” e “terra terra”, chi mi ha votato (sono stato il più votato) mi vuole così, la gente almeno mi capisce, se mi hai votato ti chiedo scusa, non farlo in futuro!

    Ho dovuto censurare un tuo commento, non tanto perchè mi davi del cialtrone ma perchè lo davi anche a terzi – se devo farmi querelare voglio che avvenga per cose che scrivo io e non per i commenti tuoi, se vuoi insultare fatti un blog e sfogati – .

    Gli uffici mi dicono che nel week-end c’è stato un calo della pressione del gas alle scuole (A2A), questo ha provocato qualche grado in meno nelle aule di robbiolo, ho dato ordine di lasciare acceso sempre in questo periodo così non ci saranno problemi (poi tanto i soldi che si spenderanno in più a bilancio sono un problema “nostro”, è giusto che ci sia chi si lamenta e chi deve trovare la soluzione). Confermo nessun problema di caldaie o di termosifoni.

    Confermo che ne io ne la mia lista abbiamo mai fatto alcuna azione politica contro le scuole paritarie, così come confermo che ci diamo da fare a favore della scuola statale senza sse e senza ma, quindi hai affermato il falso, sono anche sicuro che nessuno all’interno della coalizione ha mai attaccato le scuole paritarie di Buccinasco.

    Non abbiamo ripristinato lo scuolabus per il 2013, il costo- beneficio era troppo oneroso, come assessore ai trasporti sto studiando altre soluzioni.

    Marco ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 2:16 pm

    Quando parlavo di termisifoni intendevo quelli (o quello) di una classe, non di tutte le scuole di Buccinasco!
    Quando parlo di centro-sinistra, intendevo a livello nazionale, non a Buccinasco. Il mondo non si ferma a Buccinasco, Pruiti.
    Vedo che le piace giocare con le parole e a far finta di capire solo quello che le interessa. Altro che terra, terra, lei è un raffinato politico, di quelli da Prima Repubblica.
    Comunque grazie del consiglio, la prossima volta voterò altrove.

    pruiti ha detto:
    17 dicembre 2012 alle 2:21 pm

    Marco e tu vieni a parlare a me di cose “fuori Buccinasco”? Che c’azzecco io???? Non sono iscritto a nessun partito e nemmeno mi riconosco in questo csx, tantomeno in questa sinistra, vedi tu.
    Il termosifone, quello è importante per me!!! Di questo mi devi parlare. Fammi sapere in quale scuola ed in quale classe per favore.

    Giorgio Miscio ha detto:
    18 dicembre 2012 alle 8:07 am

    Mi scusi sig. Roberto V., aspetto sempre cortese risposta alla mia domanda, mi basta anche solo che lei risponda che si vergogna e la capirò. Grazie.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...