Addio botti di Capodanno: Buccinasco li vieta

Postato il Aggiornato il

nobottiPer tutelare l’incolumità e la sicurezza dei cittadini e salvaguardare gli animali l’Amministrazione Maiorano ha deciso di impedire l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale: da oggi in vigore l’ordinanza. Buccinasco (7 dicembre 2012) – Sono pericolosi per la cittadinanza, possono provocare danni economici alle cose, aumentano i rischi di incendio, per non parlare degli effetti sugli animali domestici e la fauna selvatica. Per i “botti di capodanno” a Buccinasco non c’è più posto.

Un’ordinanza firmata dal sindaco Giambattista Maiorano li vieta su tutto il territorio cittadino “ai fini della tutela dell’incolumità pubblica intesa come integrità fisica della popolazione, nonché per la sicurezza urbana ai fini del rispetto delle norme che regolano la convivenza civile, per la protezione del patrimonio pubblico e degli animali sul proprio territorio”. L’inosservanza del provvedimento comporterà il sequestro del materiale e una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro (ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lvo 18 agosto 2000 n° 267).

“Non solo la cronaca ma anche diversi studi scientifici – afferma l’assessore all’Ecologia e tutela ambientale Samuele Venturini – dimostrano gli impatti negativi prodotti dai botti a livello di inquinamento ambientale, di pubblica sicurezza e di tutela della biodiversità: è l’ennesima dimostrazione di come, difendendo la natura, si protegga conseguentemente anche noi stessi”.

“Per questo, prendendo spunto anche da altri Comuni italiani, abbiamo deciso di emanare questa ordinanza – continua l’assessore – per tutelare prima di tutto le persone e conseguentemente anche l’ambiente e la fauna che in esso vive, sia domestica che selvatica”.

Puntualmente la cronaca nazionale riferisce del sequestro di ingenti quantitativi di artifici illeciti, ma esiste un oggettivo pericolo anche per i petardi di cui è ammessa la vendita al pubblico: sono materiali esplodenti e quindi esiste il rischio che provochino danni fisici anche gravi sia a chi li maneggia sia a chi venisse colpito in modo fortuito. E non si contano, ogni anno, danni alle automobili piuttosto che ad altri oggetti .

Botti, petardi e artifici, d’altra parte, provocano effetti negativi anche sugli animali: non solo spavento e perdita di orientamento (e quindi pericolo di smarrimento e investimenti) ma anche la fuga dalle aree umide di migliaia di uccelli che qui trovano riposo e cibo, con forti ripercussioni e impatti negativi sulla loro fisiologia. Il Comune è responsabile della protezione degli animali sul proprio territorio ed ha la necessità di limitare il più possibile rumori molesti nell’ambito urbano, in particolare in prossimità di scuole, uffici pubblici, luoghi di culto, parchi, rifugi per animali (anche ai sensi dell’articolo 659 del Codice penale).

“In un contesto di cambiamento globale – conclude Venturini – è anche dalle piccole cose che si nota la sensibilità di un’Amministrazione”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

About these ads

24 pensieri su “Addio botti di Capodanno: Buccinasco li vieta

    [...] Addio botti di Capodanno: Buccinasco li vieta. [...]

    pruiti ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 4:15 pm

    Reblogged this on Rete Civica Buccinasco.

    daniele ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 4:28 pm

    ottima presa di posizione,ma attenzione che e’ impegnativa perche’ bisogna poi farla rispettare,facendo quindi girare le forze dell’ordine che siano pronte ad intervenire ,altrimenti non c’e’ nulla di peggio per farsi screditare che attaccare dei manifesti che rimangano solo carta stampata e poi ognuno fa cio’ che gli pare …
    daniele

    Fabrizio ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 6:20 pm

    Giusto provvedimento ma….chi dovrebbe farlo rispettare? In un paese in cui non esistono vigili la sera e nei giorni festivi e che nulla si riesce a fare contro atti vandalici di bande di ragazzitti chi dovrebbe multare per i petardi a Natale e Capodanno? …le ordinanze da sole basterebbero in presenza di spirito civico ma non mi pare il caso ahimè!

    Gas ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 6:28 pm

    Permesso che sono d’accordo esclusivamente per motivi di sicurezza pubblica e di salvaguardia del patrimonio ma per favore lasciamo da parte l’ambiente altrimenti dovremo condannare al patibilo tutte le amministrazioni che disperdono soldi per fare a gara per i più bei fuochi d’artificio. Nulla fa bene all’ambiente visto il tenore di vita che ormai tutti viviamo.
    Non sarebbe stato meglio provare ad educare invece di vietare?
    Poi come dice Daniele chi controlla avrà tempo per farlo? Dubito visti gli automobilisti che quotidianamente girano indisturbati con il telefonino in bella mostra.

    claudio serturini ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 6:44 pm

    BRAVI . Scelta saggia e intelligente. Ho sempre avuto, e ho tutt’ora, animali, e mi sono sempre dichiarato contrario a queste forme incivili di divertimento

    pruiti ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 6:59 pm

    Esistono anche i Carabinieri a Buccinasco + qualsiasi altro pubblico ufficiale che può denunciare i fatti. L’altra sera uno che aveva parcheggiato l’auto sull’aiuola di cascina robbiolo, da me redarguito, ha detto: ehh ma mica c’è il cartello di divieto di sosta sul prato!
    Gas, le amministrazioni comunali che spendono fino a 40 – 50 mila euro per i fuochi artificiali meriterebbero di essere deposte dal Ministero degli Interni, specialmente in un periodo drammatico come questo.

    Anonimo ha detto:
    7 dicembre 2012 alle 7:01 pm

    Come pensate di avvertire i varii condomini. Un volantino da appendere alla porta d’ingresso non sarebbe una cattiva idea.Forse bisogna fare le foto e poi mandervele per una multa tardiva ? (Tipi)

    Anonimo ha detto:
    8 dicembre 2012 alle 12:56 pm

    le “stelline di Natale” dei bimbi? Quelle si possono usare? Intendo quelle asticelle che si tengono in mano e fanno tutte le scintilline….
    Stiamo organizzando una festicciola e pensavo di prenderle…e le lanterne, quelle che si accendono e poi volano?
    Anto

    pruiti ha detto:
    8 dicembre 2012 alle 2:18 pm

    Anto, certo che si

    Gas ha detto:
    8 dicembre 2012 alle 3:49 pm

    Rino ormai viviamo purtroppo in un mondo pieno di arroganti, presuntuosi e cafoni. Parcheggiare su un aiuola è indice di grossa stupidità e non vado oltre altrimenti tu non pubblichi il mio commento.
    Aggiungo che questo modo comportarsi deriva da colui che negli ultimi vent’anni ha trasmesso al popolo italiano un messaggio chiaro, limpido ed inequivocabile: io me ne frego delle regole. Questa è la democrazia all’italiana.

    gm ha detto:
    9 dicembre 2012 alle 12:06 pm

    Concordo sulla necessità di regolamentare l’uso dei botti, ma nel contempo si deve essere consapevoli che una tale ordinanza sarà di difficile attuazione. Anzitutto se ne dovrebbe vietare la vendita, poi tale ordinanza dovrebbe vedere uniti molti comuni – altrimenti mi compro dei super-botti e vado ad accenderli appena dopo il cartello di Buccinasco……..
    Mah…..attenzione alle ordinanze ……..

    pruiti ha detto:
    9 dicembre 2012 alle 12:14 pm

    gm , gli “altri comuni” fanno addirittura i fuochi artificiali e i botti pagati con soldi pubblici, si vede che non hanno le nostre priorità sociali per quanto riguarda la spesa. Un’ordinanza è anche un atto politico, la difficile attuazione c’è per qualsiasi cosa. Però ha un senso legale, prova a pensare alle assicurazioni che dovrebbero risarcire eventuali danni causati verso terzi dai botti, si leggono l’ordinanza e non pagheranno nulla a chi viola la legge, per non parlare di danni alle persone… io ci penserei bene prima di “sparare” a Buccinasco.

    gm ha detto:
    9 dicembre 2012 alle 12:36 pm

    Sarà possibile far affiggere in ogni negozio che vende i fuochi artificiali – almeno nel circondario – l’ordinanza ?

    pruiti ha detto:
    9 dicembre 2012 alle 12:39 pm

    gm, no

    Roberto ha detto:
    9 dicembre 2012 alle 3:50 pm

    Ueilà , siamo arrivati alle “GRIDA” di manzoniana memoria…….

    Quì invece di andare verso il Federalismo si viaggia verso il Medio Evo…..

    P.S.
    Dato che poco sopra c’è scritto che “il Comune è responsabile della protezione degli animali sul proprio territorio ed ha la necessità di limitare il più possibile rumori molesti nell’ambito urbano in particolare in prossimità di scuole…..parchi….” …vorrei segnalarti che il mio gatto RED si è stancato di ascoltare forzatamente la Banda Musicale di Buccinasco che suona alla Fagnana….posto notoriamente in prossimità anzi,proprio dentro…una scuola e un parco…..!! RED mi ha anche detto che la “colonia” di gatti che vive alla scuola media della Fagnana la pensa come lui ed ha in mente di fare una piccola raccolta firme…così. tanto per gridare anche loro al rispetto della quiete pubblica in completo accordo con il Sindaco che tutela gli animali…..!!!

    Roberto ha detto:
    9 dicembre 2012 alle 5:31 pm

    Da quando è in vigore il divieto, perchè credo che cinque minuti fa tutta Buccinasco ha sentito un “anticipo di capodanno”……un gran botto insomma….!!

    gm ha detto:
    10 dicembre 2012 alle 9:28 am

    Anche io ho sentito delle avvisaglie di botti , forse si stanno preparando per festeggiare anche il fatidico 21 dicembre. Nei prossimi giorni farò una capatina nei negozi gestiti dai cinesi a Buccinasco : l’anno scorso avevano una proposta di botti da far impallidire l’artificiere più esperto, vediamo quest’anno.
    Le ordinanze comunali appaiono spesso come una “trovata elettorale” , basta vederne lo scarso successo in altri comuni. I segnali devono essere chari : divieto di vendita, campagna nelle scuole, etc.
    Meglio agire sulle coscienze ( lavoro lungo e laborioso) che ventilare ritorsioni legali di difficile/ impossibile applicazione (apparentemente più semplice, ma che espone anche al dileggio). Se neanche i comuni vicini la applicano……………….

    fcoraz ha detto:
    10 dicembre 2012 alle 12:33 pm

    Non porrei sullo stesso piano i fuochi pirotecnici privati (da sanzionare, anche pesantemente) con quelli organizzati da varie amministrazioni locali: se servono per stimolare le presenze turistiche e si svolgono nella più completa sicurezza, ben vengano. Non si possono vietare in toto solo per l’oscurantismo e l’ambientalismo di una parte di cittadini moralisti.

    anna ha detto:
    10 dicembre 2012 alle 6:24 pm

    era ora! bellissimo segno di cviltà. ma credo anch’io che sarà molto difficile farla rispettare.

    SF ha detto:
    16 dicembre 2012 alle 7:16 pm

    Roberto la banda musicale di buccinasco prova una sera a settimana per 2 ore quindi si potrebbe anche sopportare la cosa. Secondo paragonarla ai botti di capodanno mi sembra un po’ esagerato e infine la banda è autorizzata dal comune a svolgere un’attività aggregativa e culturalmente utile quindi la tua lamentela mi sembra un tantino esagerata.

    Romeo ha detto:
    21 dicembre 2012 alle 1:14 am

    Oggi ho letto il menù per il cenone di capodanno proposto dal nuovo ristorante aperto in Via Lombardia…prevede anche fuochi d’artificio…sarà il caso di mandare qualche vigile ad avvisarli del divieto?

    Rossella ha detto:
    31 dicembre 2012 alle 4:55 pm

    Perfettamente d’accordo . Peccato però che non tutti leggono il suo sito. Sarebbe stato opportuno togliere i manifesti dei mercatini vari risalenti ai primi gg di dicembre e metterne altri che davano la possibilità tutta la cittadinanza di venire a conoscenza di questa ordinanza,

    Romeo ha detto:
    1 gennaio 2013 alle 12:09 am

    Alla faccia del divieto….qui tutti se ne sono fregati….ignoranza o inciviltà?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...