Buccinasco, area di via Boito Indagato l’ex presidente Scialino

Postato il Aggiornato il

Aldo Scialino (PDL)
Aldo Scialino (PDL)

Buccinasco, 5 marzo 2012 – Il Giorno – [di F. Santolini] – Un’altra tegola giudiziaria si abbatte su Buccinasco. E si tratta ancora una volta di avvisi di garanzia che colpiscono la politica cittadina. La Procura della Repubblica ha chiuso uno stralcio di quella maxi inchiesta che nel marzo del 2011 ha portato all’arresto del sindaco di Buccinasco Loris Cereda, dell’ex assessore Marco Cattaneo e dell’allora consigliere comunale Antonio Trimboli oltre a tre imprenditori.

Tre sono i nuovi avvisi di garanzia notificati contestualmente all’avviso di conclusione indagini e tra i destinatari c’è anche l’ex presidente del consiglio comunale oggi candidato nelle file del Pdl Aldo Scialino.

Secondo Maurizio Romanelli, Paola Pirrotta e Sergio Maria Spadaro, i pubblici ministeri che hanno condotto le indagini incentrate sul bando d’asta per l’alienazione dell’area comunale di via Boito, l’accusa è quella di concorso in falso ideologico commesso da pubblico ufficiale e falso materiale. Dalle ricostruzioni della procura, Daniela Pino, dipendente comunale addetta all’ufficio Protocollo, nell’esercizio delle sue funzioni pubbliche «su richiesta e in accordo con l’amministrazione del condominio l’Orizzonte e in accordo con il presidente del consiglio nonché residente e proprietario di un immobile nella stessa via» provvedeva a stampare entro l’orario di scadenza il numero di protocollo informatico relativo alla presentazione della domanda di partecipazione di quel condominio.

Numero e orario che poi apponeva manualmente e falsamente sulla busta, presentata però ben oltre l’orario di scadenza. In questo modo, veniva falsamente attestato il rispetto del requisito temporale della partecipazione previsto dall’avviso di asta pubblica. Ora, gli indagati (con Scialino e Pino, anche l’amministratore del condominio Giovanni Seresini) avranno venti giorni per depositare memorie difensive o documentazione a propria difesa e per chiedere di essere interrogati dal gip.

E se questo potrebbe rivelarsi il principio di un secondo filone, altri stralci della maxi indagine sembrano in dirittura d’arrivo. In modo particolare, parrebbero ormai al giro di boa i filoni relativi agli affidamenti della manutenzione degli impianti di calore effettuati dalla scorsa amministrazione dove potrebbero essere coinvolti altri ex amministratori pubblici. Altra indagine che potrebbe essere chiusa nei prossimi giorni è quella concernente l’area di via Pasin e gli incarichi di consulenza relativi alla sua progettazione.

francesca.santolini@ilgiorno.net

About these ads

3 pensieri su “Buccinasco, area di via Boito Indagato l’ex presidente Scialino

    Pasqua 2012 ha detto:
    5 aprile 2012 alle 12:07 pm

    La parola “Pasqua” deriva dalla Pasqua ebraica chiamata “Pesach”, solo che mentre per gli ebrei questa festività aveva ed ha il significato di “liberazione”, per i Cristiani rappresenta la resurrezione e cioè il passaggio dalla morte ad una nuova vita.

    Il termine Pesach significa “passare oltre”.
    La Pasqua ebraica festeggia la liberazione del popolo ebreo dalla schiavitù in Egitto.

    Buona Pasqua Buccinasco!

    asdf ha detto:
    5 aprile 2012 alle 10:10 pm

    PDL: facciamo prima ad elencare quelli che non sono stati indagati :-(

    icittadiniprimaditutto ha detto:
    5 aprile 2012 alle 10:13 pm

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...